venerdì 29 giugno 2012

Riccione 2012: Il discorso di John Lasseter

Alle Giornate Professionali di Riccione, dove abbiamo visto il listino dei prossimi film Disney distribuiti qui in Italia, è stato proiettato in anteprima Brave, il tredicesimo film Pixar in uscita qui in Italia a Settembre.
Per l'occasione è venuto John Lasseter, capo creativo dei Walt Disney Animation Studios e Pixar.
Il regista di Toy Story ha parlato del film e del metodo di lavoro Pixar, oltre ad essere stato disponibile a scattare foto con il pubblico e a firmare autografi :-)

John Lasseter ha precisato che la Pixar è uno studio di pionieri, a loro piace fare quello che non è mai stato fatto prima, infatti Brave è stata la loro prima favola, ma è un tipo diverso di favola, con un nuovo modello di principessa, che può essere definita attuale. Merida non aspetta il proprio principe, ma crea il proprio destino.
Il film è stata una sfida per la Pixar, la tecnologia che ha utilizzato non è mai stata vista prima. Sono partiti da zero, e hanno avuto cose molto difficili da realizzare, come i vestiti. Il film è ambientato nella Scozia medievale, e le popolazioni si vestivano a strati a causa del freddo. Ma anche i capelli sono stati difficili, ma il risultato è meraviglioso. I capelli di Merida erano importanti da realizzare, perchè rappresentano il suo modo di essere, libera, e sono diversi da quelli raccolti di sua madre.
Lo scopo della Pixar è sempre stato quello di centrare l'obbiettivo con la tecnologia. Nel corso dei suoi film passati ha cercato di realizzare qualcosa che combaceva con  la tecnologia disponibile. Per esempio la CGI all'inizio degli anni '90 faceva sembrare gli oggetti animati come se fossero fatti di plastica, per questo dal punto di vista visivo Toy Story è riuscito.
La tecnologia deve essere perfetta affinchè il pubblico possa totalmente immergersi nella storia, che è l'aspetto più importante del film.
Poi John Lasseter ha parlato dei prossimi film d'animazione, Ralph Spaccatutto, che sarà diverso da tutto quello che abbiamo mai visto prima, e della riconversione in 3D di Alla Ricerca di Nemo e Monsters & Co, riportare i grandi film Pixar al cinema e rivederli sul grande schermo sarà spettacolare, e promette dal fondo del suo cuore, che la Disney/Pixar continuerà a realizzare grandi film.


Grazie ad Edoardo per le foto! :-)

 
Storie di battaglie epiche e leggende mistiche si tramandano da generazioni sullo sfondo delle aspre e misteriose Highland scozzesi. "Ribelle - The Brave" entra a far parte di questa tradizione raccontando la storia della coraggiosa Principessa Merida che dovrà confrontarsi con la tradizione, pronta a cambiare il suo destino.
Merida, abile arciera, è l'impetuosa figlia di Re Fergus e della Regina Elinor. Determinata a farsi strada nella vita, Merida sfida un'usanza antichissima, considerata sacra dai fragorosi signori della terra: il potente Lord MacGuffin, il burbero Lord Macintosh e l'irascibile Lord Dingwall. Le azioni della principessa involontariamente scatenano il caos e la furia in tutto il regno. La ragazza chiede aiuto a un'eccentrica vecchia Strega che le concede di esaudire un unico desiderio. Il "dono" della strega, però, si rivelerà fatale. Merida dovrà fare ricorso a tutto il suo coraggio e alle sue risorse, inclusi i tre divertentissimi gemelli combina guai, per sconfiggere la terribile maledizione.

Ribelle - the Brave è un film d'animazione in CGI, prodotto dalla Pixar Animation Studios e distribuito dalla Walt Disney Pictures il 22 Giugno negli Stati Uniti, e il 5 Settembre in Italia.
Il film è diretto da Brenda Chapman e Mark Andrews, scritto dai registi e Irene Mecchi, e doppiato in originale da Kelly MacDonald, Billy Connolly e Emma Thompson.
La colonna sonora è composta da Patrick Doyle, e ha delle traccie cantate da Julie Fowlis.
MyNewAnimatedLife è un sito indipendente e non autorizzato dalla Walt Disney Company, e rappresenta le opinioni di conoscitori e appassionati dell'arte e tecnologia Disney con le loro quisquilie e pinzillacchere.
Ci riserviamo tutto il diritto di rispondere male a chi si lamenta che è finita la fantasia a Hollywood solo perché stanno facendo un sequel di Mary Poppins. Che poi voglio dire, è tratto dai romanzi originali di P.L. Travers, sono passati più di cinquant'anni, e c'è Lin-Manuel Miranda che farà cose, che problema avete?

Il sito utilizza il Programma affiliazione Amazon.

Per informazioni contattate:
email