giovedì 16 maggio 2013

Brad Bird parla del probabile sequel de Gli Incredibili e dell'Episodio VII che ha rifiutato

Proprio pochi giorni dopo l'indiscrezione che la Pixar stesse mettendo in cantiere un altro sequel dopo Alla Ricerca di Dory, Brad Bird ad una domanda sul sequel attesissimo de Gli Incredibili posta da THR non esclude la possibilità che un futuro potrebbe lavorare sul progetto.
Quante sono le possibilità di vedere mai un sequel de Gli Incredibili?
Ci ho pensato. Le persone pensano che non ci ho pensato, ma invece sì. Perchè amo quei personaggi e quel mondo. Sto accarezzando il mento e grattando la testa. Ho tanti, ma proprio tanti elementi che penso potrebbero funzionare molto bene per un sequel, e se potrò farli coincidere insieme, allora probabilmente lo farò. Mi piace l'idea di muovere le cose un pò più velocemente nei film. Sto cercando il modo di accellerare il ritmo ancora un pò di più per trovare un modo di mantenere il controllo creativo su questi film dove sono a mio agio con il risultato finale ma anche velocizzarli e farne di più. Ci sono diversi film che vorrei fare. E' come un grande hanger aereoportuale; metà assemblato nella mia testa. Sono interessato in tutti questi. Però ti devi muovere su quelli che le persone sono disposte a pagare i loro soldi per vedere e quelli che sei più eccitato a riguardo. 
E sicuramente un sequel de Gli Incredibili rientra tra questi criteri :)

I due geni del crimine
Ricordiamo che per il momento il regista è impegnato nella produzione di Tomorrowland, film live-action sempre della Disney con George Clooney e Hugh Laurie, che uscirà a Natale 2014, e proprio per questo film, come ammette di seguito, ha dovuto rinunciare alla regia dell'Episodio VII di Star Wars, poi andata a J.J. Abrams.
Il tuo nome è stato sbandierato per Star Wars: Episodio VII, c'è stata veramente una proposta, oppure è stato solo un sogno internettiano?
Ho conosciuto Kathleen Kennedy [produttrice del film e presidente della Lucasfilm] e conosco George Lucas. E sono venuti da me. Ma il problema era che le tempistiche che loro avevano in mente non coincidevano con le mie, a meno che non abbandonassi Tomorrowland. Ed ero coinvolto veramente tanto in quel film in quel momento. E' facile dire "Mettilo in pausa per adesso". Ma ti stai muovendo adesso, non sai se sarai in grado di farlo in un futuro. Forse è vero per registi come Cameron o Spielberg, ma sono concentrato su un solo atto al momento. Avremmo raggiunto una condizione critica dove sarebbe stato meglio buttare tutta la mobilia dalla fermata del treno. Voglio veramente tanto vedere questo film. Amo Star Wars, e non vedo l'ora di vedere cosa JJ Abrams farà, ma non significa che devo terminare un progetto per far parte di un altro. Penso che Tomorrowland sia speciale e unico.
Un high-five se lo merita
 Il fatto che abbia declinato l'offerta della Lucasfilm di dirigere l'Episodio VII, non è detto che in futuro Brad Bird non possa far parte della saga come regista, visto che la Disney ha quest'idea pazza di produrre un film di Star Wars all'anno, tra episodi della nuova trilogia e spin-off.
Ma prima ci sarà il sequel de Gli Incredibili: deve farlo :) anche se non mi dispiacerebbe vederlo alla regia del terzo Star Trek, una volta che JJ Abrams sarà occupato con Star Wars.

MyNewAnimatedLife è un sito indipendente e non autorizzato dalla Walt Disney Company, e rappresenta le opinioni di conoscitori e appassionati dell'arte e tecnologia Disney con le loro quisquilie e pinzillacchere.
Ci riserviamo tutto il diritto di rispondere male a chi si lamenta che è finita la fantasia a Hollywood solo perché stanno facendo un sequel di Mary Poppins. Che poi voglio dire, è tratto dai romanzi originali di P. L. Travers, sono passati più di cinquant'anni, e c'è Lin-Manuel Miranda che farà cose, che problema avete?

Il sito utilizza il Programma affiliazione Amazon.

Per informazioni contattate:
email