martedì 19 aprile 2011

Taylor Kitsch parla del suo ruolo da protagonista in John Carter of Mars

Taylor Kitsch (foto in alto) sta mano a mano entrando nel firmamento delle star di Hollywood, dopo aver partecipato per cinque anni all'ottimo serial, Friday Night Lights, con i suoi ruoli in X-Men: Wolverine e The Bang Bang Club, sta diventando un attore sempre più conosciuto ed apprezzato. Per il futuro, Kitsch ha due progetti, il kolossal d'azione Battleship, diretto da Peter Berg, e l'adattamento dai romanzi di Burroughs, John Carter of Mars per la Walt Disney Pictures.

John Carter of Mars sarà il primo film da regista live-action per Andrew Stanton (foto a lato), che ha già diretto Alla Ricerca di Nemo e WALL-E, e vedrà Kitsch nel ruolo da protagonista; quello di John Carter, un veterano della Guerra Civile Americana, che dopo aver dormito in una grotta, inseguito dagli indiani Apache, si risveglia su Marte, in un posto chiamato Barsoom. La vita su Marte è diventata inospitale per l'anzianità del pianeta; gli oceani sono evaporati e l'atmosfera si è assottigliata, il pianeta si è trasformato e i suoi abitati si sono trasformati in barbari, lottano l'uno con l'altro per sopravvivere. Carter lì salva l'umanoide principessa di Marte, e da lì inizierà la sua avventura per salvare il pianeta rosso.

Con un incipit del genere, le attese sono tante, infatti in un'intervista per pubblicizzare il suo ultimo film, The Bang Bang Club, a Taylor Kitsch è stato domandato come ha lavorato per il suo ruolo di John Carter (le riprese sono già finite, ora il film è in post-produzione).


Com'è passare da un film a bassa scala e basso budget come The Bang Bang Club, a qualcosa di più grande come John Carter of Mars, dove sei il protagonista?
"Sto collaborando con un mucchio di persone, e per lavorare faccia a faccia con altri attori ci vuole tanta grinta, non c'è tempo per gli errori. Andrew Stanton ha scritto la sceneggiatura di John Carter of Mars che è così intrecciata, intuitiva e intelligente che ogni parola e ogni frase sono correlati a qualcosa magari che è alla fine del film. E' qualcosa a cui essere veramente eccitati per averne preso parte, e penso che ce l'abbiamo fatta. Abbiamo raccontato la storia in un modo imprevedibile, non hai idea di cosa possa succedere dopo. Solamente aver preso parte ad un progetto così arguto e esserne il protagonista è fenomenale
Andrew Stanton aveva 11 anni quando voleva realizzare questo film, avere lui al timone, è stato speciale. Mentre stavo girando guardavo ad uno schermo di 100 piedi (30 metri più o meno) e dovevo rimanere sotto una X, che in realtà doveva essere una nave. In una situazione come quella, l'immedesimazione è molto difficile." 

Fonte: Collider


John Carter of Mars uscirà il 9 Marzo 2012 e ha un budget di all'incirca 120 milioni di dollari, per ora il film non è in 3D, ma la Disney sta premendo sul regista per una riconversione in post-produzione. 
Le musiche sono di Michael Giacchino (Up, Gli Incredibili, Ratatouille) e tra gli sceneggiatori insieme a Stanton ci sono anche Mark Andrews (co-regista di Brave) che è anche il regista di seconda unità, e Michael Chabon (Spider-Man 2), nel cast compaiono anche Lynn Collins, Willem Dafoe, Thomas Haden Church e James Purefoy.
Potrei vincere un Oscar solo per aver scritto tutti questi nomi importanti in neanche tre righe xD
MyNewAnimatedLife è un sito indipendente e non autorizzato dalla Walt Disney Company, e rappresenta le opinioni di conoscitori e appassionati dell'arte e tecnologia Disney con le loro quisquilie e pinzillacchere.
Ci riserviamo tutto il diritto di rispondere male a chi si lamenta che è finita la fantasia a Hollywood solo perché stanno facendo un sequel di Mary Poppins. Che poi voglio dire, è tratto dai romanzi originali di P.L. Travers, sono passati più di cinquant'anni, e c'è Lin-Manuel Miranda che farà cose, che problema avete?

Il sito utilizza il Programma affiliazione Amazon.

Per informazioni contattate:
email