sabato 23 maggio 2009

A Christmas Carol - Intervista a Jim Carrey

Già dalla prima clip di A Christmas Carol, non potevamo di certo dubitare sulla riuscita del film grazie alla malefica interpretazione di Jim Carrey nei panni di Scrooge.
In un'intervista a Sci-Fi Wire, Jim ci racconta come è riuscito a calarsi nei panni dei vari personaggi del film, ed è stata davvero dura.
Di seguito l'intervista tradotta personalmente in italiano.

Come hai scelto la tua dose di malvagità nel personaggio di Scrooge?
Tutto quello che dovevo fare era immedesimarmi nella recitazione. No, onestamente una delle cose che già da subito mi aveva catturato in questo personaggio è la sua amarezza, è la conseguenza di una vita senza amore. Ti deforma. Deforma il tuo volto. Deforma il tuo corpo. Ho sempre pensato che la sua assistenza sanitaria non fosse stata delle migliori, quindi è stato probabilmente colpito da alcune malattie infiammatorie, come l'artrite e cose del genere. Allora ho provato a sentirne il tipo di effetti che da sul mio corpo. Dovevo anche esprimere sul mio volto una sorta di reflusso acido cronico, in modo che l'amarezza potrebbe essere sentita anche nella sua bocca. Egli non poteva altro che stare solo. Lui è stato riluttevole verso i suoi sentimenti, e credo in fondo che abbia bisogno di aiuto. Questo succede a tutti quelli che sono soli. Loro semplicemente non sanno cos'è l'amore, perché non l'hanno mai sentito. E' un ottimo personaggio da interpretare.

Che cosa significa per te la redenzione in questo personaggio?
Io non credo nelle persone cattive. Credo che la gente, da qualche parte in fondo, hanno il potenziale per realizzare se stessi. In realtà, questo è ciò che questa storia ci comunica. Non conta il tuo aspetto fisico, ma quello che provi, quello che hai dentro. Penso che tutto ciò che questo film esprime sia meraviglioso. E' la propria psiche, tornando in forma di questi fantasmi e spiriti, a ricordare a Scrooge chi egli sia in realtà, e quello che è la vita, la vera vita.

Tu hai anche interpretato il Grinch. Che cosa ti attrae a questi film di Natale?
Io Odio il Natale. Dovevano trovare un uomo che odiava le vacanze. Sai, mi sembra strano che ho finito per interpretare questi due "odiatori" di Natale, ma credo che sia lo stesso tipo di racconto, in un certo senso. Scrooge ha scaturito l'origine del Grinch. Quindi penso che sono perfettamente adatto, perché ho avuto qualche oscuro Natale in cui non ero così felice dopotutto. Certo, ho avuto alcuni tra i più belli con la mia famiglia. Ma capisco bene quella sensazione di isolamento. Scrooge si frusta fuori, e cerca di dare la colpa al Mondo. Così ho capito come interpretare il personaggio.

Come hai mantenuto i personaggi del film da te interpretati così ben distinti?
C'era molta confusione a volte, specialmente quando avevo da interpretare simultaneamente i tre fantasmi e Scrooge. Fortunatamente, ho avuto l'aiuto di uno dei miei migliori amici, Cary Elwes, che mi aiutò molto in quelle scene, Così, quando ho interpretato il fantasma, lui interpretava Scrooge, e quando ho interpretato Scrooge, lui era il fantasma. C'è stato un ottimo gioco di squadra tra di noi, siamo stati veramente bravi.

Quale è stato il tuo fantasma preferito da interpretare?
Ogni personaggio che interpreti è come un bambino, è impossibile scegliere tra di loro. Se lo si fa, non avete fatto bene il vostro lavoro. Quindi ti dovresti prendere una "cotta" per tutti i tuoi personaggi. Ho appena avuto la fortuna di essere in grado di interpretare una così vasta gamma di personaggi nell'ambito dello stesso progetto, e considerato che ho dovuto essere in grado di fare gli accenti e dare forma alle diverse età del personaggio di Scrooge. Ci sono un sacco di sottigliezze che nessuno potrà mai sentire, ma è stata una vera sfida. Tutti i personaggi sono così interessanti psicologicamente, è così che mi piacerebbe essere, una persona dentro e l'altra fuori.

"A Christmas Carol, un eccitante viaggio immaginato dal realizzatore vincitore dell’Academy Award® Robert Zemeckis, coglie l’essenza fantastica del classico racconto di Dickens e la trasporta in un rivoluzionario evento cinematografico in 3D. Ebenezer Scrooge (Jim Carrey) inizia le festività natalizie mostrando il suo solito disprezzo, urlando al suo fedele impiegato (Gary Oldman) e al gioviale nipote (Colin Firth). Ma quando gli spiriti del Natale Passato, Presente e Futuro lo portano in un viaggio che gli rivela delle verità che il Vecchio Scrooge non ama affrontare, capisce di dover aprire il suo cuore per compensare anni di cattiva condotta prima che sia troppo tardi."

A Christmas Carol è prodotto dalla Imagemovers e distribuito dalla Walt Disney Pictures e uscirà in Italia il 27 Novembre 2009 in Disney Digital 3D.
Il film è diretto da Robert Zemeckis e interpretato da Jim Carrey, Gary Oldman e Cary Elwes.
La Colonna Sonora è composta da Alan Silvestri.
MyNewAnimatedLife è un sito indipendente e non autorizzato dalla Walt Disney Company, e rappresenta le opinioni di conoscitori e appassionati dell'arte e tecnologia Disney con le loro quisquilie e pinzillacchere.
Ci riserviamo tutto il diritto di rispondere male a chi si lamenta che è finita la fantasia a Hollywood solo perché stanno facendo un sequel di Mary Poppins. Che poi voglio dire, è tratto dai romanzi originali di P.L. Travers, sono passati più di cinquant'anni, e c'è Lin-Manuel Miranda che farà cose, che problema avete?

Il sito utilizza il Programma affiliazione Amazon.

Per informazioni contattate:
email