giovedì 20 febbraio 2014

Saving Mr. Banks, il nostro commento

Oggi esce finalmente in Italia, dopo un ritardo di ben tre mesi rispetto agli Stati Uniti, Saving Mr. Banks, il film sulla vera storia di Pamela Travers, autrice di Mary Poppins, e del suo incontro con Walt Disney, interpretato da Tom Hanks. Il nostro amico Mattia, che proprio oggi compie gli anni, ha partecipato all'anteprima stampa del film, ed ecco il suo resoconto.

Saving Mr. Banks prende spunto dalle divergenze creative tra Walt Disney e Pamela L. Travers, l’autrice dei libri di Mary Poppins, durante la produzione del capolavoro del 1964.
L’infanzia dell’autrice viene analizzata in profondità, tramite l’uso di molteplici flashback, rendendoci partecipi della sua infanzia difficile e dei problemi di suo padre con l’alcool.

Il film è certamente uno dei migliori live action Disney degli ultimi anni, il primo nella lunga storia dello studio in cui appare Walt ed il primo in cui viene descritta la lavorazione di un film Disney. Tuttavia, il film nasce alla BBC Films che ha avuto il grande merito di convincere lo studio a portare avanti un progetto impensabile fino a qualche anno prima.

Per certi aspetti, il film è un biopic di P.L. Travers, protagonista assoluta della pellicola, portata nuovamente in vita grazie ad una straordinaria Emma Thompson, purtroppo ignorata dall’Academy.  Tom Hanks è un Walt molto convincente anche se troppo allegro e ringiovanito. Inaspettatamente lo studio non ha cercato in alcun modo di imbellettare la figura del suo fondatore, mostrando un ritratto di Walt a tutto tondo, assieme al suo vizio più noto: il fumo. Da notare che il personaggio appare sullo schermo meno di quanto i trailer e la campagna marketing del film facciano pensare.
Degna di nota anche la performance di Paul Giamatti nei panni di Ralph, l’autista della signora Travers. Il suo rapporto con Pamela dà quel tocco di umanità che mancava a un personaggio forse troppo burbero.

Il film è diretto da John Lee Hancock, qui al suo terzo film per la Disney. La regia è molto più convincente del previsto ed è anche grazie ad essa che il film riesce a colpire a fondo. Regia che, senza voler svelare troppo, raggiunge il suo massimo in una scena notturna verso la metà del film.  Naturalmente la colonna sonora di Thomas Newman, candidata all’Oscar  è uno dei punti di forza del film e si avvale della consulenza di Richard Sherman, co-compositore dello score originale del 1964. In sintesi, il film è in grado di soddisfare completamente i fan della Disney classica e conquisterà sicuramente anche gli spettatori meno appassionati grazie alla sua profonda umanità.

Ecco le vere conversazioni, che compaiono anche alla fine del film, avvenute tra Pamela Travers e Don DaGradi e i fratelli Sherman, nel corso dello sviluppo della sceneggiatura del film, inclusi come bonus nella colonna sonora di Mary Poppins.


Quando le sue figlie lo pregarono di realizzare un film tratto dal loro libro preferito "Mary Poppins", dell'autrice P.L. Travers, Walt Disney fece loro una promessa, non immaginando che ci sarebbero voluti 20 anni per riuscire a mantenerla. Nella sua ricerca per ottenerne i diritti, infatti, Walt si trova ad affrontare un'ipocondriaca scrittrice, irremovibile nella sua decisione di non permettere che il personaggio della sua amata e magica tata venga stravolto dalla macchina di Hollywood. Ma non appena il successo dei libri diminuisce, insieme ai guadagni, la Travers con una certa riluttanza accetta di andare a Los Angeles ad ascoltare le idee di Walt Disney per l'adattamento cinematografico. Durante quelle due brevi settimane nel 1961, Walt Disney utilizza ogni risorsa a sua disposizione per convincerla. Armato di fantasiosi storyboard e divertenti canzoni, create dai talentuosi fratelli Sherman, Walt tenta il tutto per tutto senza riuscire a convincerla. Man mano che la Travers diventa sempre più irremovibile, Walt Disney vede la possibilità di ottenere i diritti, allontanarsi sempre di più. Solo quando cercherà nei suoi ricordi d'infanzia Walt capirà il senso delle paure che assillano la scrittrice, e insieme riusciranno a dare vita a Mary Poppins, facendone uno dei più teneri film della storia del cinema. 
Ispirato a eventi reali, Saving Mr. Banks è la straordinaria storia mai raccontata della nascita del classico Disney per il grande schermo Mary Poppins — e del difficile rapporto che il leggendario Walt Disney ebbe con la scrittrice P.L. Travers che per poco non impedì la realizzazione del film.

Saving Mr. Banks è un film live-action prodotto e distribuito dalla Walt Disney Pictures, il 13 Dicembre 2013 negli Stati Uniti, e il 20 Febbraio 2014 in Italia.
Il film è diretto da John Lee Hancock, scritto da Kelly Marcel e Sue Smith, e interpretato da Tom Hanks (Walt Disney), Emma Thompson (P.L. Travers) e Colin Farrell (Robert Goff Travers).
La colonna sonora è composta da Thomas Newman.
MyNewAnimatedLife è un sito indipendente e non autorizzato dalla Walt Disney Company, e rappresenta le opinioni di conoscitori e appassionati dell'arte e tecnologia Disney con le loro quisquilie e pinzillacchere.
Ci riserviamo tutto il diritto di rispondere male a chi si lamenta che è finita la fantasia a Hollywood solo perché stanno facendo un sequel di Mary Poppins. Che poi voglio dire, è tratto dai romanzi originali di P.L. Travers, sono passati più di cinquant'anni, e c'è Lin-Manuel Miranda che farà cose, che problema avete?

Il sito utilizza il Programma affiliazione Amazon.

Per informazioni contattate:
email