martedì 14 febbraio 2012

C'era una volta (Once Upon a Time) 1x04.05 - Il prezzo della Magia, La voce della Coscienza

C'è una città, nel Maine,
nella quale ogni personaggio delle fiabe che conoscete, è intrappolato tra due mondi,
vittime di una potente maledizione,
solo una persona sa la verità, e solo una può spezzare la maledizione.
Riprendiamo la programmazione italiana di C'era una volta (Once Upon a Time), serie fiabesca della ABC, qui in onda su FOX, recensendo quattro episodi.
Ci siamo occupati dei primi due, il secondo e il terzo, in questo post, mentre del quarto e del quinto parleremo oggi, per finalmente rimetterci in sesto e per seguire la serie episodio dopo episodio con voi :-)
Infatti stasera verrà trasmesso su FOX, il sesto episodio, Il pastore.
Nelle nostre recensioni non ci sono spoiler, nel senso che se non avete ancora visto gli episodi, potete benissimo leggerle, che non danno l'intera trama, ma solo un piccolo assaggio.

C'era una volta (Once Upon a Time) 1x04 - Il prezzo della Magia (The Price of Gold)
Per far sì che una cosa cresca, Miss Swan, si hanno bisogno di radici.
E tu.... non ne hai.
Le persone non cambiano, si illudono solo credendoci di riuscirci.
Ci troviamo nella foresta, Cenerentola è rimasta da sola a casa a pulire, mentre la sua matrigna e le sorellastre hanno l'occasione di andare al ballo organizzato dal principe. Tutto quello che può fare Cenerentola è guardare dal basso verso l'alto i fuochi d'artificio lanciati dal castello.
Ma, quando aveva ormai perso le speranze, come la fiaba suggerisce, arriva la Fata Madrina, che vuole regalare a Cenerentola un occasione per andare al ballo. Non fa in tempo neanche a entrare in scena, che Tremotino, con un Bibbidi-Bobbidi BOOM!, la uccide e ruba la sua bacchetta, infiammando la scena, letteralmente.
Tremotino propone un accordo alla futura principessa, se firmerà il contratto, Cenerentola potrà andare al ballo e far innamorare il principe, in cambio lei, quando Tremotino lo chiederà, dovrà soffisfare la sua richiesta, dandogli un dono.

Senza speranze, e con il desiderio di cambiare vita, e nonostante le mie imprecazioni, Cenerentola accetta firmando il contratto, subito dopo una nube nera la avvolge, trasformandola in una principessa, adesso il ballo l'attende, ma anche la richiesta di Tremotino, perchè tutta la magia ha un costo.

Protagonista di questa puntata non è la storia di Cenerentola o di Tremotino, ma del cambiamento, ardentemente desiderato da una ragazza, che, contrariamente alla storia originale, sembra disillusa dai sogni, e non è più convinta che con un sorriso tutto passi e che un giorno migliore è alle porte.
Nella vita reale, Cenerentola si chiama Ashley, lavora in una lavanderia, aspetta un bambino e tutti credono che lei non sia in grado di crescerlo.
Emma si immedesima nella sua situazione, affrontata anche lei quando era giovane, dando in adozione Henry appena nato, e le consiglia che se vuole, può cambiare e stravolgere la sua vita, crescendo il bambino anche da sola. Il suo consiglio, che dimostra che Emma forse, conoscendo Henry, si è pentita di non esserselo tenuto, porta Cenerentola a scappare dalla città, rubando nel negozio di antiquariato di Mr. Gold, Tremotino. Ma a causa della maledizione nessun personaggio delle fiabe può scappare da Storybrooke.

Intanto lo sceriffo Graham, che, dite la verità, dopo il finale di questa puntata ci ha profondamente deluso, propone a Emma il posto da vice sceriffo della città, e le dice di pensarci su prima di rifiutare, ma Emma ha un altro incarico da parte di Mr. Gold, quello di riportare a casa Ashley, e quello che lei ha rubato dal suo negozio.
Ma, come questa serie insegna, nulla è come sembra :-)

Con questo episodio scopriamo che Tremotino sarà il vero cattivo della serie, anche se definirlo cattivo mi sembra molto banale, vista l'ambiguità di come è scritto nell'episodio.
Precedentemente abbiamo scoperto che ha stipulato un contratto con Regina, ogni cosa che nel mondo reale lui chiederà a lei, Regina dovrà soddisfare la sua richiesta, anche se non sembra che Mr. Gold sappia della sua vera identità come Tremotino, e in questo scopriamo che adesso ce l'ha anche con Emma.

Nonostante le premesse di Horowitz e Kitsis, la serie è assolutamente mitologica, ruota su dei personaggi mitologici e ci gioca sopra brillantemente, ma questo non influisce sulla caratterizzazione dei personaggi, che sono reali e credibili, anche quando sono nel mondo delle fiabe, soprattutto per quanto riguarda Cenerentola. Permettetelo, ma l'unica cosa non credibile è quello che fa il cacciatore nella scena finale dell'episodio, e non sto parlando di mettersi i calzini xD
Anche se sappiamo bene che di Lost, soprattutto per quanto riguarda il tipo di storytelling, ce ne è e ce ne sarà solo uno, Once Upon a Time può essere tranquillamente considerato il degno successore, l'alternarsi di momenti nel mondo delle fiabe e della realtà è paragonabile, per quanto ambizione, a quello lostiano del pre-incidente e dell'isola.
Con Lost condivide anche tanti quesiti, che in un episodio vengono risposti e posti di altri ancora. Credo che bisognerà aspettare la fine di questa prima stagione per sapere il passato fiabesco di ogni personaggio, ma forse qualche mistero resterà. Personaggi nuovi continuano e continueranno ad entrare nel cast, e la serie sembra che stia reggendo molto bene, continuando ad avere sottotrame che non ci annoiano e facili da seguire.

Il momento più geniale di tutto l'episodio è la conversazione in macchina tra Emma e Ashley, che parlano di come sia difficile prendersi delle responsabilità da soli di un bambino appena nato, con sul sedile posteriore Henry che ascolta la conversazione in silenzio. Come se tutta la storia di Cenerentola e di Tremotino fosse servita solo per avere quel momento, per consolidare ancora di più il rapporto tra Henry e Emma, con un semplice sguardo.
E io qui, mi metto ad applaudire :-)

Il prezzo della Magia (The Prince of Gold) è scritto da David H. Goodman, che ha lavorato in Buffy e Fringe.
Gli spettatori negli Stati Uniti sono stati 11,32 milioni, con un rating di 3.8/9, mentre in Italia, 380 mila, contando anche i dati di FOX+1 e +2.

su 5

C'era una volta (Once Upon a Time) 1x05 - La voce della coscienza (That Still Small Voice)
- Farà come dico o...
- Oppure? Mi rovinerà la vita? Farà del suo peggio? Perchè io farò sempre del mio meglio.
- Non mi metta alla prova.
- Non mi serve. Perchè mi lascerà stare e mi lascerà lavorare in pace.
- Davvero? E perchè?
- Perchè un giorno, sindaco, potrebbe trovarsi nel mezzo di una battaglia per la custodia. E sa come la corte determina se un genitore e' adatto? Consultano un esperto, tanto più se quest ultimo ha avuto in cura il bambino. Quindi, le suggerisco di pensarci bene e di permettermi di fare il mio lavoro, e di permettermi di farlo come la mia coscienza mi dice di fare.
Lo psicologo Archie Hopper è stato il primo personaggio delle fiabe che Emma ha incontrato a Storybrooke, la versione reale del Grillo Parlante. Da allora il personaggio, nel corso degli scorsi quattro episodio, è stato poco interessante, e l'ho ingiustamente sottovalutato.
Dopo aver visto questo episodio mi pento amaramente :-)

L'episodio inizia con il piccolo Archie Hopper, che nel mondo delle fiabe si chiama Jiminy Cricket, che è costretto dai suoi genitori a vagabondare per paese e paese in uno spettacolo di burrattini. Il piccolo Jiminy, mentre i genitori intrattengono il pubblico, deve rubare quello che può dalle tasche e borse.
Così continua per tutta la vita, cresciuto da genitori che pensano che i buoni siano deboli, ma un giorno decide di dire basta, e si fa aiutare da Tremotino, con risultati molto drammatici.

Intanto nel mondo reale, Emma decide di prendere il posto da vice sceriffo di Storybrooke, e nel momento in cui lei si mette il distintivo, BOOM!
Un tunnel esplode, scatenando il panico tra gli abitanti della città, e Henry crede che questo sia un segno che la maledizione stia per terminare.
A causa delle convinzioni del ragazzino, Hopper è minacciato da Regina che gli impone di cambiare metodo di trattamento per Henry. Il ragazzino deve cessare di credere nel mondo delle fiabe.
Allora Hopper minaccia a sua volta Henry, dicendogli che se continuerà a credere nella maledizione, lo dovranno rinchiudere in una clinica, e ovviamente il ragazzino rimane scioccato e scappa, entra dentro il tunnel alla ricerca di qualche indizio. Hopper lo segue, e fa appena in tempo a entrare, che una scossa chiude l'entrata del tunnel, Hopper e Henry sono rimasti intrappolati.

La libertà è il tema di questo bellissimo episodio, il migliore di questi cinque visti finora, il più drammatico e meglio scritto.
Jane Espenson, una delle più quotate sceneggiatrici televisive di fantascienza, ha scritto quest'episodio, e il suo tocco magico si vede.
Innanzitutto il personaggio di Archie è meraviglioso, e ambiguo nello stesso tempo, medita vendetta contro i genitori, volendoli addirittura uccidere, pensando che loro lo meritano.
Ma la trasformazione in Grillo Parlante, per mano della Fata Turchina, lo redime, e così è costretto a sorvegliare  e crescere il piccolo Geppetto per tutta la sua vita. Jiminy anche in questo caso alla fine non ottiene la libertà, passerà tutta la sua vita prendendosi cura di un bambino, ma può fare qualcosa di cui si sente fiero e libero, il bene.
Perchè la verà libertà è scegliere tra il bene o il male, di seguire la sua piccola voce dentro la testa, la sua coscienza, e Jiminy non poteva farlo.

La scena nell'ascensore con Henry e Archie è un momento di altissima scrittura, il tunnel, anche se poi nasconde altro, è più che altro un'invenzione narrativa per far parlare i due personaggi ad uno stesso livello. E' diverso da quando Archie visita Henry nel suo studio, qui addirittura il ragazzino da dei consigli allo psicologo, e questo ribaltamento dei ruoli funziona molto bene.

Episodio strappalacrime, Il rapporto di amicizia nel mondo reale tra Geppetto e Archie è commovente, ma senza inutili sentimentalismi.
Se la serie ci vuole dare ogni settimana un episodio migliore dell'altro, non vedo l'ora di vedere il prossimo :-)

La voce della Coscienza (The Little Small Voice) è scritto da Jane Espenson (Buffy, Battlestar Galactica, Warehouse 13, Torchwood: Miracle Day e Game of Thrones).
Gli spettatori negli Stati Uniti sono stati 10,69 milioni, con un rating di 3.4/9, mentre in Italia, 325 mila, contando anche i dati di FOX+1 e +2.

+++ su 5

Ovviamente la piccola storia d'amore tra Mary e David, ricoverato all'ospedale, viene totalmente eclissata da quella di Archie Hopper, ed sembra essere stata inserita per sdrammatizzare certi momenti dell'episodio. Ma non è inutile.
Tra le curiosità, c'è un'altro riferimento a Lost, questa volta si tratta di Apollo Bar, e una citazione a un classico Disney, il dalmata di Archie si chiama Pongo :-)
Inoltre nella sigla dell'episodio si vede il telaio di Tremotino, che compare nella sua storia originale.

Appuntamento a questa sera su FOX, alle 21:00, per il sesto episodio, Il pastore, dedicato al Principe Azzurro :-)
MyNewAnimatedLife è un sito indipendente e non autorizzato dalla Walt Disney Company, e rappresenta le opinioni di conoscitori e appassionati dell'arte e tecnologia Disney con le loro quisquilie e pinzillacchere.
Ci riserviamo tutto il diritto di rispondere male a chi si lamenta che è finita la fantasia a Hollywood solo perché stanno facendo un sequel di Mary Poppins. Che poi voglio dire, è tratto dai romanzi originali di P.L. Travers, sono passati più di cinquant'anni, e c'è Lin-Manuel Miranda che farà cose, che problema avete?

Il sito utilizza il Programma affiliazione Amazon.

Per informazioni contattate:
email