sabato 21 gennaio 2012

Jessie - i primi due episodi della nuova serie di Disney Channel

E' partita ieri, dopo l'episodio pilota mandato in onda a Natale, la nuova serie di Disney Channel, Jessie, con Debby Ryan, Bailey da Zack e Cody sul ponte di comando. La serie con Zack e Cody non condivide solo l'attrice, ma anche la produttrice esecutiva, Pamela Eells O'Connell, che ha ideato Jessie, e scritto l'episodio pilota.


Jessie 1x01.02 - Una tata a New York, Il talento di Mr. Kipling
Dopo i successi di Buona fortuna Charlie e Shake It Up, Disney Channel ci riesce ancora a produrre una serie originale con buone idee, e soprattutto personaggi interessanti.
La serie comincia con Jessie, traferitasi dal Texas a New York per trovare lavoro, ma sarà proprio questo a trovare lei. Buttata fuori da un taxi, si ritrova faccia a faccia con la piccola Zuri, che le chiede, o meglio le impone, di essere la sua tata.
Jessie, arrivata a New York per seguire i suoi sogni di aspirante attrice e cantante, accetta il lavoro momentaneamente, pensando che badare ad una ragazzina non sia poi così difficile, e non pensando che ce ne fossero altri e tre, Ravi, un ragazzino indiano, Luke, che si innamora a prima vista di Jessie, ed Emma, la più grande, brillante ma cinica. Come se non bastasse, Jessie si dovrà occupare anche di Mr. Kipling, un grosso lucertolone, portato da Ravi dall'India. A fare compagnia a Jessie, c'è Tony, il portiere dell'hotel, e Bertram, il maggiordomo sfaticato.
Non c'è nulla di nuovo che la serie porta avanti, il "babysitting job" è stato già esplorato tante volta da Disney Channel, e l'ambientazione del condominio/hotel pure, inutile menzionarvi Zack e Cody, ma la novità è il modo in cui viene affrontato. Si parla di genitori assenti dalle vite dei figli, ma non volutamente, il loro padre è un attore famoso e la mamma è una stilista di successo, entrambi sono costantemente impegnati sul set e assumono tate che vengono torturate dai figli per attirare la loro attenzione. Per la prima volta su Disney Channel ci sono dei bambini adottati, e credo che, se la serie verrà sviluppata bene, potranno succedere cose interessanti su questo proposito.
I personaggi sono internazionali, per la seconda volta, dopo Zack e Cody, Debby Ryan interpreta una ragazza Texana, però stavolta, almeno per adesso, non ci sono inopportuni stereotipi, abbiamo anche Ravi dall'India, un ragazzino timido, impacciato, che viene un pò emarginato dalla famiglia dai suoi fratelli, e quindi si affeziona a Mr. Kipling, un lucertolone che è cresciuto con lui, e poi c'è Zuri, che è stata adottata dall'Africa. Zuri è una tipica bambina da principesse Disney, va vestita da fata, e ha degli amici immaginari. Dopo c'è Luke, dodicenne, sempre adottato, ed è il combinaguai della famiglia, ed infine l'unica figlia biologica dei genitori, Emma, che ha un rapporto molto stretto con loro, specialmente con la madre.

Nel secondo episodio, il cui titolo fa da parodia al film del '99, Il talento di Mr. Ripley, vediamo un nuovo personaggio, quello di Mrs. Chesterfield, una signorotta che abita nel lussuoso condominio, vicina di casa dei bambini, che va in giro con un chihuahua, con cui scambia quello che Tony chiama "effusioni". Lei ovviamente detesta i suoi vicini, tanto che vuole che il lucertolone di Ravi se ne vada dal condominio. E' una sorta di Mr. Moseby della situazione, sempre a lamentarsi.
La puntata segue Jessie e Ravi, mentre convincono la signora ina Chesterfield a permettere di tenere Mr. Kipling nell'appartamento, con una serie di divertenti scenette.
L'episodio è scritto dalla coppia di sceneggiatori Valerie Aherne e Christian McLaughlin, che avevano già lavorato a Zack e Cody al grand hotel.

Insomma Jessie si rivela una serie divertente e promettente con buoni personaggi e facile da seguire.
Eppoi il riferimento a Star Wars nel primo episodio è divertentissimo.
Da non perdere :-)

Il terzo episodio di Jessie, Used Karma, andrà in onda su Disney Channel, venerdì 27 gennaio alle 19:10.

MyNewAnimatedLife è un sito indipendente e non autorizzato dalla Walt Disney Company, e rappresenta le opinioni di conoscitori e appassionati dell'arte e tecnologia Disney con le loro quisquilie e pinzillacchere.
Ci riserviamo tutto il diritto di rispondere male a chi si lamenta che è finita la fantasia a Hollywood solo perché stanno facendo un sequel di Mary Poppins. Che poi voglio dire, è tratto dai romanzi originali di P.L. Travers, sono passati più di cinquant'anni, e c'è Lin-Manuel Miranda che farà cose, che problema avete?

Il sito utilizza il Programma affiliazione Amazon.

Per informazioni contattate:
email