,

LE BIBBIE DELL'ANIMAZIONE DISNEY

venerdì 13 febbraio 2009

Da Disneyland al Cinema: Tower of Terror

La Disney ha sempre ricavato grandi successi dalle sue attrazioni sul grande schermo, basti vedere Pirati dei Caraibi o La Casa dei Fantasmi, e lo continua a fare; infatti sto parlando di Jungle Cruise, la cui uscita è prevista per il 2011, e l'appena annunciato Tower of Terror.
L'attrazione si trova al Disneyland di Parigi, ed si chiama Twilight Zone Tower of Terror, dove rivivremo un disastro avvenuto in un hotel frequentato dalle star del cinema degli anni '30. A bordo di un ascensore, verremo colpiti da un fulmine proprio mentre stavamo raggiungendo il tredicesimo piano dell'hotel. Questo causerà un incidente che farà impazzire l'ascensore il quale cadrà improvvisamente per poi risalire più volte. Tutto si avvolge di mistero e si apriranno piani nascosti nell'hotel!
Proprio per questo credo che il film sia più che possibile, che quasi sicuramente sarà in Disney Digital 3D; che questo sia il primo horror Disney?

Fonte: Bloody Disgusting

Qui sotto trovate la realizzazione dell'attrazione, passo dopo passo:
Booking.com
Professor Rattigan
Lode a Rattigan, il nostro re.

MYNEWANIMATEDLIFE.com è un sito indipendente e non autorizzato dalla Walt Disney Company, e rappresenta le opinioni di conoscitori e appassionati dell'arte e tecnologia Disney con le loro quisquilie e pinzillacchere.
Parte del network www.flickciao, ci riserviamo tutto il diritto di rispondere male a chi si lamenta che è finita la fantasia a Hollywood solo perché stanno facendo un sequel di Mary Poppins. Che poi voglio dire, è tratto dai romanzi originali di P.L. Travers, sono passati più di cinquant'anni, e c'è Lin-Manuel Miranda che farà cose, che problema avete? Update: Nel film c'è anche Angela Lansbury e venti minuti di animazione in 2D.

Il sito utilizza il Programma affiliazione Amazon, eBay, Booking e il cestino delle offerte della chiesa.

Per informazioni: mynewanimatedlife@gmail.com.
Mai vinte così tante lotterie all'estero da quando ho reso pubblico questo indirizzo email.