venerdì 19 luglio 2013

COMIC-CON 2013: La serie televisiva su Hulk di Guillermo del Toro non più in sviluppo alla Marvel

Mark Ruffalo ha interpretato con il performance capture Hulk in The Avengers
Dopo il successo di The Avengers, sin dalla sua uscita, i fan hanno sperato che la Marvel desse il via libera ad un nuovo progetto su Hulk, dopo due film (Hulk del 2003 della Universal e L'Incredibile Hulk del 2008 prodotto sotto proprietà Marvel) dagli incassi e dai risultati insoddisfacenti, ma il presidente Kevin Feige ha dichiarato che la prossima apparizione di Hulk sarà in The Avengers 2.

Ma sin dall'acquisizione della Marvel dalla Disney, la ABC ha fatto sviluppare diversi progetti televisivi sulle proprietà Marvel, tra cui Jessica Jones e proprio Hulk, supervisionato da niente di meno che Guillermo del Toro (Hellboy, Pacific Rim), che sta sviluppando con la Disney l'adattamento cinematografico di Haunted Mansion. Ma di questi progetti, dopo essere stati annunciati, non si è saputo più niente, e la prima serie televisiva della Marvel si è concretizzata in Agents of S.H.I.E.L.D. che sarà trasmessa questo Settembre dalla ABC.

Jeph Loeb, responsabile delle produzioni televisive Marvel, ai microfoni di MTV al Comic-Con, ha dichiarato in specifico sul progetto di Hulk di Guillermo del Toro, che la serie è in pausa, e che il mondo delle serie televisive è sulle tempistiche, e che questo non è il momento giusto.

Fonte: MTV Geek

Mark Ruffalo come Bruce Banner in The Avengers
Sicuramente piuttosto che una serie un film sarebbe molto meglio, anche perchè Mark Ruffalo, l'attore che ha interpretato il personaggio in The Avengers, non sarebbe disponibile per una serie, e la Marvel dovrebbero prendere un altro attore per la quarta volta dopo Eric Bana, Edward Norton e appunto Mark Ruffalo.

Il panel di Agent's of S.H.I.E.L.D. si terrà al Comic-Con questa sera alle 22:45 (ora italiana).
MyNewAnimatedLife è un sito indipendente e non autorizzato dalla Walt Disney Company, e rappresenta le opinioni di conoscitori e appassionati dell'arte e tecnologia Disney con le loro quisquilie e pinzillacchere.
Ci riserviamo tutto il diritto di rispondere male a chi si lamenta che è finita la fantasia a Hollywood solo perché stanno facendo un sequel di Mary Poppins. Che poi voglio dire, è tratto dai romanzi originali di P.L. Travers, sono passati più di cinquant'anni, e c'è Lin-Manuel Miranda che farà cose, che problema avete?

Il sito utilizza il Programma affiliazione Amazon.

Per informazioni contattate:
email