lunedì 24 settembre 2012

Disney vince la causa intentata per il copyright di Supercuccioli a Natale

Tre persone avevano fatto causa alla Disney a dicembre rivendicando che il film Disney avesse violato il copyright di un loro racconto

Un giudice federale ha respinto la causa intentata per copyright che sosteneva che la Disney avesse rubato l’idea della storia dei loro DVD natalizi che parlano di un cane cha aiuta Babbo Natale a salvare il Natale.

Ray Harter, Richard Kearney e Ed Corno hanno citato Disney in giudizio lo scorso dicembre sostenendo che i film Santa Buddies: The Legend of Santa Paws e The Search for Santa Paws fosseri copie non autorizzate della loro breve storia e sceneggiatura Santa Paws: The Story of Santa's Dog. I ricorrenti sostenevano di aver concepito la loro storia nel 1991.

Nella loro storia, Babbo Natale riceve un cane in regalo, che si imbarca in una missione di salvataggio per riaccendere lo spirito del Natale nel bel mezzo delle minacce provenienti da una strega malvagia dei ghiacci. Nel film Disney del 2009, Zampa Natale è stato accusato di essersi unito ai cagnolini di Air Bud per fermare un lo scioglimento di un magico ghiacciolo che causa la perdita dello spirito natalizio.

I tre autori hanno citato la Disney lo scorso 19 dicembre.

Ma il verdetto di giovedì è stato favorevole per studio, stabilendo che la storia di Santa Paws sostanzialmente non è simile a quella della Disney. 

La corte ha confermato che la storia breve e i film della Disney avevano alcuni elementi in comune: entrambe parlano di un cane parlante e del Natale; entrambi hanno in comune un cane di nome Zampa, e Zampa Natale; entrambi hanno anche dei ghiaccioli magici; e così via. Ci sono anche dei dialoghi simili. Comunque, “a parte queste similitudini astratte, gli altri elementi dei due prodotti sono sostanzialmente differenti,” secondo quanto ha notato la corte. “Inoltre, la maggior parte delle somiglianze non sono protette dalla legge del copyright.”

MyNewAnimatedLife è un sito indipendente e non autorizzato dalla Walt Disney Company, e rappresenta le opinioni di conoscitori e appassionati dell'arte e tecnologia Disney con le loro quisquilie e pinzillacchere.
Ci riserviamo tutto il diritto di rispondere male a chi si lamenta che è finita la fantasia a Hollywood solo perché stanno facendo un sequel di Mary Poppins. Che poi voglio dire, è tratto dai romanzi originali di P.L. Travers, sono passati più di cinquant'anni, e c'è Lin-Manuel Miranda che farà cose, che problema avete?

Il sito utilizza il Programma affiliazione Amazon.

Per informazioni contattate:
email