venerdì 22 giugno 2012

I cibi preferiti da Walt? Quelli semplici…

In termini di cucina zio Walt aveva dei gusti piuttosto semplici. La vedova di Walt Disney, Lillian Bounds Disney, ricorda che “Walt mangiava molto semplicemente. Gli piacevano i piatti base. Amava il chili. Per colazione mangiava uova, toast, succo di frutta e a volte anche una salsiccia. Il pranzo di solito consisteva in uno panino, del latte, un caffè… voleva sempre il caffè a pranzo. A volte la sua segretaria mi chiamava dicendomi cosa aveva mangiato a pranzo, perché quando non gli piaceva la cena, spesso usava la scusa che l’aveva mangiato anche per pranzo.”

La figlia di Walt, Diane, afferma, “Prima di sposare mia madre, mio padre mangiava alle tavole calde o ai chioschi per molti anni (per poter risparmiare soldi) e in questo modo aveva sviluppato il tipico appetito da tavola calda. Gli piacevano le patatine fritte, gli hamburger, i sandwich, le frittelle, le torte in scatola, la carne trita, lo stufato e i sandwich al roast beef. Non aveva voglia di bistecche – o qualsiasi tipo di carne costosa. Non amava le verdure, ma invece gradiva molto i fegatini di pollo o i maccheroni al formaggio. Gli piaceva mangiare da Biff (un piccolo bar ad un angolo di strada vicino). Pensava che lì facessero bene le patate facendole saltare. Mio padre mangiava un grande pranzo allo Studio e poi più niente fino a cena. Mia madre diceva, 'Perché mai io e Thelma pianifichiamo un pasto quando tutto quello che Walt vuole davvero è un barattolo di chili o gli spaghetti?’”

Allo studio, Walt veniva visto spesso alla Mensa, il ristorante per gli impiegati dello studio. Walt insisteva sul buon cibo di qualità, e operava la Mensa a prezzo di costo in modo da renderla alla portata di tutti per gli impiegati. Un’area aggiuntiva con possibilità di sedersi, chiamata “Coral Room”, venne aggiunta più tardi, e Walt vi pranzava con i colleghi o i visitatori dello studio. Molto spesso, mangiava alla sua scrivania, e la leggenda è vera – il suo pasto preferito era chili e fagioli.

Nell’ufficio di Walt a Burbank c’era una una cucina, appena fuori la sala conferenze. A volte intratteneva i suoi ospiti nella sua sala conferenze e gli offriva dei pranzi, pasti leggeri, o stuzzichini. Spesso il tutto era preceduto da un aperitivo con succo V-8, che sorprendeva gli ospiti che forse si aspettavano qualcosa di un po’ più forte.

Anche i dessert preferiti da Walt erano semplici. Lillian ricorda, “Non amava molto i dolci. A volte poteva irritarsi per qualcosa che gli veniva servito. Non gli piacevano le torte. Una volta Thelma gli preparò una torta farcita alla crema e Walt si lamentò. Rimasi così male che presi una fetta di torta e gliela tirai. La torta lo colpì in piena faccia. E lui prese un po’ di crema e me la tirò. Poi cominciammo a tirarcela addosso a vicenda e Bob e Sharon – mi ricordo che erano a cena con noi – si guardavano tra loro chiedendosi cosa diavolo stesse succedendo. Mi ricordo che c’era crema anche sulla carta da parati…lasciò una macchia di unto e così dovetti cambiarla.”

Una delle segretarie precedenti di Walt, Lucille Martin, e anche Diane Disney Miller, ricorda che gli piacevano le meringhe al limone, le mele e la torta alle more e ai lamponi.

Walt Disney era un uomo complesso e influente, ma forse parte della sua grandezza era la sua semplicità e la sua capacità di capire che il suo pubblico era, ugualmente semplice. Diane ricorda che, da ragazza, i sentimenti sfacciati di suo padre e la sua comunicazione emotiva a volte la imbarazzavano. “E mi sedevo dicendomi, ‘Ma che sentimentale!” E Walt ammetteva di esserlo.

MyNewAnimatedLife è un sito indipendente e non autorizzato dalla Walt Disney Company, e rappresenta le opinioni di conoscitori e appassionati dell'arte e tecnologia Disney con le loro quisquilie e pinzillacchere.
Ci riserviamo tutto il diritto di rispondere male a chi si lamenta che è finita la fantasia a Hollywood solo perché stanno facendo un sequel di Mary Poppins. Che poi voglio dire, è tratto dai romanzi originali di P.L. Travers, sono passati più di cinquant'anni, e c'è Lin-Manuel Miranda che farà cose, che problema avete?

Il sito utilizza il Programma affiliazione Amazon.

Per informazioni contattate:
email