giovedì 21 giugno 2012

Cars Land darà una grande spinta alla sezione dei parchi a tema Disney

Auto Terreno Opening Night - H 2012

La crescita finanziaria della divisione "continua ad essere positiva per la fiducia degli investitori", afferma l’analista di Miller Tabak David Joyce.

Wall Street sta prestando molta attenzione mentre la Walt Disney Co. venerdì ha aperto le porte della nuova Cars Land nel parco a tema California Adventure di Disneyland ad Anaheim, in California - uno degli investimenti più grandi del gigante dell'intrattenimento dei parchi tematici di sempre.

La nuova attrazione è parte di una trasformazione di 1,1 miliardi di dollari destinata a potenziare le prestazioni del parco California Adventure.

Gli analisti non mancheranno di tenere un occhio su come l’iniziativa funziona finanziariamente, soprattutto considerando che il capo dei parchi a tema Tom Staggs è un candidato leader per succedere al CEO della Disney Bob Iger. Molti di loro alla fine della settimana hanno previsto un effetto positivo di Cars Land sull'unità dei parchi a tema Disney.

L’analista di Miller Tabak David Joyce ha detto in un rapporto che Cars Land e le altre nuove attrazioni "dovrebbero continuare a guidare almeno il 4 per cento della partecipazione del pubblico e la crescita della spesa pro-capite a Disneyland nel terzo e nel quarto trimestre fiscale, che potranno rivelarsi conservativi.  "Nel trimestre più recente, la partecipazione è cresciuta del 7 per cento mentre la spesa pro-capite è aumentata del 5 per cento.

Le prospettive dei parchi a tema hanno avuto un grande ruolo nell'ambito della decisione dell'analista di alzare il suo obiettivo a breve termine sui prezzi della Disney da 48 a 53 dollari e il suo obiettivo a lungo termine a 56 dollari."Stiamo aumentando il nostro prezzo della Walt Disney specificamente per le migliori prospettive dei canali via cavo e dello studio e dei loro margini di aspettativa, ma crediamo anche in un potenziale aumento del 17 per cento del reddito operativo del segmento dei parchi e dei resort, proprio sotto la nostra stima precedente, continua ad essere positivo per gli investitori", ha detto Joyce.

Dopo una presentazione di gestione e un tour di Cars Land per gli analisti giovedì, l’analista di Davenport & Co. Michael Morris ha anche lui condiviso i suoi pensieri sulla nuova attrazione, dicendo che i dirigenti della società sono "mirano a un ritorno dei teenager con il capitale investito in questi progetti e crediamo che i margini per segmento totale [dei parchi a tema] possono tornare al livello del 20 per cento visto nei precedenti periodi di punta."

Morris ha detto che l'investimento ha senso nel tenere impegnati i consumatori. "L'obiettivo continua ad essere la qualità e l'esperienza globale dei parchi, che aiuta a garantire ai consumatori la sensazione che stanno ottenendo qualcosa di valore dai loro dollari speso", ha scritto.

L’analista di Morgan Stanley Benjamin Swinburne ha detto che le nuove attrazioni aiuteranno la Disney anche con l’aumento dei prezzi dei parchi che ha istituito. "Il forte aumento dei prezzi dei parchi è una funzione sia degli alti investimenti recenti che della solida domanda", ha detto in un rapporto. Ha citato Staggs che ha detto agli analisti che "alla Disney siamo business dell’esperienza per i nostri ospiti".

L’aumento dei prezzi dei parchi a tema del conglomerato in media è di circa il 6-7 per cento, per i suoi parchi a tema della Florida e dell’11-15 percento per i parchi della California. Tutto ciò suggerisce "che le nostre previsioni per i parchi recentemente aumentate (seguendo sia gli aumenti di frequenza che di spesa pro-capite dell'ultimo trimestre) è probabilmente conservativo", ha detto Swinburne. "L'aumento dei prezzi ha immediatamente preceduto l'inaugurazione di Cars Land al parco California Adventure e che segue le fasi iniziali dell'espansione di Fantasyland a Disney World [in Orlando], mentre la Disney comincia ad avere dei ritorni da un reinvestimento pluriennale nei suoi parchi a tema."

MyNewAnimatedLife è un sito indipendente e non autorizzato dalla Walt Disney Company, e rappresenta le opinioni di conoscitori e appassionati dell'arte e tecnologia Disney con le loro quisquilie e pinzillacchere.
Ci riserviamo tutto il diritto di rispondere male a chi si lamenta che è finita la fantasia a Hollywood solo perché stanno facendo un sequel di Mary Poppins. Che poi voglio dire, è tratto dai romanzi originali di P.L. Travers, sono passati più di cinquant'anni, e c'è Lin-Manuel Miranda che farà cose, che problema avete?

Il sito utilizza il Programma affiliazione Amazon.

Per informazioni contattate:
email