lunedì 14 maggio 2012

'Desperate Housewives', il finale della serie

Ieri sera negli Stati Uniti si è conclusa un’era: con l’ultimo episodio dell’ottava stagione di Desperate Housewives è uscita di scena con un doppio appuntamento di due ore intitolato “Give Me The Blame” e “Finishing The Hat”. Lo show termina così il suo arco che era iniziato la sera del 3 ottobre 2004.

Trip supplica Bree di raccontargli cosa è davvero successo la notte dell’assassinio di Alejandro quando le cose si mettono davvero male durante il processo e lei rischia di essere incarcerata; Gaby cerca di trovare una soluzione che solleverà Bree dal suo peso; Susan tenta di mantenere privata la messa in vendita della sua casa fino a che non avrà occasione di parlarne con le ragazze; Katherine Mayfair torna a Wisteria Lane e offre a Lynette una interessante proposta di lavoro che potrebbe porre fine alle sue speranze di riconciliazione con Tom; le casalinghe sono d’accordo sul fatto di aiutare a prendersi cura della signora McCluskey quando vengono a sapere che vuole morire con dignità nella sua casa; Susan è colta di sorpresa quando le acque di Julie si rompono nel momento più inopportuno; e Renée è scioccata dalla scoperta che, con il matrimonio alle porte, Ben è stato arrestato e mandato in carcere.

In Italia l'episodio sarà in onda a giugno ma nel frattempo sul sito ufficiale è presente un ampio riassunto ad uso e consumo di quanti non possono aspettare.

Per Bree, Lynette, Susan e Gabrielle un nuovo inizio, per gli spettatori anche e per i creatori la consapevolezza che nel corso di otto anni hanno saputo dar vita a storie appassionanti, vitali e capaci di generare un seguito come poche altre.

MyNewAnimatedLife è un sito indipendente e non autorizzato dalla Walt Disney Company, e rappresenta le opinioni di conoscitori e appassionati dell'arte e tecnologia Disney con le loro quisquilie e pinzillacchere.
Ci riserviamo tutto il diritto di rispondere male a chi si lamenta che è finita la fantasia a Hollywood solo perché stanno facendo un sequel di Mary Poppins. Che poi voglio dire, è tratto dai romanzi originali di P.L. Travers, sono passati più di cinquant'anni, e c'è Lin-Manuel Miranda che farà cose, che problema avete?

Il sito utilizza il Programma affiliazione Amazon.

Per informazioni contattate:
email