giovedì 31 maggio 2012

Ed Catmull ricorda Steve Jobs al D10

Inevitabilmente, gran parte della D10 è stata una riflessione sull’eredità di Steve Jobs, il fondatore iconico della Apple che è morto l'anno scorso.

Tuttavia, la conversazione si è spostata dallo sfondo al primo piano nel pomeriggio di ieri, mentre due amici di vecchia data di Jobs - Ed Catmull e Larry Ellison - hanno condiviso le loro riflessioni con Walt Mossberg.

Naturalmente, c'è stato un sacco di cui parlare del carisma di Jobs, delle sue leggendarie capacità negoziali e della sua visione.

Ma Catmull ha notato che non tutte queste qualità erano lì nel Jobs della prima ora, qualcosa che secondo Ellison gli costò il posto al timone di Apple.

"Il modo in cui trattava, il suo modo di interagire con le persone, inizialmente non funzionava bene", ha detto Catmull. Tuttavia, Catmull ha affermato che Jobs è stato abbastanza intelligente per vedere tutto questo e imparare dai suoi errori.

Tra le affascinanti storie c’è stato il racconto di come Jobs e Ellison hanno avuto modo di conoscere l'un l'altro da vicini di casa più di 20 anni fa.

La fidanzata di Jobs gli aveva dato un pavone vivo come regalo di compleanno ed Ellison si avvicinò alla casa di Jobs per lamentarsi dell'uccello rumoroso, notando che era un programmatore e non gli piaceva essere svegliato presto.

"Non ti piace questo uccello?" Jobs ha chiesto Ellison.

Jobs disse che avrebbe detto alla ragazza che doveva sbarazzarsi degli uccelli, ma solo se Ellison lo avesse appoggiato.

Per quanto riguarda Pixar, Catmull ha notato che Jobs aveva una presenza diversa.

"Steve non è mai venuto ad una riunione per la storia" ha affermato Catmull, notando che aveva delegato tutto al team creativo. "E' stato in realtà piuttosto sorprendente."

La caratteristica chiave di Jobs, ha detto Ellison, era di lottare per ogni dettaglio, ossessionato fino a quando non fosse soddisfatto. La Apple è diventata l'azienda più importante al mondo, ma che non era nemmeno uno degli obiettivi di Jobs, ha aggiunto Ellison.

"Non stava cercando di diventare ricco", ha detto Ellison. "Non stava cercando di diventare famoso. Non cercava di essere potente. Era ossessionato dal processo creativo e dalla volontà di costruire qualcosa di bello."

Ma, sempre secondo Ellison, Jobs chiamò il suo amico quando la Apple superò l’Oracle nella capitalizzazione di mercato, notando che un sacco di gente nella Silicon Valley si misurava in base al valore della loro azienda. E la cosa pazzesca è stata che la Apple ha continuato ad andare sempre più in alto. Tanto che Ellison chiamò Jobs per dirgli di smetterla e che in quel modo tutti gli altri facevano figure.

Per quanto riguarda il vestirsi caratteristico di Jobs con un dolcevita nera e i jeans, Ellison ha detto che non era una dichiarazione di moda ma invece ere Jobs che aveva espressamente dichiarato di non voler investire del tempo e delle energie per pensare a cosa indossare.

Non sono sempre state rose e fiori, ciononostante, come ha riflettuto Ellison di come poteva essere esasperante il suo migliore amico.

"Era un po' maniaco del controllo", ha affermato Ellison.

"Lo era?" scherza Walt.

"Un po'", secondo Ellison. "Voleva progettare ogni cosa dell’esperienza degli utenti."

Ellison ha osservato che si era così stancato nel vedere Jobs che gli faceva vedere una versione leggermente aggiornata di "Toy Story" prima del rilascio del film che avrebbe fatto visita a Jobs solo se gli avesse promesso di non mostrargli il film di nuovo.

Il capo della Oracle ha detto che anche lui si stancò di trascorrere la domenica a piedi attraverso un modello di un Apple Store parlando del processo di checkout e lagnandosi delle imperfezioni del software della Oracle.

"Steve voleva discutere di queste cose", ha affermato Ellison. "Dovevi essere in grado di convincerlo, ma ti avrebbe ascoltato. Voleva realizzare i migliori prodotti possibili."

Ma Jobs poteva anche essere brutale con i suoi dipendenti. "Aveva imparato a temperare la cosa," ha detto Ellison.

C'è stato un consenso comune dei relatori che non c'è davvero alcun modo per imitare Jobs semplicemente guardando il suo stile di gestione. Come afferma Ellison, è come cercare di dipingere come Picasso chiedendosi se si ha bisogno di più rosso.

Il colloquio è iniziato con un video che ha messo in evidenza alcune delle molte apparizioni di Jobs presso la conferenza D nel corso degli anni.

Jobs è apparso sul palco del D per sei volte prima di morire lo scorso ottobre, con un panel memorabile nel 2006 insieme al presidente della Microsoft Bill Gates.

MyNewAnimatedLife è un sito indipendente e non autorizzato dalla Walt Disney Company, e rappresenta le opinioni di conoscitori e appassionati dell'arte e tecnologia Disney con le loro quisquilie e pinzillacchere.
Ci riserviamo tutto il diritto di rispondere male a chi si lamenta che è finita la fantasia a Hollywood solo perché stanno facendo un sequel di Mary Poppins. Che poi voglio dire, è tratto dai romanzi originali di P.L. Travers, sono passati più di cinquant'anni, e c'è Lin-Manuel Miranda che farà cose, che problema avete?

Il sito utilizza il Programma affiliazione Amazon.

Per informazioni contattate:
email