giovedì 24 maggio 2012

'Paperman': ecco il primo dietro le quinte

Walt Disney Animation Studios ha inaugurato una nuova serie web intitolata ‘Paperclips,’ che ci fa dare uno sguardo alla realizzazione del suon nuovo cortometraggio animato, Paperman, che è stato celebrato come un rivoluzionatore dell’animazione, molto prima del suo debutto mondiale all’Annecy.

Nel primo episodio, dal titolo ‘The Idea’ (L’idea), il regista John Kahrs ci parla della genesi dell’idea per il film, basato sulle sue personali esperienze da pendolare a New York City. Ricordando l’incontro con la gente al Grand Central Terminal, Kahrs ha aggiunto, ‘senti come se c’è una connessione laggiù… poi quella persona se ne va per sempre, quella connessione si rompe… Mi chiedevo sempre chi fossero quelle persone, che cosa fossero… mi sono sempre chiesto come quelle persone avessero perso quella connessione – se si sono mai incontrate, o come avessero magari cospirato i loro destini per portare quelle persone di nuovo insieme.’

Il cortometraggio, che sarà nelle sale prima di Ralph Spaccatutto, segue la storia di un un giovane uomo solo in una New York di metà Novecento, il cui destino prende una piega inaspettata dopo un incontro casuale con una bellissima donna nel suo viaggio da pendolare una mattina. Convinto che la donna dei suoi sogni se ne sia andata per sempre, ottiene una seconda chance quando la avvista alla finestra di un grattacielo di fronte al suo ufficio. Con soltanto il suo cuore, la sua immaginazione e un po’ di carta per ottenere la sua attenzione, i suoi tentativi non sono possono niente contro quello che il destino ha in serbo per lui.

Quella che vedete qui sopra è un’immagine dello sviluppo visivo per il film, condivisa anche sulla pagina ufficiale di Facebook del nuovo corto Disney.

MyNewAnimatedLife è un sito indipendente e non autorizzato dalla Walt Disney Company, e rappresenta le opinioni di conoscitori e appassionati dell'arte e tecnologia Disney con le loro quisquilie e pinzillacchere.
Ci riserviamo tutto il diritto di rispondere male a chi si lamenta che è finita la fantasia a Hollywood solo perché stanno facendo un sequel di Mary Poppins. Che poi voglio dire, è tratto dai romanzi originali di P.L. Travers, sono passati più di cinquant'anni, e c'è Lin-Manuel Miranda che farà cose, che problema avete?

Il sito utilizza il Programma affiliazione Amazon.

Per informazioni contattate:
email