mercoledì 16 maggio 2012

ABC: un’analisi a fine stagione

Un'altra grande stagione per la rete Disney. Oh, aspetta! Da verificare!

Ballando con le Stelle Dissappointed Giudici - H 2012

La ABC è uno di quei canali che si guardano e si può essere portati a pensare: "Wow, stanno andando alla grande!" Molte persone parlano dei suoi spettacoli, sia vecchi che nuovi. Poi però, andando in profondità, le valutazioni iniziano a deludere.

E' difficile entusiasmarsi quando si è il terzo canale, e soprattutto quando la NBC sostiene che arriverà al fotofinish con voi per il terzo posto. Nessuno vuole avere un arrivo al fotofinish con la NBC in questi giorni. Ma come può essere, con un forte lineup per il mercoledì (con la Modern Family mania!), la matricola Revenge che si è dimostrata una grande sorpresa in termini di successo, con C’era una volta, Suburgatory e Don’t Trust The B---- in Apt. 23? La ABC ha anche un grande franchise nei reality come Ballando con le Stelle e The Bachelor, e ama i suoi spettacoli che strizzano gli occhi al pubblico femminile come Desperate Housewives, Grey’s Anatomy e Castle.

Allora qual è il motivo?

Beh, se si guarda più da vicino, si possono vedere le crepe - nei volti dei suoi spettacoli che stanno invecchiamento e nelle serie reality. Housewives è andato ben oltre il limite (è finito domenica 13 maggio dopo otto stagioni). Grey e Private Practice potrebbe fare a gara, e The Bachelor è decisamente discutibile. Non è finito, intendiamoci, ma gli spettatori potrebbe desiderare qualcos'altro. Questo sembra essere particolarmente vero per Ballando con le Stelle (Dancing With the Stars), che sembra stia cedendo. Forse il pubblico sta chiedendo uno spettacolo sul canto?

Da altre parti, le sostituzioni non hanno funzionato. Il pilot di GCB lo ha probabilmente destinato come l'ideale rimpiazzo per Housewives. Pan Am è stata fermato dopo tutto quel clamore dell’episodio pilota. Man Up! e Work It sono state due commedie disastrose. The River è stato un coraggioso esperimento che si è concluso in modo traballante, come la sua macchina da presa. Body of Proof non è riuscito a tenere il passo. La rete non ha voluto ammettere di aver avuto uno spettacolo intitolato Cougar Town. Charlie 's Angels è stato un crimine contro la recitazione. L’aggiunta successiva di Missing non è andata meglio visto che lo show non ha trovato il suo pubblico, e anche se Scandal probabilmente avrebbe dovuto scomparire anche lui, ha invece ottenuto una tregua. Non si può cancellare tutto.

Diavolo, lo scambio di mogli è passato di moda, le riviste si afflosciano, i wipeout non sono grandi come nel passato. Così la ABC è diventata questa strana combinazione di spettacoli ad alto profilo con spettacoli flaccidi, dimenticati. Da terzo posto.

Per risolvere il problema, la ABC sta aggiungendo 10 nuove serie nel suo periodo annuale di speranza (cioè, quel periodo in cui vengono annunciate ogni anno le proposte per la stagione televisiva successiva), spostando Revenge alla domenica sera nello slot che fino a domenica era delle casalinghe disperate, e accoppiando due delle sue commedie più acclamate - Happy Endings e Apartment 23 - il martedì sera, che, a gennaio, quando terminerà Danzando con le Stelle, vorrà dire che sarà una serata con quattro sitcom comiche.

Sarà sufficiente?

Bè, potreste aver notato che Dancing With the Stars è rimasto in vita (perché doveva e la ABC stava pregando per un suo ritorno), The Bachelor zoppica o invecchia sempre di più, non c’è un programma di canto che tutti sembrano invece volere, Private Practice è stato spostato al martedì, e c'è più di una piccola speranza nell'aria che Revenge possa funzionare la domenica e che Apt. 23 possa funzionare anche senza essere preceduto da Moderna Family.

Se non altro, il calendario 2012-13 sembra chiarire con precisione come mai le cose sono andate male nel 2011-12. Questo non vuol dire che la NBC supererà la ABC scaricandola al quarto posto. E' solo che per quanto variabile, il processo ora è molto più chiaro.

MyNewAnimatedLife è un sito indipendente e non autorizzato dalla Walt Disney Company, e rappresenta le opinioni di conoscitori e appassionati dell'arte e tecnologia Disney con le loro quisquilie e pinzillacchere.
Ci riserviamo tutto il diritto di rispondere male a chi si lamenta che è finita la fantasia a Hollywood solo perché stanno facendo un sequel di Mary Poppins. Che poi voglio dire, è tratto dai romanzi originali di P.L. Travers, sono passati più di cinquant'anni, e c'è Lin-Manuel Miranda che farà cose, che problema avete?

Il sito utilizza il Programma affiliazione Amazon.

Per informazioni contattate:
email