venerdì 20 gennaio 2012

The Help - Pod e immagini dal film

La Disney ha pubblicato due pod sottotitolati in italiano da The Help, il film di costume della Dreamworks distribuito dalla Touchstone, da oggi nei cinema italiani.
The Help è infatti ambientato nel 1962, nel caldo stato del Mississipi e il film ha dovuto rispettatare l'ambientazione descritta del libro. In uno dei pod, si parla proprio del look ricercato del film, con il direttore della fotografia, Stephen Goldblatt, e la costumista, Sharen Davis. Poi il secondo video tratta dell'adattamento dal libro di Kathryn Stockett, e soprattutto di come l'autrice ha avuto l'idea per il libro e del suo rapporto con il regista e sceneggiatore del film, Tate Taylor, che è stato fondamentale per la riuscita del film.

 

 

Mentre ecco le immagini ufficiali del film, rilasciate sempre dalla Disney.
Per visualizzarle singolarmente e scaricarle, cliccate sul player.


Mississippi, 1962. Tornata a casa dal college, Skeeter, aspirante scrittrice, decide di intervistare le donne di colore che si sono sempre prese cura di famiglie benestanti come la sua, per dare finalmente voce alle loro storie. Con il salire a galla di verità poco piacevoli, la città va in subbuglio, ma tra le donne crescono l'amicizia e l'ambizione di spezzare le restrizioni dei loro tempi, influenzati dal razzismo e dal perbenismo di facciata delle famiglie del Sud. 

The Help è un film live-action prodotto dalla Dreamworks, e distribuito dalla Touchstone Pictures, negli Stati Uniti il 10 Agosto 2011, mentre in Italia il 20 Gennaio 2012.
Il film è diretto e scritto da Tate Taylor, e interpretato da Emma Stone, Viola Davis, e Bryce Dallas Howard.
La colonna sonora è composta da Thomas Newman. Mary J Blige ha scritto per il film, The Living Proof.

MyNewAnimatedLife è un sito indipendente e non autorizzato dalla Walt Disney Company, e rappresenta le opinioni di conoscitori e appassionati dell'arte e tecnologia Disney con le loro quisquilie e pinzillacchere.
Ci riserviamo tutto il diritto di rispondere male a chi si lamenta che è finita la fantasia a Hollywood solo perché stanno facendo un sequel di Mary Poppins. Che poi voglio dire, è tratto dai romanzi originali di P.L. Travers, sono passati più di cinquant'anni, e c'è Lin-Manuel Miranda che farà cose, che problema avete?

Il sito utilizza il Programma affiliazione Amazon.

Per informazioni contattate:
email