mercoledì 16 novembre 2011

Disneyland di notte

Ogni sera, dopo che gli ospiti lasciano e Disneyland chiude le sue porte, 1.300 membri del "terzo turno" vanno al lavoro preparando il parco per il suo primo piano la mattina seguente. Max Lark va dove pochi hanno sono stati finora, prestando tutta la notte, dopo ore di visita al posto più felice sulla Terra e incontrando alcuni membri del cast che pensano che non c'è niente di strano nell’avere un pranzo alle 4 del mattino.


E' qualche minuto prima di mezzanotte nel backstage a Disneyland. La luna è un bagliore giallo in sordina dietro una parata di passaggio di nuvole grigie, ed una leggera pioggerellina si aggiunge al freddo di una serata insolitamente fresca di maggio. David Gill, una guida Disney ed ex ambasciatore di D23 per la serata, si scalda le mani e dice: "Andiamo?" Sposta il golf cart, il nostro mezzo di trasporto sorprendentemente vivace per la notte (più precisamente, per il mattino), e comincia a schivare e parare la sua strada attraverso la via principale dietro il lato orientale del parco. Non è esattamente la Fifth Avenue, ma pulsa con i camion di passaggio e decine di membri della notte, o il terzo turno di Disneyland. David, per il quale sorridere è naturale come respirare, si rivela un ospite coinvolgente."Questa è la circolare!" Urla al di sopra del frastuono degli strumenti e il belato degli allarmi di backup del veicolo che fa degli spruzzi sul pavimento scintillante per la struttura che ospita la monorotaia e il treno a vapore del parco ogni sera. Si passa attraverso una piccola città di edifici in mattoni e alluminio ondulato, negozi di strumenti e strutture di stoccaggio con le finestre aperte e porte-garage abbagliati dalle luci fluorescenti dei fuoriuscita nella notte. Il parco riapre tra otto ore. La corsa contro il tempo è cominciata.

Improvvisamente, in quello che sembra un batter d'occhio, ci troviamo sulla Main Street, USA. Entrare in questo mondo assolutamente tranquillo produce un effetto stridente e poi anche esilarante. Camminiamo lungo Main Street, come se non l'abbiamo mai vista prima d’ora, davvero mai vista così prima con i negozi vuoti, il roaming della Piazza della Città, assorbendo la solitudine della stazione ferroviaria. Il Castello della Bella Addormentata inaspettatamente risplende nel buio della notte e visto senza alcun ostacolo umano, fa cenno ancor più fortemente di quanto non faccia in una perfetta foto in un sabato pomeriggio.

All’angolo ristoro, David ci presenta Taques Gloria, custode notturno di Main Street, USA. Per sette notti alla settimana, uno dei quattro membri del cast di Gloria gestisce tutta la pulizia, l’asciugatura e la cera per i pavimenti, così come l’aspirapolvere per i tappeti, la pulizia dei cestini e la lucidatura dei lampadari. "[Main Street, USA] è la prima cosa che vedono gli ospiti quando arrivano al parco, e vogliamo fare la miglior impressione possibile", afferma Gloria.

Pirati dei Caraibi è la prossima tappa del nostro viaggio notturno, e noi ci spostiamo in una stranamente silenziosa Adventureland prima di fermarci di fronte all’attrazione iconica. Teniamo le porte aperte (ora che è un FASTPASS!) e entriamo. Il familiare-e amato-profumo ci saluto noi, e ci sono le Blue Bayou dall'altra parte di Lafitte’s Landing. Ma le barche non si vedono da nessuna parte, e l'atterraggio è soffuso in una illusione di trascendentale luce. "In una giornata tipica, veniamo a scoprire se le riparazioni sono necessarie e, se necessario, le sistemiamo" afferma il PM generale [della manutenzione preventiva] Dave Werelius, macchinista dell’attrazione dei Pirati, con la sua voce che risuona nella vasta distesa. "Controlliamo le ruote sterzanti, le ruote di carico, la catena, l'ascensore, i freni. Tutto ciò che mantiene il viaggio e gli ospiti al sicuro. "Mantenere una delle attrazioni di Disneyland richiede molte mani", afferma. "Gli addetti dei costumi, dei capelli e del trucco, i ragazzi del sonoro, gli elettricisti che si occupano dell’illuminazione, il team d’animazione che mantiene tutte le figure in movimento: sono qui ogni notte." Dave ride dicendo che il suo amore per il lavoro a volte fa sì che lui possa godersi l'attrazione. "L'ultima volta che la mia famiglia abbiamo guidato un battello nell’attrazione Pirati , ho notato delle bolle in acqua, e pensavo tra me e me, "Un tubo che perde: lo aggiusterò stasera".

Le due del mattino può essere un momento strano per scalare una montagna, ma ci dirigiamo accanto a Splash Mountain, al momento della nostra visita nel bel mezzo di una grande ristrutturazione, per vedere come Augustine Magana, un addetto di Frontierland all’orticoltura, supervisiona la messa a dimora di nuovi elementi per l'attrazione. Arranchiamo in una parte della pista dove i veicoli da tour normalmente salgono, emergenti sulla piana della prima montagna e incontrando una scena spettacolare di faretti e di suoni. "Quello che stiamo facendo ora è tirare tutto il materiale esistente dell’impianto, tirando fuori le erbacce e compiendo l'installazione di un sistema a goccia", grida Augustine cercando di coprire il suono di un mezzo per lavorare la terra. "Il sistema a goccia utilizza dei tubi che mettono l'acqua direttamente nelle fioriere, eliminando l’overspray, e fa risparmiare un sacco di acqua." Lui e la sua squadra, che indossano cinture di sicurezza sofisticate per tenerli tranquillamente ormeggiati alla Montagna, non lesinano nel dover indossare il pesante apparato. "E' un'esperienza fantastica completare il tuo lavoro ogni mattina mentre si guarda il sole che sorge sopra Frontierland".

Alle 3 di notte il parco è ora vivo con i suoni dei camion delle consegne, con la musica di sottofondo ("BGM" in gergo di Disneyland) e il lavaggio della strada con tubi e macchine a vapore. Torniamo nel backstage e ci fermiamo nel leggendario Paint Shop, dove incontriamo Chris Smith, un capo della pittura. Ogni settimana, il team di Chris è assegnato ad una specifica area del Parco, questa settimana è Toontown-dove "predispongono, verniciano, invecchiano e granulano", afferma Chris, con il suo classico stile sobrio. "Il settanta per cento di quello che facciamo è la corrispondenza dei colori", spiega il pittore di origine britannica. "Non importa quanto buono sei come pittore non è possibile abbinare il colore. Gli ospiti potranno vedere quello che hai fatto e se hai fatto un brutto lavoro se ne accorgeranno subito. "Che cosa ama di più questo Degas di Disneyland del suo lavoro? "Creare il fattore wow", afferma senza esitazione. "Voglio che i nostri ospiti vedano quello che facciamo e che possano essere entusiasti come noi."

Con l'alba che si avvicina e l'orologio che si sta muovendo inesorabilmente verso l'orario d’apertura, è il momento di parcheggiare il carrello e di chiamare la mattina. Una cosa è certa. La prossima volta che qualcuno di noi passeggerà lungo la Main Street, USA presto, in una mattina di sole estivo, sapremo perché il parco sembra sempre così splendido. E diremo un silenzioso ringraziamento agli uomini e alle donne che rendono tutto ciò possibile. Anche questo è parte della magia Disney.

Ecco alcune foto di come si presenta il parco Disneyland di notte:

MyNewAnimatedLife è un sito indipendente e non autorizzato dalla Walt Disney Company, e rappresenta le opinioni di conoscitori e appassionati dell'arte e tecnologia Disney con le loro quisquilie e pinzillacchere.
Ci riserviamo tutto il diritto di rispondere male a chi si lamenta che è finita la fantasia a Hollywood solo perché stanno facendo un sequel di Mary Poppins. Che poi voglio dire, è tratto dai romanzi originali di P.L. Travers, sono passati più di cinquant'anni, e c'è Lin-Manuel Miranda che farà cose, che problema avete?

Il sito utilizza il Programma affiliazione Amazon.

Per informazioni contattate:
email