giovedì 17 novembre 2011

Disney: i risultati del 4° trimestre e dell'interno anno

La Walt Disney Corporation ha riportato giovedì i risultati del 4° trimestre 2011, e alcuni dei punti salienti dalla chiamata in conferenza e la presentazione sono stati: il fatturato del trimestre è aumentato del 7% a 10,43 miliardi dollari da 9,7 miliardi dollari nel 4° trimestre 2010, mentre per l'intero anno le vendite sono aumentate della stessa percentuale a 40,9 miliardi di dollari.

Nel segmento Media Networks, che è il principale e da cui dipende la radiodiffusione (ABC) e le reti via cavo (ESPN & The Disney Channel), le vendite sono aumentate del 9% nel trimestre a 4,8 miliardi dollari, per l'intero anno, le vendite sono aumentate del 9% a 18,7 miliardi dollari. Il risultato operativo del segmento è cresciuto del 20% sia nel Q4 che per l'intero anno, a 1,46 miliardi dollari e 6,15 miliardi dollari, rispettivamente. Nel segmento Media Networks, la Disney possiede una partecipazione di controllo di ESPN, un marchio con un fossato impenetrabile che ha portato miliardi nelle casse della compagnia, ecci ciò che il presidente e amministratore delegato Robert Iger ha detto circa il franchising e il suo dominio continuo: "ESPN ha registrato un numero record di spettatori per il quarto anno consecutivo e rimane il più importante canale per lo sport. ESPN.com ha catturato il 70% dei fan su siti sportivi mobile, e nel mese di settembre, ESPN.com ha stabilito un record per i suoi utenti di 52 milioni. ESPN è stato in grado di far crescere la propria audience e ampliare la propria offerta di contenuti agli abbonati pur mostrando la disciplina e l'acquisizione di diritti sportivi. Il nostro accordo a lungo termine recentemente firmato ha raggiunto la NFL, Pac-12 e Wimbledon e garantisce che ESPN continuerà ad offrire la più ampia gamma di programmi sportivi per gli appassionati di sport ovunque si trovino a guardarlo."

Nel segmento Parchi e Resorts, le vendite sono aumentate dell'11% nel trimestre a 3,13 miliardi dollari, per l'intero anno, le vendite sono aumentate del 10% a 11,8 miliardi dollari. Il risultato operativo del segmento si è attestato a 421 milioni dollari nel trimestre e 1,55 miliardi dollari per l'anno, un incremento del 33% e 18%, rispettivamente.

Nel segmento dello Studio, le vendite sono diminuite dell'8% nel trimestre (1,46 miliardi dollari) e 5 % per l'intero anno (6.350 milioni dollari). Per il trimestre, l'utile operativo è aumentato del 13% a $ 117 milioni, mentre è diminuito del 11% per l'intero anno a 618 milioni dollari.

Nel segmento Consumer Products, le vendite sono aumentate del 12% nel trimestre a 816 milioni dollari e il 14% per l'intero anno a poco più di $ 3 miliardi. Il risultato operativo del segmento è cresciuto del 13% nel trimestre a più di $ 200 milioni e del 21% per l'anno a 816 milioni di dollari.

Nel segmento finale, quello dei Media Interactive, le vendite sono aumentate del 19% nel trimestre ($ 223 milioni) e il 29% per l'intero anno di timido solo 1 miliardo di dollari. La perdita operativa nel trimestre è diminuita del 10% a $ 94 e il 32% per l'anno a poco più di $ 300 milioni.

Per l'azienda nel suo complesso, il risultato operativo è aumentato del 23% nel trimestre a più di $ 2 miliardi e 16% per l'anno a 8,8 miliardi dollari.

I guadagni per azione per l'anno è stato di $ 2.52, un aumento del 24% rispetto ai 2,03 dollari riportato nel 2010. Il flow dall’attività operativa è cresciuto del 6,3% per l'anno a poco meno di 7 miliardi dollari, ma a causa di un incremento di $ 1,4 miliardi di CapEx, il cash flow dell'intero anno è calato di più di $ 1 miliardo a $ 3,4 miliardi.

Per quanto riguarda l'aumento di spese in conto capitale, Iger ha affermato: "I risultati del nostro anno fiscale 2011 confermano le nostre priorità strategiche e dimostrano che possiamo crescere i nostri guadagni nel breve periodo continuando ad investire a lungo termine per incrementare il valore per gli azionisti. Dato il difficile contesto economico di quest'anno, sono particolarmente orgoglioso del nostro management team che è stato eccellente, che ha sempre espresso il nostro strategia, con la creazione di contenuti di alta qualità, ampliando le nostre piattaforme e facendo crescere i nostri marchi iconici e le attività in tutto il mondo. La collezione Disney di marchi forti è senza precedenti nei media e nello spazio di intrattenimento negli Stati Uniti e nel 2011, abbiamo fatto progressi significativi per espandere la nostra presenza in 3 grandi mercati in rapido sviluppo, la Russia, la Cina [dove sono iniziati i lavori per il Disney Shanghai Resort] e l’India [dove l’azienda è in processo di acquisizione di uno dei mezzi di comunicazione più importante del paese e delle imprese di intrattenimento]".

Il mercato è stato impressionato dai risultati, e ha spinto lo stock al rialzo di quasi il 6%, le azioni della Disney attualmente sono in commercio con un valore di 36,70 dollari per azione, superiori di 14,5 volte del guadagno per azione di tutto l’anno di 2,52 dollari.

MyNewAnimatedLife è un sito indipendente e non autorizzato dalla Walt Disney Company, e rappresenta le opinioni di conoscitori e appassionati dell'arte e tecnologia Disney con le loro quisquilie e pinzillacchere.
Ci riserviamo tutto il diritto di rispondere male a chi si lamenta che è finita la fantasia a Hollywood solo perché stanno facendo un sequel di Mary Poppins. Che poi voglio dire, è tratto dai romanzi originali di P.L. Travers, sono passati più di cinquant'anni, e c'è Lin-Manuel Miranda che farà cose, che problema avete?

Il sito utilizza il Programma affiliazione Amazon.

Per informazioni contattate:
email