mercoledì 16 novembre 2011

Il Re è tornato!

Il film epico della Disney Il Re Leone ritorna sul grande schermo in Disney Digital 3D e sarà disponibile in Blu-ray a partire dal 30 novembre.


Nei diciassette anni da quando Il Re Leone ruggì per la prima volta sul grande schermo, il film d’animazione-il classico Disney numero 32-ha cementato il suo status come uno dei grandi, incantando critici e pubblico in tutto il mondo con le sue meravigliose canzoni, i personaggi carismatici e i temi universali dell’amore, della lealtà e dell’amicizia. Dopo la sua uscita nel 1994, il film ottenne due Premi Oscar, tre Golden Globes e tre Grammy Awards, così come più di altri 70 premi addizionali dell’industria. L’adattamento di Broadway dello stesso nome è diventato anch’esso un fenomeno-lo show vincitore del Tony Award è attualmente il settimo musical più longevo nella storia di Broadway ed è stato visto da più di 60 milioni di persone in tutto il mondo. E sarebbe sbagliato non citare i sequel anch’essi affascinanti, Il Re Leone 2: Il Regno di Simba e Il Re Leone 3: Hakuna Matata. come pure la vendutissima colonna sonora del film.

L’orgoglio degli Studios

Ciò che pochi sanno, comunque, è che Il Re Leone non è sempre stato visto come una cosa sicura. Nei suoi primissimi giorni, era il film di serie B dei Walt Disney Animation Studios, un progetto sperimentale con l’intento di sposare l’animazione degli animali e una narrativa originale. “Il succo era: stiamo raccontando una storia di un cucciolo di leone che viene esiliato per omicidio,” afferma con una risata Don Hann, produttore del film. “E’ un po’ come Amleto, e scritturammo Elton John per farne la musica.” Che, messo semplicemente, è il motivo per cui gli animatori al tempo “migrarono in qualsiasi altro posto dove potevano andare.” Ma nonostante le prime difficoltà e inenarrabili dubbi, questa storia ha chiaramente un finale felice. “Le persone che lavoravano al film erano appassionate a riguardo del progetto e lo videro come un’opportunità di narrare una storia in un modo diverso,” spiega Don. “Facemmo ciò che la Disney fa meglio-lavorare insieme per creare qualcosa di speciale per il nostro pubblico.”

L’evento principale

E la Disney, di nuovo, ha fatto proprio questo. Dall’11 novembre, Il Re Leone è balzato di nuovo sugli schermi per un’edizione limitata–solo che ora, il film risplende in Disney Digital 3D. Robert Neuman, supervisore stereoscopico dei Walt Disney Animation Studios, ha guidato la carica per convertire il film in 3D. “Abbiamo iniziato de-archiviando l’artwork digitale originale,” spiega Robert. “E poi, usando dei software dello studio che abbiamo sviluppato, siamo stati in grado di creare un occhio alternativo per farne una versione stereoscopica di esso.” L’intero processo ha richiesto 60 artisti del 3D per circa quattro mesi. Secondo Mark Henn, l’animatore supervisore del “Giovane Simba”, la spettacolare ambientazione del film–il paesaggio colorato e dinamico dell’Africa–rende il 3D un elemento naturale. “Se avessimo avuto la capacità di fare ciò nel 1994, probabilmente l’avremmo fatto così,” afferma Mark.

Possedere la storia del Re Leone

Per quelli che desiderano portare Il Re Leone a casa, un’edizione Diamond in Blu-ray è pronta per arrivare nei negozi dal 30 novembre. Non solo il Blu-ray contiene un’alta definizione video e un sonoro da capogiro, ma arriva completo di contenuti speciali interattivi che mandano gli spettatori in un viaggio all’interno dello Studio Disney–con bloopers e quant’altro. “Siamo tornati alle sessioni di registrazione originali e abbiamo trovato dei bloopers divertentissimi,” afferma Don. “Poi abbiamo richiamato gli animatori originali che hanno lavoro a Il Re Leone e li abbiamo fatti animare questi bloopers come se i personaggi avessero commesso davvero quegli errori. E’ davvero stra divertente.” Questo e altri contenuti speciali aggiunti danno al pubblico una vista più dettagliata a come Il Re Leone è venuto alla luce. Ci sarà, sempre lo stesso giorno, anche un’edizione singola in DVD.

Balzando fuori dallo schermo

E per coincidere con l’uscita in Blu-ray de Il Re Leone, in America è stata lanciata una app Second Screen del Re Leone sia per gli iPad che per i computer fissi (in Italia?!!?). Usando questa app, che si sincronizza alla perfezione con il film, gli utenti possono portare in vita dei contenuti aggiuntivi nelle loro mani mentre si stanno godendo Il Re Leone. In aggiunta a flipbook, sketch e scramblers di scene che gli utenti del Second Screen del Re Leone ameranno, questa app è arrivata con una sorpresa speciale–contenuti per i social media. “Il Re Leone è uno dei film più amati di tutti i tempi, e per il suo debutto in Blu-ray nella serie delle Diamond Edition, era ancora più importante che spingessimo le barriere della creatività e dessimo ai clienti un’eccezionale esperienza a casa, afferma Lori MacPherson, vice presidente esecutivo, Global Product Management dei Walt Disney Studios. “L’app del Second Screen per Il Re Leone è la nostra più coinvolgente finora e si è evoluta per includere nuovi contenuti, comprese funzionalità da social network tramite Facebook e Twitter, che permette alla gente di estendere la loro connessione con il film in maniera ulteriore”.

Adatti per un Re Leone

Attraverso la riedizione sul grande schermo e il debutto in Blu-ray, gli spettatori di tutte le età avranno una chance di sperimentare il Re Leone come mai prima d’ora. “E’ proprio un film fantastico con cui cominciare,” afferma Robert a proposito del classico animato. “Questa è la possibilità di tutti di poterlo vedere per la prima volta, anche se l’hanno già visto centinaia di volte.”

MyNewAnimatedLife è un sito indipendente e non autorizzato dalla Walt Disney Company, e rappresenta le opinioni di conoscitori e appassionati dell'arte e tecnologia Disney con le loro quisquilie e pinzillacchere.
Ci riserviamo tutto il diritto di rispondere male a chi si lamenta che è finita la fantasia a Hollywood solo perché stanno facendo un sequel di Mary Poppins. Che poi voglio dire, è tratto dai romanzi originali di P.L. Travers, sono passati più di cinquant'anni, e c'è Lin-Manuel Miranda che farà cose, che problema avete?

Il sito utilizza il Programma affiliazione Amazon.

Per informazioni contattate:
email