venerdì 28 ottobre 2011

La Disney lancia le prime immagini di 'Frankenweenie'

Quando non progetta una sfilata di carri allegorici del Ringraziamento o visualizza la sua arte nei musei, Tim Burton dirige ancora film. Il suo film in stop motion del 2012, in bianco e nero, di Frankenweenie, una versione integrale di un corto da lui diretto nel 1984, è la storia di un ragazzo che riporta il suo cane in vita, a la Dr. Frankenstein, dopo un incidente. Oggi, EW.com ha rilasciato diverse immagini dal film, che dovrebbe mantenere i fan felici fino al suo raggiungimento sugli schermi nel mese di ottobre del prossimo anno.

Burton racconta ad Entertainment Weekly: "Cerca solo di mantenere l'idea di una grande e semplice relazione pura. Mischiatelo con il mito di Frankenstein, e avrete sicuramente dei problemi. Ha il suo lato buono e le sue ripercussioni. In definitiva, cerchiamo di andare con gli aspetti un po' più positivi per mantenere  il rapporto tre il ragazzo e il cane in corso. Si tratta di un rapporto così incondizionato. Un sacco di ragazzi hanno questa esperienza – io ho avuto questa esperienza con un animale domestico prima. Probabilmente non lo avranno mai più nella vita in quel modo, così puro e indimenticabile. "

Tim Burton

Tim Burton

Il regista prolifico ha anche parlato di come la Disney lo ha licenziato dopo che il suo breve film era appena uscito.

"Non lo so, sono andati fuori di testa o qualcosa del genere, ma mi hanno permesso lo stesso di fare il film. Anche se ero frustrato per il rilascio o non rilascio, è stata una grande esperienza, e ha fatto molto per me, quindi non potevo davvero lamentarmi. "

Frankenweenie

Frankenweenie

Frankenweenie

Frankenweenie

Frankenweenie è prodotto dal geniale e talentuoso Don Hahn (Il Re Leone) e ha le voci di Winona Ryder, Martin Short, Catherine O'Hara e Martin Landau. Il film esce il 5 Ottobre 2012 nei cinema USA.

MyNewAnimatedLife è un sito indipendente e non autorizzato dalla Walt Disney Company, e rappresenta le opinioni di conoscitori e appassionati dell'arte e tecnologia Disney con le loro quisquilie e pinzillacchere.
Ci riserviamo tutto il diritto di rispondere male a chi si lamenta che è finita la fantasia a Hollywood solo perché stanno facendo un sequel di Mary Poppins. Che poi voglio dire, è tratto dai romanzi originali di P.L. Travers, sono passati più di cinquant'anni, e c'è Lin-Manuel Miranda che farà cose, che problema avete?

Il sito utilizza il Programma affiliazione Amazon.

Per informazioni contattate:
email