martedì 25 ottobre 2011

Il produttore di 'Lost' si unisce 'Pan Am' come showrunner

Steven Maeda supervisionerà lo show al fianco di Jack Orman e Tommy Schlamme.

Pan Am - H 2011

Pan Am sta rimpolpando la sua squadra dietro le quinte, aggiungendo lo showrunner di lunga data Steven Maeda .

Dopo aver speso una cifra stimata di 10 milioni per l'ambiziosa fiction della compagnia aerea degli 1960, la serie ABC prodotta da Sony Pictures Television ha faticato nel suo slot alle 10 della domenica sera.

Maeda, i cui crediti includono Lie to Me e Lost, servirà come showrunner e EP, unendosi al creatore e EP Jack Orman e al regista/produttore esecutivo Tommy Schlamme dietro le quinte della fiction con Christina Ricci sulla vita misteriosa dei piloti e delle hostess della compagnia aerea.

La ABC deve ancora prendere una decisione sull'opportunità o meno che la costosa fiction riceverà un ordine di ritorno; il canale ha già acquisito la fiction Revenge e la commedia Suburgatory , mentre la serie Charlie 's Angels è stata annullata.

Dietro le quinte, lo studio e la rete stanno dando una spinta in più nella promozione della serie, che ha continuato a calare l’audience dopo la prima assoluta con 10,8 milioni di spettatori e un 3,1 di rating in ambito pubblicitario nella categoria adulti di età tra i 18 e i 49 anni.

La ABC ha lanciato la sua nuova programmazione della domenica sera questa settimana con la serie matricola di fantasia Once Upon A Time che ha fatto un ottimo esordio, ma il suo debutto alle 20 non è riuscito a trainare il pubblico anche verso la serie della compagnia aerea alle 22 visto che Pan Am è scivolato a un rating dell’1,8 con 5,7 milioni di telespettatori.

I crediti di Madea includono anche CSI: Miami, The X-Files e, più recentemente, The Forgotten.

MyNewAnimatedLife è un sito indipendente e non autorizzato dalla Walt Disney Company, e rappresenta le opinioni di conoscitori e appassionati dell'arte e tecnologia Disney con le loro quisquilie e pinzillacchere.
Ci riserviamo tutto il diritto di rispondere male a chi si lamenta che è finita la fantasia a Hollywood solo perché stanno facendo un sequel di Mary Poppins. Che poi voglio dire, è tratto dai romanzi originali di P.L. Travers, sono passati più di cinquant'anni, e c'è Lin-Manuel Miranda che farà cose, che problema avete?

Il sito utilizza il Programma affiliazione Amazon.

Per informazioni contattate:
email