domenica 11 settembre 2011

"Sono stato un Disney VoluntEAR per un giorno"

In mezzo alla confusione dello Show Floor del D23 Expo, i membri di D23 hanno trovato il tempo per aiutare le truppe e l'ambiente presso il Disney Corporate Citizenship Pavilion.

081911.DTT_DSoc_Expo.CorporateCitizenship-Feat01Avrebbero potuto essere concorrenti di un nuovo tipo di concorrenza commerciale - dozzine di persone in piedi spalla a spalla, volutamente con borse piene di macchine fotografiche, coupon, riviste e altri prodotti. Ma questo non era un concorso, era un esercizio di donazioni. Venerdì 19 agosto, il primo giorno del D23 Expo, ogni sacchetto sarebbe stato dato ad una famiglia di un membro schierato come militare degli Stati Uniti, per gentile concessione di OSU e Disney Corporate Citizenship, che ha organizzato una diversa opportunità di volontariato per ciascuno dei tre giorni dell'Expo.

"E' come lo shopping, ma con uno scopo", ha detto Erica, membro D23 di Sacramento, in California, che ci ha detto di apprezzare la possibilità di dare una mano e di poter diventare un membro onorario di Disney VoluntEAR nel processo.

Mettendo una macchina fotografica usa e getta nella sua borsa, Allen di Whittier, in California, il marito di un membro D23, sapeva che stava facendo la differenza nella vita di una famiglia di un militare che non avrebbe mai incontrato. "Ci sono stato anche io", ha detto l'ex Marine,"quindi sono particolarmente felice che la Disney mi abbia dato l'onore di aiutare i miei compagni081911.DTT_DSoc_Expo.CorporateCitizenship-Feat02 di marines."

Sabato, i frequentatori dell'Expo hanno partecipato ad un diverso tipo di progetto, dedicato ai bambini e all'ambiente. Spazzolando la pianta tenendola in mano, Rafael, presto un membro D23, ha detto di essere cresciuto guardando gli annunci di servizio pubblico su Disney Channel e ha pensato: "Se possono farlo, posso farlo ... e l'ho appena fatto!" Una pianta di pepe appena preparata era pronta per una classe locale, grazie a Rafael e Inside the Outdoors, un'organizzazione no-profit impegnata a "stimolare lo sconfinato stupore dei bambini per il mondo naturale che li circonda."

I membri del D23 Norma ed Eddie Cano, da La Habra, in California, non si sono lasciati sfuggire domenica mattina il progetto del "kit comfort" della Croce Rossa in un momento di insegnamento. Mentre la giovane famiglia metteva gli ultimi ritocchi al loro borsa, hanno colto l'occasione per aiutare la figlia, Natalie, a capire come si è fortunati."

081911.DTT_DSoc_Expo.CorporateCitizenship-Feat03Questo ci ha dato la possibilità di parlare con lei perché non ha intenzione di tenere tutte queste cose", ha detto il padre riferendosi allo spazzolino di Nemo, al peluche di Topolino, e ai mini-articoli da toilette che avevano appena messo nella loro borsa, che alla fine sarebbero andati ad un bambino affetto da disastro." Quello che mi piace è che la Disney non è solo il giocattolo nuovo o il prossimo film che esce al cinema", ha detto la mamma di Natalie, Norma. "La Disney è essere sempre essere coinvolti con la comunità."

Questo è certo. Disney Friends for Change, un'altra delle numerose iniziative della Società per restituire, ha ispirato più di quattro milioni ad impegnarsi per i bambini per fare una differenza positiva nel mondo. E lo sapevate che i membri del cast della Disney hanno donato un totale di 548 mila ore di progetti di servizio in tutto il mondo nel 2010?

Questi VoluntEARS sono una grande parte del motivo per cui la Disney è ammirata tanto, per il modo in cui svolge la propria attività, come per le sue storie meravigliose, i personaggi e le esperienze che crea. E grazie alla generosità dei Membri e ai partecipanti del D23 Expo durante i tre giorni, le fila di questi VoluntEARS sono cresciute di migliaia!

MyNewAnimatedLife è un sito indipendente e non autorizzato dalla Walt Disney Company, e rappresenta le opinioni di conoscitori e appassionati dell'arte e tecnologia Disney con le loro quisquilie e pinzillacchere.
Ci riserviamo tutto il diritto di rispondere male a chi si lamenta che è finita la fantasia a Hollywood solo perché stanno facendo un sequel di Mary Poppins. Che poi voglio dire, è tratto dai romanzi originali di P.L. Travers, sono passati più di cinquant'anni, e c'è Lin-Manuel Miranda che farà cose, che problema avete?

Il sito utilizza il Programma affiliazione Amazon.

Per informazioni contattate:
email