giovedì 1 settembre 2011

'20.000 Leghe Sotto i Mari': parla lo sceneggiatore

20000_leagues L’ultima volta che abbiamo sentito parlare del film è stato grazie ai brevi commenti dallo stesso David Fincher, il regista, che affermava che il film “sarà probabilmente per il 70% in CG.”

Ora lo sceneggiatore Scott Z. Burns (Contagion), ha parlato un po’ del progetto dicendo che lui e Fincher hanno cambiato diversi particolari rispetto al racconto di Verne. La sceneggiatura di 20000 Leghe Sotto i Mari è già pronta. Ecco come, secondo lo stesso sceneggiatore, il progetto è venuto alla luce:

20000 leghe è balzato fuori perché io e David stavamo cercando qualcosa di molto difficile da realizzare insieme e io volevo fare qualcosa di fantascientifico con lui. Penso infatti che la fantascienza sia forse il più eccitante banco di lavoro al momento. (...) E quindi è accaduto, David e io amiamo entrambi 20000 leghe da quando siamo giovani. Era uno dei miei libri preferiti. Quindi David è venuto da me e mi ha detto che Sean Bailey lo aveva contattato per realizzare 20000 leghe per la Disney, e io gli ho risposto che mi sarebbe piaciuto farlo. Quindi ci siamo incontrati con Sean che è stato davvero grande e ci ha detto: venite alla Disney e proviamo a realizzare una versione davvero fantastica di questa storia classica!

La storia verrà narrata dal punto di vista del Capitano Nemo, anche se ciò non comporterà necessariamente il racconto delle origini del personaggio come precedentemente pianificato.

Il Capitano Nemo è un uomo che all'interno della storia può essere identificato come qualcuno avanti rispetto ai suoi tempi sia in termini di intelligenza sia in termini di azioni compiute. Era un rivoluzionario secondo vari aspetti ed è un personaggio sia buono che cattivo. Mi piacciono questi personaggi moralmente complicati.

MyNewAnimatedLife è un sito indipendente e non autorizzato dalla Walt Disney Company, e rappresenta le opinioni di conoscitori e appassionati dell'arte e tecnologia Disney con le loro quisquilie e pinzillacchere.
Ci riserviamo tutto il diritto di rispondere male a chi si lamenta che è finita la fantasia a Hollywood solo perché stanno facendo un sequel di Mary Poppins. Che poi voglio dire, è tratto dai romanzi originali di P.L. Travers, sono passati più di cinquant'anni, e c'è Lin-Manuel Miranda che farà cose, che problema avete?

Il sito utilizza il Programma affiliazione Amazon.

Per informazioni contattate:
email