mercoledì 21 settembre 2011

'The Help' è il film più redditizio in un mese con pochi successi

The-Help110916210227Il film DreamWorks e Disney The Help e il film della Fox L’alba del Pianeta delle scimmie sono le uniche due pellicole di agosto che possono essere certe di poter realizzare un profitto, anche se Final Destination 5 della New Line potrebbe potrebbe oltrepassare la linea, secondo le ultime stime mensili di SNL Kagan.

La società di analisi finanziaria rende le sue proiezioni sulla base di un rapporto che mette a confronto le previsioni di incassi di un film da tutte le fonti per i costi che Kagan è in grado di calcolare - senza includere le spese di distribuzione, gli interessi, la partecipazione agli utili, e altri residui.

Un film con un fatturato previsto 1,75 volte superiori ai costi noti è candidato per essere un vincitore, mentre quelli con un rapporto di 1,4 sono in bolla.

The Help riesce facilmente con un rapporto di 3,09 a vincere su L’Alba del Pianeta delle Scimmie che ha un rapporto di 2.49.

Final Destination rende a malapena un rapporto appena sufficiente di 1.43.

Ma altre principali pellicole sono inferiori rispetto alle aspettative tra cui Il Debito della Focus Features (1,18), Colombiana della Sony (1,06) e Spy Kids: All the Time in the World (0,97).

Le più grandi delusioni dai calcoli di Kagan sono Fright Night della Disney (0,44), Glee The Movie Concert 3D della Fox (0,44), Conan il Barbaro della Lionsgate (0,48), The Change-Up della Universal (0,67), e Don’t Be Afraid of the Dark di FilmDistrict (0,71). Nel complesso, il mese scorso le 14 uscite avevano un rapporto medio di 1,24, leggermente al di sotto dell’1,25 per i 12 film usciti nell’agosto del 2010 e 1,45 per i 14 film nell’agosto del 2009.

MyNewAnimatedLife è un sito indipendente e non autorizzato dalla Walt Disney Company, e rappresenta le opinioni di conoscitori e appassionati dell'arte e tecnologia Disney con le loro quisquilie e pinzillacchere.
Ci riserviamo tutto il diritto di rispondere male a chi si lamenta che è finita la fantasia a Hollywood solo perché stanno facendo un sequel di Mary Poppins. Che poi voglio dire, è tratto dai romanzi originali di P.L. Travers, sono passati più di cinquant'anni, e c'è Lin-Manuel Miranda che farà cose, che problema avete?

Il sito utilizza il Programma affiliazione Amazon.

Per informazioni contattate:
email