domenica 11 settembre 2011

Conversazioni con la Pixar

I realizzatori dietro Moster University e Brave, due dei film in uscita della Pixar, si sono seduti con i fan per discutere le caratteristiche dei prossimi film animati al D23 Expo.

Monster University

081911.NF_.BN_Expo.MonsterU-feat01I fan deliziati dall'annuncio in occasione della presentazione dei Walt Disney Studios all'Arena di D23 che Billy Crystal e John Goodman sarebbero tornati nel loro ruolo di Mike e Sully in Monsters University, il prequel di Monsters & Co. Più tardi quello stesso giorno il regista Dan Scanlon e lo scenografo Ricky Nierva ha parlato di hanno fatto tornare indietro l'orologio e hanno preso questi due personaggi e li hanno portati al college.

"Come si fa a fare un bulbo oculare dall'aspetto di 18 anni?" ha detto Dan descrivendo il dilemma di come rendere il mostro Mike Wazowski più giovane. "Non c'è molto da fare, diventa tutta una questione di sottigliezze." Gli animatori della Pixar hanno provato una varietà di fattori distintivi che avrebbero potuto aiutare il pubblico a vedere il nostro amato Ciclope come uno studente del college. Ci hanno provato con i capelli, berretti da baseball, bretelle, e anche vestendo la creatura con una tuta da ginnastica.

Per James P. Sullivan, hanno assottigliato il mostro mammut, hanno aggiunto un cefalo e lo hanno reso più ispido. Quando hanno rivelato il design attuale per Sully diciottenne, ci fu un collettivo "Awwww," da un pubblico chiaramente innamorato. "Questa è la risposta che vogliamo!" ha esclamato Ricky.

E 'stato un altro esempio di come il pubblico del D23 Expo abbia potuto vedere in prima persona quanto lavoro e attenzione al dettaglio sono entrati nella realizzazione dei commoventi classici della Pixar.

Brave

081911.NF_.BN_Expo.MOnsterU-feat02Negli ultimi cinque anni, gli artisti della Pixar hanno lavorato senza sosta per creare il mondo mistico del 10° secolo di Brave. I fan del D23 hanno potuto dare uno sguardo all'interno di alcuni dei bellissimi disegni, schizzi e sculture che lo studio ha concepito nel suo tentativo di portare la storia scozzese fatata sul grande schermo. Steve Pilcher, scenografo, e Tia Kratter, art director dello shader, hanno dato alla folla presente allo Stage 23 un dietro le quinte del loro percorso creativo.

Che sia la progettazione del robusto terreno disseminato di rocce, una foresta piena di nebbia, o uno dei paesaggi di colline verdi che troverete in Brave, il team della Pixar è stato attento a fare in modo di aver avuto tutto fino all'ultimo dettaglio. Per assicurarsi che era stata correttamente catturata con l'essenza delle Highlands, il team di produzione ha fatto due viaggi di ricerca in Scozia nel 2006, riportando centinaia e centinaia di foto e schizzi. "La cosa più importante per me è il tono emotivo del film," ha affermato Steve. I paesaggi aiutano a creare quel tono e lo hanno portato in tutto il film.

Per i personaggi e i loro costumi, gli animatori hanno tratto ispirazione da artisti come Gustav Klimt e John Singer Sargent. I progettisti hanno dato a Merida- l'eroina di Brave-una imperdibile criniera di riccioli rossi. Ma la sua acconciatura si è dimostrata una bella sfida per gli animatori. "Ogni film ha le sue sfide tecniche," ha aggiunto Tia. "Direi che le tre di questo film sono i capelli di Merida, il paesaggio ricco e la neve." Ma dopo quello che abbiamo visto di Brave, gli artisti della Pixar sono stati più che all'altezza della sfida.

MyNewAnimatedLife è un sito indipendente e non autorizzato dalla Walt Disney Company, e rappresenta le opinioni di conoscitori e appassionati dell'arte e tecnologia Disney con le loro quisquilie e pinzillacchere.
Ci riserviamo tutto il diritto di rispondere male a chi si lamenta che è finita la fantasia a Hollywood solo perché stanno facendo un sequel di Mary Poppins. Che poi voglio dire, è tratto dai romanzi originali di P.L. Travers, sono passati più di cinquant'anni, e c'è Lin-Manuel Miranda che farà cose, che problema avete?

Il sito utilizza il Programma affiliazione Amazon.

Per informazioni contattate:
email