giovedì 1 settembre 2011

Cercando la propria musa

081911.NF_.BN_Expo.DonHahn-feat1Il produttore premio Oscar e autore Don Hahn condivide la sua idea sul processo creativo.

Il produttore Don Hahn conosce la creatività. Essendo la forza dietro a certi classici Disney come La Bella e la Bestia, Il Re Leone e Il Gobbo di Notre Dame, ed è stato accreditato per aver aiutato la resurrezione creativa dell’animazione Disney agli inizi degli anni ‘90. La rinascita viene raccontata con dei ricchissimi dettagli nel film documentario che ha segnato il debutto alla regia di Don, Waking Sleeping Beauty, un documentario che parla dell’incredibile tempesta di ego e creatività che ha prodotto una delle serie di successi più grandi della Disney.

Venerdì 19 agosto, Don ha portato tutto il peso del suo valore narrativo al D23 Expo in una discussione penetrante chiamata “Why We Create”. Don, il cui ultimo libro, Brain Storm: Unleashing Your Creative Self pubblicato da Disney Publishing, afferma, “Siamo fatti per la luce e per l’oscurità. Adoriamo tutti stare in un luogo oscuro e guardare alle luci e ascoltare delle storie.” Ha detto che due di questi luoghi oscuri dove guardiamo alle luci sono i campeggi e le sale cinematografiche scure. E, significativamente, entrambi i luoghi riguardano le storie. E quando si tratta do grandi storie, afferma che le migliori hanno spettacolo, personaggi e un punto di vista interessante.

Le migliori storie, afferma Don, sono quelle semplici. Non solo possono trasportarci in altri regni, ma attingono ai nostri beni mentali collettivi (che significa che riguardano cose che tutti noi abbiamo in comune). Per esempio, Il Re Leone parla di un figlio in Africa che ha paura di diventare re081911.NF_.BN_Expo.DonHahn-feat2. Abbastanza semplice.

Ma la creatività non è soltanto successo. A volte è anche fallimento – e anche molto. “Hai bisogno di fallire e anche molto,” ha detto al pubblico entusiasta. “Per avere successo, hai bisogno di aumentare la frequenza dei tuoi fallimenti.” Don ha aggiunto che più ci provi, più fallisci, e, alla fine, più avrai successo. “Sta tutto nel provare e nel provare parecchio.” Che porta anche ad un altro dei suoi punti, e cioè che la creatività a volte risulta in un prodotto finito… ma solo a volte. Molte volte, i progetti non sono mai finiti, ma l’artista deve continuare lungo il suo viaggio.

E forse ancora più importante, quando si tratta di essere creativi, è il processo che è più importante della destinazione. “Non capisco l’idea di andare in pensione,” afferma. “Mi aspetto che starò ancora creando ad ottant’anni suonati, forse anche più in là.

“Disney non ha creato la prima Biancaneve. Noi non siamo stati i primi a trattare il Gobbo di Notre Dame,” afferma Don. “Noi raccontiamo storie in modo che queste continuino ad esistere.”

MyNewAnimatedLife è un sito indipendente e non autorizzato dalla Walt Disney Company, e rappresenta le opinioni di conoscitori e appassionati dell'arte e tecnologia Disney con le loro quisquilie e pinzillacchere.
Ci riserviamo tutto il diritto di rispondere male a chi si lamenta che è finita la fantasia a Hollywood solo perché stanno facendo un sequel di Mary Poppins. Che poi voglio dire, è tratto dai romanzi originali di P.L. Travers, sono passati più di cinquant'anni, e c'è Lin-Manuel Miranda che farà cose, che problema avete?

Il sito utilizza il Programma affiliazione Amazon.

Per informazioni contattate:
email