martedì 9 agosto 2011

Quell’uragano di Tim Allen, torna sulla ABC

lastmanstanding_a_l

L’attore chiama il canale ABC una "barca molto più sottile e snella" rispetto ai suoi giorni in "Quell’Uragano di Papà", e afferma di aver detto al canale di abbassare le aspettative per gli ascolti per il suo nuovo show.

Tim Allen una volta era la definizione vivente della televisione commerciale di massa. Ma in un’era in cui anche tutte le altre icone della TV degli anni ‘90 si muovono a passi incerti, anche l’ex star di Quell’Uragano di Papà ha le carte in regola per stare a galla nella moderna confusione televisiva? E’ quello che si chiede The Hollywood Reporter parlando del ritorno di Tim Allen al canale Disney ABC con la serie che debutterà quest’autunno Last Man Standing, con l’attore in prima linea come allora. La risposta è che il canale alfabetico sta certamente sperando che le cose vadano così. Il canale sorretto principalmente da un pubblico femminile sta cercando infatti di attirare anche una buona fetta di pubblico maschile, più in sintonia con la sitcom di Tim Allen che ha come protagonista l’attore nei panni di un uomo attaccato alla sua mascolinità in una famiglia di quattro donne.

"E’ ancora da vedere se questo è ciò che vuole ancora vedere l’America," afferma Allen, chiamando "coraggiosa" la scelta di riavviare un concetto televisivo e una star nel modo in cui sta facendo la ABC con Last Man Standing.

L’attore è consapevole dell’improbabilità – o impossibilità – di attirare 30 milioni di spettatori nel modo in cui fece la sua serie degli anni ‘90. "Il panorama è cambiato. Anche economicamente ovviamente," afferma l’attore. "Devi fare meglio con molto meno."

Allen dice di essere tornato alla ABC, chiamandola una "nave molto più sottile e snella" rispetto allo stesso canale degli anni ‘90, e ha detto ai suoi dirigenti che dovevano portare al ribasso le loro aspettative per la nuova serie.

Eppure, è ansioso di dare un’altra chance al piccolo schermo, affermando che è stato attirato a tornare per la TV dalla sua struttura e dal desiderio di giocare con il presupposto della serie originale. “Invece degli attrezzi questa volta mi devo muovere con aggeggi sportivi, armi, fuoristrada e imbarcazioni, e poi torno a casa da quattro donne."

Anche se è stato approcciato per fare anche altri generi Allen afferma di non aver mai avuto interesse. Anche se dichiara che avrebbe fatto qualcosa come Castle –uno show, come Modern Family e The Good Wife, che gli piacciono molto—ha poco interesse ad evadere dal genere sitcom in cui ha dato il meglio di sé in passato.

Il nuovo show di Allen arriva nel bel mezzo di una nuova formazione di diverse serie, che provano a dare senso o a definire l’uomo moderno, comprese Man Up e Work It. Ma, Allen dice che il problema con gli uomini è lo stesso problema che hanno da anni: le donne li vogliono costantemente cambiare.

"Ho sempre avuto la sensazione che gli uomini vengono spinti in un angolo,” spiega. “Non abbiamo molte capacità. Non possiamo avere i bambini. La ragione numero 1 per cui le donne sono diverse dagli uomini è che che loro possono avere bambini. A noi non rimane nulla."

Last Man Standing debutterà l’11 ottobre, sulla ABC.

Fonte: THR

MyNewAnimatedLife è un sito indipendente e non autorizzato dalla Walt Disney Company, e rappresenta le opinioni di conoscitori e appassionati dell'arte e tecnologia Disney con le loro quisquilie e pinzillacchere.
Ci riserviamo tutto il diritto di rispondere male a chi si lamenta che è finita la fantasia a Hollywood solo perché stanno facendo un sequel di Mary Poppins. Che poi voglio dire, è tratto dai romanzi originali di P.L. Travers, sono passati più di cinquant'anni, e c'è Lin-Manuel Miranda che farà cose, che problema avete?

Il sito utilizza il Programma affiliazione Amazon.

Per informazioni contattate:
email