martedì 9 agosto 2011

'Desperate Housewives': l’ottava stagione sarà anche l’ultima

C_2_articolo_1017982_imagepp Wisteria Lane sta per perdere i suoi abitanti.

Il The Hollywood Reporter rivela che l’ottava stagione della serie soap della ABC Desperate Housewives sarà l’ultima.

Mentre la cancellazione era una conclusione difficilmente scontata, il futuro della serie diretta da Marc Cherry, con protagoniste Teri Hatcher, Felicity Huffman, Marcia Cross, Eva Longoria e la new entry Vanessa Williams, è stata in dubbio nei mesi recenti, visto che i salari del cast e altri costi di produzione sono lievitati nonostante ci fosse un declino di pubblico.

Anche se le casalinghe disperate sono state un pezzo critico della rinascita della ABC, hanno visto scivolare gli indici d’ascolto negli ultimi anni. La settima stagione recentemente si è conclusa con una media di poco inferiore ai 12 milioni di telespettatori, molto meno dei 24 milioni che si sono sintonizzati per la prima stagione, secondo The Nielsen Company.

In realtà la saga delle casalinghe, che vanta ormai 120 milioni di spettatori mondiali affezionatissimi ed è divenuto un vero e proprio successo mondiale, doveva andare avanti fino al 2013 e arrivare fino alla nona stagione, come aveva detto il suo creatore Marc Cherry. Le quattro attrici avevano anche già contrattato il loro salario stellare, dopo lunghe negoziazioni e tutto sembrava poter andare avanti senza intoppi. Poi il fulmine a ciel sereno. Il telefilm arriverà quindi solo fino a maggio 2012.

Purtroppo le avventure delle casalinghe disperate più amate della tv richiedevano costi troppo elevati per la raccolta pubblicitaria e i vertici della rete hanno dato forfait.

L’ottava e ultima stagione partirà il 25 settembre, e sarà, a quanto promettono gli autori ricca di colpi di scena e suspance con un finale in grande stile, per non lasciare i fans con l’amaro in bocca.

MyNewAnimatedLife è un sito indipendente e non autorizzato dalla Walt Disney Company, e rappresenta le opinioni di conoscitori e appassionati dell'arte e tecnologia Disney con le loro quisquilie e pinzillacchere.
Ci riserviamo tutto il diritto di rispondere male a chi si lamenta che è finita la fantasia a Hollywood solo perché stanno facendo un sequel di Mary Poppins. Che poi voglio dire, è tratto dai romanzi originali di P.L. Travers, sono passati più di cinquant'anni, e c'è Lin-Manuel Miranda che farà cose, che problema avete?

Il sito utilizza il Programma affiliazione Amazon.

Per informazioni contattate:
email