venerdì 22 luglio 2011

Il Re Leone 3D – Tour della Disney Animation Research Library

slice-disney-research-library

Verso la fine di giugno, la stampa è stata invitata a partecipare ad una giornata intensa dedicata all’amato classico animato Disney Il Re Leone, che ora è stato riconvertito in Disney Digital 3D. Se vedere Il Re Leone in 3D non è stato abbastanza incredibile di per sé, sono state svolte anche delle interviste presso la Disney Animation Research Library, che ospita approssimativamente 65 milioni di pezzi artistici prodotti nell’arco di più di 80 anni di storia Disney. Qui possiamo trovare alcune impressioni e considerazione che gli invitati di Collider.com hanno avuto nel vedere il film in 3D e della successiva esperienza di poter girare tra gli archivi in mezzo a migliaia di artwork dal film e sculture che sono contenute nel segretissimo ARL.

Circa un decennio dopo essere apparso per l’ultima volta sul grande schermo, il film avrà un’edizione limitata nelle sale per la prima volta in assoluto in 3D. Visto che il film è stato originariamente prodotto con la tecnica tradizionale dell’animazione a mano in 2D, il 3D si può meglio apprezzare con i sconfinati paesaggi e scene di gruppo. Il numero musicale d’apertura, “Il Cerchio della Vita”, immerge gli spettatori nell’epica ambientazione e li mette faccia a faccia con gli amati personaggi come non era mai stato fatto prima d’ora, il tutto ricordandogli immediatamente come mai il film è rimasto così popolare. Già il prodotto per l’home video più venduto di sempre, il 4 ottobre segna il tanto atteso debutto del film in alta definizione su Blu-ray e Blu-ray 3D. Avendo visto la qualità 3D del Blu-ray, gli scrittori di Collider affermano che esso contiene immagini e audio di altissima qualità, e nuovi contenuti speciali che comprendono una nuova serie di esilaranti bloopers animati.

La parte più emozionante della giornata per la stampa è stata la possibilità di visitare la Disney Animation Research Library per le interviste perché comprendeva anche un tour del più grande archivio di arte animata del mondo, condotto dal preparatissimo membro dello staff Fox Carney. Alla stampa presente sono stati dati degli assaggi della vasta e diversificata collezione, che comprende disegni dell’animazione, artwork concettuali, fondali, layout, celluloidi, schizzi della storia, storyboard, modelli e maquette dalla maggior parte dei cortometraggi, featurette e lungometraggi della Disney. Mentre è stato incredibile poter vedere alcune delle sculture dei personaggi de Il Re Leone, dev’essere stato altrettanto stupefacente vedere i materiali per il nuovo film di Winnie the Pooh, Up, Gli Incredibili, Hercules, Mulan, La Principessa e il Ranocchio e, in modo particolare per Collider quelli di Nightmare Before Christmas. Anche se non è stato possibile per i giornalisti portare con sé fotocamere negli archivi artistici, c’era un fotografo a documentare la giornata e quelle immagini (che vi proponiamo sotto) dovrebbero rendere l’idea di che tipo di meravigliosa esperienza deve essere stata. E se ve lo state chiedendo, per questo edificio sono state prese delle serissime precauzioni per assicurarsi che, in caso di incendio, tutti gli artwork verrebbero isolati e protetti da qualsiasi danno, per restare in vita per le generazioni di fan Disney che verranno.

MyNewAnimatedLife è un sito indipendente e non autorizzato dalla Walt Disney Company, e rappresenta le opinioni di conoscitori e appassionati dell'arte e tecnologia Disney con le loro quisquilie e pinzillacchere.
Ci riserviamo tutto il diritto di rispondere male a chi si lamenta che è finita la fantasia a Hollywood solo perché stanno facendo un sequel di Mary Poppins. Che poi voglio dire, è tratto dai romanzi originali di P.L. Travers, sono passati più di cinquant'anni, e c'è Lin-Manuel Miranda che farà cose, che problema avete?

Il sito utilizza il Programma affiliazione Amazon.

Per informazioni contattate:
email