mercoledì 16 marzo 2011

Conversando con Glen Keane

tangled_glen_keane_image_01 Tutti noi amanti dell’animazione Disney sappiamo molto bene chi è Glen Keane e cosa ha fatto per la Disney, Glen Keane è l'equivalente animato di Brad Pitt o qualcosa del genere.

Beh, a Steve Hulett (un ex uomo della storia per la Disney e figlio del famoso artista Disney degli sfondi, Ralph Hulett) del blog TAG è capitato di incontrare Glen presso gli studi d’animazione Disney e ha postato questa conversazione a proposito di alcune voci piuttosto allarmanti che da un po’ circolano:

"Il mio contratto con la Disney terminerà a maggio, e con la dovuta diligenza, mi sto guardando attorno, per vedere cosa c'è là fuori. Ho 57 anni e voglio che il resto della mia carriera conti qualcosa.
"Conosco Jeffrey Katzenberg da tanto tempo, e lui mi piace. E la DreamWorks Animation è uno studio dinamico. Mi piace anche quello che sta succedendo in Disney. Penso che Rapunzel sia stato uno dei nostri migliori lungometraggi, e ho fatto molti più disegni per questo film di quanti ne abbia fatti lavorando a Tarzan. E 'stato bello lavorare con gli animatori nello staff, aiutandoli a portare il lavoro al livello successivo ... "

Controllate un po’ meglio il post di Hulett e anche alcuni commenti piuttosto cattivi dopo l’articolo. Speriamo solo che i dirigenti dei Walt Disney Animation Disney sappiano quello che potrebbero perdere se Glen se ne dovesse andare, perché la DreamWorks Animation sa che cosa ci guadagnerebbe. Il talento a volte può arrivare a buon mercato, ma la reputazione mai.

Keane è una delle principali ragioni per cui la maggior parte dei giovane animatori finiscono per scegliere i WDAS ...

Speriamo vivamente che la Disney non permetta che un talento del calibro di Glen Keane se ne vada altrove. E voi cosa ne pensate!?

MyNewAnimatedLife è un sito indipendente e non autorizzato dalla Walt Disney Company, e rappresenta le opinioni di conoscitori e appassionati dell'arte e tecnologia Disney con le loro quisquilie e pinzillacchere.
Ci riserviamo tutto il diritto di rispondere male a chi si lamenta che è finita la fantasia a Hollywood solo perché stanno facendo un sequel di Mary Poppins. Che poi voglio dire, è tratto dai romanzi originali di P.L. Travers, sono passati più di cinquant'anni, e c'è Lin-Manuel Miranda che farà cose, che problema avete?

Il sito utilizza il Programma affiliazione Amazon.

Per informazioni contattate:
email