giovedì 23 dicembre 2010

Il regista di TRON: Legacy considera il futuro del franchise

image

TRON Legacy è uscito nei cinema da una manciata di giorni, e visto che si tratta di un franchise indirizzato in modo particolare ai fan, questi ultimi si staranno senza dubbio chiedendo che cosa avverrà dopo.

E’ la natura di una grande storia come questa: l’avventura giunge alla fine, parti della trama vengono appositamente lasciati in sospeso e un nuovo dibattito di dove potrebbe proseguire la storia potrebbe partire proprio da qui. Ovviamente nessuno dall’interno sta condividendo alcun tipo di dettaglio, ma il regista Joe Kosinski ha sganciato qualche pronostico malizioso parlando del futuro del franchise in un’intervista esclusiva con Spinoff Online.

La prima domanda è se ci sarà o no un sequel. Alla domanda il regista risponde dicendo che dal punto di vista dello studio ovviamente vogliono che TRON Legacy sia un successo. E a quel punto si comincerebbe a valutare se e come la storia potrebbe essere continuata. Non c’è niente che si può prendere per scontato a questo punto.

image Come potete vedere niente di sorprendente. Comunque gira voce che lo studio sia sia persino spinto fino a sviluppare delle idee per dei seguiti, ma Hollywood come sappiamo è un mondo di semafori verdi e semafori rossi. Fino a che un sequel non riceve il via libera – e questo non succederà fino al momento in cui il film vincerà la sua prova con il box office – qualsiasi sviluppo di future espansioni del franchise esistono solamente come idea concettuale. Detto questo, ci sono diversi indizi che fanno capire che Kosinski spera che il franchise otterrà la possibilità di vedere la luce anche in futuro.

Quelli che hanno visto TRON Legacy — e anche per quelli che non l’hanno visto siamo in modalità spoiler per il resto di questo articolo — potrebbero aver notato un breve ma importantissimo cameo di Cillian Murphy nel primo atto. Più di un semplice cameo, Murphy prese il ruolo di Ed Dillinger Jr., il figlio del cattivo umano del primo film. Appare soltanto in quella scena, ma i fan sono bravi a trarne le conclusioni e quella ovvia è che non abbiamo visto l’ultimo membro della famiglia Dillinger nel franchise di TRON.

Kosinski ammette infatti che la ragione principale per aver incluso Dillin ger Jr. era un omaggio al classico del 1982. “Per i fan del primo film, sappiamo tutti che c’è questa storia di Dillinger e non credo che potevamo completamente ignorarla,” ha spiegato. “Anche se non è il punto chiave della storia del film in nessun modo, ci piaceva a tutti l’idea di continuare la famiglia Dillinger, che è solo mirata ai nostri più appassionati fan, a questo punto.”

“L’idea di Cillian nel ruolo in pratica mi venne dalla mia volontà di lavorare con lui,” continua il regista. “Parlavo con Cillian di un ruolo per lui in un film già da un paio d’anni ma non riuscivamo a far coincidere i nostri impegni. Poi alla fine abbiamo avuto questa opportunità per il ruolo di Ed Dillinger Jr. e chiesi a Cillian se fosse interessato ad interpretarlo, sapendo che in pratica si trattava solo di un cameo. Ciononostante è stato un ruolo importante nella mitologia di TRON; è stato felice di farlo e io ne sono felice che l’abbia fatto.”

Naturalmente, l’inclusione di Dillinger Jr. non è soltanto un omaggio ai fan; è anche una porta aperta, come spiega nell’intervista il regista Kosinski: “Ovviamente se siamo stati fortunati abbastanza per poter ritornare al mondo di TRON in un altro capitolo, è un grandioso piccolo  rametto che abbiamo lasciato noi stessi, a cui aggrapparci qualora avessimo scelto.”

Per quelli che hanno visto il film, sapete che il film si conclude con un finale piuttosto aperto. Con un personaggio in particolare, la sua storia si conclude misteriosamente: il programma TRON viene quasi distrutto, ma lo vediamo tornare online mentre affonda nelle profondità del Mare della Simulazione. Kosinski certamente non si è dimenticato del personaggio. “Credo che il personaggio di TRON stesso – di nuovo, non la storia principale del nostro film, ma di sicuro la storia c’è – sarebbe un altro interessante personaggio per me da esplorare per mostrare che cosa ne è avimagevenuto in futuro.”

Poi di nuovo, il regista sembra che si stia impegnando con altri progetti ora che il suo debutto è arrivato. Tra i progetti a cui sta lavorando c’è un altro revival retro per la Disney, un remake del film di fantascienza del 1979 The Black Hole. Kosinski è ancora nelle fasi iniziali dello sviluppo per questo film, ma ha già una chiara idea di come tratterà il progetto e dove vuole portare le cose.

“E’ più che un remake,” ha rivelato. “Non salterà fuori dalla narrativa originale. E’ davvero, per me, il concetto fondamentale di cosa sarebbe intraprendere un viaggio in un buco nero, sapendo ciò che conosciamo dei buchi neri oggi. Sappiamo molto di più di quanto sapevamo nel 1979. Sono davvero interessato nell’usare un approccio scientifico serio, esplorando davvero il fenomeno che circonda questi buchi neri. Sono entusiasta riguardo a ciò che si può fare drammaticamente all’interno di quell’incredibile tipo di concetto.”

“Per questo, è davvero un rifacimento totale, una nuova storia, ma allo stesso tempo ci sono alcuni di quegli elementi iconici dal primo film che voglio riportare sullo schermo,” continua Kosinski. “Così sarà un progetto interessante che mi consentirà di tenere qualcosa del primo film e allo stesso tempo mi permetterà di avere un approccio completamente nuovo con questo concetto.”

MyNewAnimatedLife è un sito indipendente e non autorizzato dalla Walt Disney Company, e rappresenta le opinioni di conoscitori e appassionati dell'arte e tecnologia Disney con le loro quisquilie e pinzillacchere.
Ci riserviamo tutto il diritto di rispondere male a chi si lamenta che è finita la fantasia a Hollywood solo perché stanno facendo un sequel di Mary Poppins. Che poi voglio dire, è tratto dai romanzi originali di P.L. Travers, sono passati più di cinquant'anni, e c'è Lin-Manuel Miranda che farà cose, che problema avete?

Il sito utilizza il Programma affiliazione Amazon.

Per informazioni contattate:
email