martedì 30 novembre 2010

Finalmente un successo per i Walt Disney Animation Studios

image

Rapunzel è un successo per la Disney. E’ il week end di apertura più grande per un film d’animazione dello studio di Burbank. E’ il secondo week end d’apertura del Ringraziamento dopo Toy Story 2. Ha ottenuto un risultato incredibile al box office americano nei suoi primi cinque giorni di programmazione. Ha raccolto 69 milioni di dollari nei cinque giorni del lungo week end festivo americano, e se si considera anche solo il week end dal venerdì alla domenica l’incasso è di 49 milioni circa. Un risultato davvero ragguardevole, insperato direi, sorprendente. Sì è stata grande la sorpresa poter vedere finalmente queste cifre alte di nuovo associate a un film d’animazione Disney. Da notare che l’incasso del solo fine settimana (i 49 milioni di cui parlavamo poco fa) sono esattamente il doppio del risultato ottenuto lo scorso anno da La Principessa e il Ranocchio.

Non voglio limitare il discorso ad una mera constatazione degli incassi, che di per sé non rappresenta a mio parere la vera forza del film. Il piacere più grande è vedere che i Walt Disney Animation Studios stanno sfornando, da quando la gang pixariana capaggiata da John Lasseter supervisione lo studio, dei film che piacciono alla critica. Film d’animazione che nonostante (finora) non siano stati dei successi commerciali hanno comunque incantato la critica aggiudicandosi sempre la nomination all’Oscar come Miglior Film d’Animazione.

image

Vorrei quindi sottolineare un aspetto particolare di questo successo della Disney del 2010. Le parole di alcuni dei più famosi critici americani. Vorrei condividere cosa hanno detto recensendo il Rapunzel alcuni dei più severi critici cinematografici d’oltreoceano. Comunque che il film sarebbe stato qualcosa di diverso e di assolutamente bello lo si era già percepito durante la seconda parte della produzione, quando qualche scoop usciva e trapelavano diversi dettagli che ci facevano ben sperare. Forse non credevamo davvero che il film sarebbe stato così stupendo e che di conseguenza, una campagna promozionale e pubblicitaria da noi ritenuta piuttosto insolita e discutibile si sia rilevata infine essa stessa sorprendente a direi efficace. Nascondere il fattore principessa dietro il cambio del titolo sembra aver dato frutti, o per lo meno avvicinato quella parte maschile di pubblico che l’anno scorso aveva “marinato” La Principessa e il Ranocchio, ritenendolo solo un film per bambine (si sbagliavano!).

image

Non è difficile quindi definire Rapunzel e l’intreccio della torre come il miglior prodotto dei Walt Disney Animation Studios sin dall’arrivo di Lasseter nel 2006.

Mentre mi è piaciuto Bolt e La Principessa e il Ranocchio era una bellezza, ed è stato stupendo rivedere l’animazione tradizionale sullo schermo, la mia realizzazione preferita scaturita dal cappello magico dell’Apprendista Stregone è stato (come per molti) il corto Prep & Landing.

image

Dopo aver visto l’ultimo film le cose ora sono cambiate. Rapunzel è molto molto più vicino alla gloria della seconda Epoca D’oro di quanto il film dell’anno scorso abbia provato a raggiungere, nonostante le sue aspirazioni. Il tono e lo stile del film è molto più simile ai classici film che abbiamo imparato ad amare rispetto a quanto gli spot e ai trailer influenzati ai lavori della Dreamworks possano farvi credere. Anche se non lo paragonerei a La Bella e la Bestia si avvicina molto agli altri film degli anni 90. Non mi credete? Allora guardiamo insieme che cosa hanno da dire i critici americani…

"Il delizioso Rapunzel è il primo cartone animato della Walt Disney Pictures che può reggere il confronto con un cartone Pixar senza scusanti."

- Rene Rodriguez, Miami Herald

"Mentre potrebbe mancargli un po’ della profondità emotiva di quello che rimane il migliore lungometraggio animato moderno della Disney, LA BELLA E LA BESTIA, il 50° film dello studio, RAPUNZEL, è paragonabile o anche meglio di capolavori come LA SIRENETTA e ALADDIN”.

- Capone, Ain't It Cool News

"Il film riesce a guadagnare un vero momento emozionale prima di concludersi, e sono stato sorpreso dall’ottimo modo in cui il film si conclude. Rapunzel potrebbe non essere il miglior nuovo film della Disney, ma è un promemoria di quanto buona possa essere la Disney quando mettono tutto insieme, e sospetto che sarà un successo mostruoso in queste festività per le famiglie.”

- Drew McWeeny, Motion Captured

image

"'Rapunzel" è il miglior film animato della Disney degli ultimi 15 anni."

- Tom Long, Detroit News

"Rapunzel avrebbe potuto essere un disastro. I registi Nathan Greno e Byron Howard hanno davvero spinto per qualcosa di diverso tentando di modernizzare un racconto classico per il pubblico contemporaneo combinando nello stesso tempo la classica narrativa e le immagini dell’illustre passato della Disney. Tutti questi esperimenti possono squilibrare un film spostandolo troppo pesantemente da una parte o dall’altra, ma Rapunzel fa un incredibile lavoro a nell’armonizzare il passato e il presente.”

- Bill Graham, Collider

"Per Rapunzel, il 50° cartone dello studio, la squadra della Disney ha preso un profondo respiro e ha provato ad essere tante cose per tutti gli amanti dell’animazione. C’è qualche momento singhiozzante lungo il film, ma prima della fine si intravede il successo."

Kenneth Turan, Los Angeles Times

"Il miglior film non-Pixar della Disney sin da Il Re Leone del 1994, Rapunzel è un accattivante e spesso mozzafiato sguardo all’indietro ai film ispirati alle fiabe del passato."

- David Nusair, About.com

image

"Brillante e avvincente, e accompagnato da due superbi personaggi secondari non umani e peraltro muti, Rapunzel è certamente così. Per la maggior parte del decennio scorso la Disney ha faticato a riguadagnare il suo appeal nell’animazione, mentre la prima rivale e ora partner commerciale Pixar – e, nel suo più sporadico meglio, la DreamWorks – dominavano il mercato. Pur non essendo un capolavoro, Rapunzel rielabora la fiaba dei fratelli Grimm di Raperonzolo in un modo chiaro e ottimo. E’ scatenato senza essere per questo aggressivo. Dopo il caos narrativo de La Principessa e il Ranocchio dell’anno scorso, è un gratificante miglioramento.”

- Michael Phillips, Chicago Tribune

E se date uno sguardo a Rotten Tomatoes il film adesso ha un punteggio di 87% di critiche positive su un totale di più di ottanta recensioni. Non male, ma non giudicate il film da quello che dicono questi critici o da quello che diciamo qui su MyNewAnimatedLife. Vedetelo voi stesso e fateci sapere con la vostra personale opinione. Non vediamo l’ora di sapere cosa ne pensate di Rapunzel e l’Intreccio della Torre… Ci vediamo al cinema allora

MyNewAnimatedLife è un sito indipendente e non autorizzato dalla Walt Disney Company, e rappresenta le opinioni di conoscitori e appassionati dell'arte e tecnologia Disney con le loro quisquilie e pinzillacchere.
Ci riserviamo tutto il diritto di rispondere male a chi si lamenta che è finita la fantasia a Hollywood solo perché stanno facendo un sequel di Mary Poppins. Che poi voglio dire, è tratto dai romanzi originali di P.L. Travers, sono passati più di cinquant'anni, e c'è Lin-Manuel Miranda che farà cose, che problema avete?

Il sito utilizza il Programma affiliazione Amazon.

Per informazioni contattate:
email