giovedì 7 ottobre 2010

Don Hahn parla de La Bella e la Bestia in uscita in Blu-ray

Un’opportunità per guardare indietro a questo classico Disney del 1991 e ai preparative per l’uscita in Blu-ray. C’è anche qualche scoop su Frankenweenie!

image

In un’intervista all’Animation World Network Don Hahn, produttore de La Bella e la Bestia dice che vedere il film in Blu-ray gli ricorda parecchio il periodo della lavorazione, quando insieme ai registi Kirk Wise e Gary Trousdale, che sono stati richiamati insieme a tanti altri collaboratori per preparare il film per quest importante uscita.image

“Per portare la pellicola in alta definizione”, afferma Hanh, “siamo andati a ripescare i file digitali originali riportandoli in linea e ri-adattandoli ricordandosi come appariva il film originale. Ora è grandioso, è privo di qualsiasi g ranello di polvere o da scheggiature e poi Terry Porter, che ha realizzato il sound mix originale è ritornato e ha ripulito la colonna sonora creando un potente audio DTS in 7.1.”

Don continua affermando che sono stati corretti i colori rossi, visto che era inteso per essere un rosso color mela ma nel film finale si è giunti ad un rosso arrugginito. Questo senz’altro sarà un aspetto di cui ci accorgeremo a colpo d’occhio guardando il film.

Parlando della qualità il produttore continua dicendo che “avremmo potuto fare cose alcune cose un po’ meglio. Quei disegni sono un po’ fuori modello e avrebbero potuto essere meglio realizzati. Così ora insomma la mia tendenza è quella di notare di più i difetti e gli errori. La cosa bella è che riesco a intravedere la presenza degli artisti nel film: si possono vedere James Baxter, Glen Keane, Andreas Deja e Nick Ranieri e tutti gli altri, che io adoro.”

image

Per quanto riguarda la troupe che si occupò della storia Hahn afferma che per la Bella e la Bestia ha lavorato la miglior squadra del pianeta e che ognuno dei coinvolti ha diretto almeno un film d’animazione in seguito: Roger Allers (Il Re Leone), Kelly Asbury (Gnomeo & Juliet), Chris Sanders (Dragon Trainer) e Brenda Chapman (Brave). “Queste persone sarebbero diventate star ed erano all’inizio della loro carriera. Siamo stati fortunati e se si aggiungono talenti come Kirk & Gary e Howard Ashman, si ha quel livello extra di narrativa che stimola tutti. Howard ci ha insegnato moltissimo – e lo dico con orgoglio. Conoscevamo l’animazione, la Disney, come narrare una storia, ma non conoscevamo nulla della musica e dello stile di Broadway, e Howard sapeva come prendere le parti più emozionanti e divertenti e metterle nelle canzoni e queste nozioni fondamentali hanno davvero guidato quel periodo.”

Don ha confidato che la versione work in progress è stata ripulita e vederla in blu-ray sarà splendido, in particolare la scena epica della trasformazione della bestia disegnata e animata da Glenn Keane.

image Il produttore ha poi proseguito dicendo che il libro di Charles Solomon Tale as Old as Time: The Art and Making of Beauty and the Beast (Disney Editions) è “qualcosa che noi non abbiamo mai fatto, ovvero guardare indietro e parlare con tutte le persone coinvolte nel film. Penso che abbiamo cominciato con una lista di 50 nomi e abbiamo finito per intervistarne dozzine di più, e abbiamo provato a mettere insieme quello che è successo venti anni fa come si fa quando si fa un sopralluogo sulla scena di un crimine. Credo che (Solomon) abbia proprio fatto un lavoro grandioso dalla genesi del film in poi, coprendo tutti gli aspetti. Ha poi trovato anche dei memo e delle annotazioni per sostenere gli argomenti, quindi per me ha fatto come un vero e proprio detective.”

Si è parlato anche del nuovo libro di John Canemaker, Two Guys Named Joe (Disney imageEditions) che parla di Joe Grant e Joe Ranft. “Emozionante, divertente”, lo ha definito Don. “Per me, quelle persone sono due eroi dell’animazione. Erano loro che guidavano la barca quando si trattava della storia e del design dei personaggi e le loro caratterizzazioni, e se togliete questi due personaggi dalla Disney la Disney e la Pixar diventano diverse. E credo anche che il loro regalo all’animazione sia incredibile e penso che Canemaker lo catturi benissimo nel suo libro.”

Quando infine gli viene chiesto qualcosa in più a proposito di Frankenweenie rivela imageche non ha molto da dire se non che “abbiamo iniziato le riprese circa tre settimane fa, ed è dannatamente divertente. Abbiamo una troupe spettacolare a Londra ed è eccitante avere Tim Burton alla regia di un film d’animazione. Il fil m è ancora in fase di progresso”, prosegue Don “ma la cosa che ha attirato tutti è che si tratta di un grandioso film sui mostri, una grande storia alla Frankenstein che è nella nostra cultura, nella nostra mitologia, e non ci si può sbagliare. Proprio come con La Bella e la Bestia, è una rivisitazione di una storia vecchia come il mondo”.

Don ha concluso dicendo anche che Frankenweenie sarà in bianco e nero, proprio come il cortometraggio creato da Tim Burton.

MyNewAnimatedLife è un sito indipendente e non autorizzato dalla Walt Disney Company, e rappresenta le opinioni di conoscitori e appassionati dell'arte e tecnologia Disney con le loro quisquilie e pinzillacchere.
Ci riserviamo tutto il diritto di rispondere male a chi si lamenta che è finita la fantasia a Hollywood solo perché stanno facendo un sequel di Mary Poppins. Che poi voglio dire, è tratto dai romanzi originali di P.L. Travers, sono passati più di cinquant'anni, e c'è Lin-Manuel Miranda che farà cose, che problema avete?

Il sito utilizza il Programma affiliazione Amazon.

Per informazioni contattate:
email