martedì 27 luglio 2010

‘Toy Story 3’ di nuovo primo in classifica a livello mondiale!

hr/photos/stylus/143035-toy_story_3_341.jpg

Ritornando al numero 1 del boxoffice mondiale dopo tre settimane, "Toy Story 3" ha incassato la bellezza di 63,8 milioni dollari nel fine settimana da 7.598 schermi in 45 mercati, spingendo il suo totale del mercato internazionale a 352,8 milioni dollari.

In un solido secondo posto durante il fine settimana troviamo  "Inception" della Warner Bros., che ha incassato 58,6 milioni dollari da 5.644 sedi in 38 territori.

A guidare il ritorno in vetta per questo weekend per "Toy Story 3" in 3D ci sono state le aperture record nel Regno Unito e in Spagna. Nel Regno Unito, il seguito animato incassato l’enorme cifra di 32,8 milioni di dollari (comprese le anteprime) da 562 sedi, la più grande apertura del mercato, per un titolo di animazione. In Spagna, l’incasso al debutto è stato stimato a 7,9 milioni da 689 location, anche qui un record per il mercato dell’animazione.

Il totale straniero di "Toy Story 3" lo qualifica tra i sei maggiori incassi dell’animazione Disney fuori dall’America. Le aperture nei territori europei di lingua tedesca, più il Portogallo, sono attese per questa settimana.

L’incasso globale di "Toy Story 3", comprensivi degli incassi nelle sale americane negli ultimi giorni che sono arrivati a un totale di 380 milioni di dollari, ammonta ad oltre 730 milioni di dollari!

Secondo Box Office Italia intanto Toy Story 3 in Italia è oramai prossimo a superare quota 10 milioni, un discreto traguardo per il film Pixar che però non sarà presente nella top ten annuale. Considerato che il film ha ancora un mese di sfruttamento, prima dell'arrivo ad agosto di Shrek 4, i 12 milioni potrebbero anche essere possibili.

Invece delude ampiamente "L’Apprendista Stregone" che in America in 13 giorni ha incassato solo quasi 44 milioni di dollari.

MyNewAnimatedLife è un sito indipendente e non autorizzato dalla Walt Disney Company, e rappresenta le opinioni di conoscitori e appassionati dell'arte e tecnologia Disney con le loro quisquilie e pinzillacchere.
Ci riserviamo tutto il diritto di rispondere male a chi si lamenta che è finita la fantasia a Hollywood solo perché stanno facendo un sequel di Mary Poppins. Che poi voglio dire, è tratto dai romanzi originali di P.L. Travers, sono passati più di cinquant'anni, e c'è Lin-Manuel Miranda che farà cose, che problema avete?

Il sito utilizza il Programma affiliazione Amazon.

Per informazioni contattate:
email