mercoledì 28 luglio 2010

"Tangled" miscela la narrativa cinematografica moderna con lo stile della vecchia scuola del disegno animato Disney

In molti modi, "Tangled" è un ritorno agli anni ‘90 per i Walt Disney Animation Studios . Prima di tutto per il fatto che questo film è una fiaba realizzata come un lungometraggio animato, che contiene una colonna sonora scritta da vincitore dell'Academy Award Alan Menken e anche perché l’animazione è prodotta sotto la supervisione del grande Glen Keane (che sarebbe la leggenda dell'industria dietro Ariel ne "La Sirenetta", la Bestia ne "La Bella e la Bestia", così come il personaggio del titolo in "Aladdin").

Al tempo stesso, questa nuova versione cinematografica di Raperonzolo non potrebbe essere più diversa da tutte le altre fiabe Disney che l’hanno preceduta. Dato che "Tangled" è stato realizzato in CG e in Disney Digital 3D.

E vi ho detto magari anche che il decennio mentre questo lungometraggio animato era in fase di sviluppo è stato un periodo di sconvolgimenti estremi per la The Walt Disney Company?


Byron Howard (a sinistra) e Nathan Greno, co-registi di "Tangled."

Quindi, dato che "Tangled" è un prodotto della Disney sia del passato che del futuro, come hanno fatto Nathan Greno e Byron Howard (ovvero i co-registi di questo nuovo film dello studio d’animazione di Burbank) a decidere qual è stato il modo corretto di procedere con questa produzione animata?!? Con molta attenzione.

Giovedì al panel "Walt Disney Animation Studios: la creazione del personaggio!" presso il rinomato evento del Comic-Con, così come nelle interviste a seguire al San Diego convention center, Greno e Howard hanno parlato dell’approccio liberatorio e attento che hanno avuto per "Tangled." Hanno parlato di come hanno preso a volte in prestito dei concetti creativi de "La Sirenetta" (infatti proprio come con Ariel, Raperonzolo si suppone sia la ragazza della porta accanto), così come le tecniche di produzione di "Aladdin" (ovvero come hanno fatto per quel film del 1992 della Walt Disney Pictures, i registi di "Tangled" hanno consultato tutte le donne al lavoro presso i WDAS su quali tratti del viso amavano di più quali attori tra quelli in circolazione erano i più belli. In questo modo hanno potuto poi combinare tutti questi elementi per rendere l’interesse amoroso di Raperonzolo – il famigerato ladro Flynn Rider - il più attraente possibile per il pubblico di oggi).

Ma Nathan e Byron erano ben consapevoli che i tempi (e in maniera ancora più importante, i gusti del pubblico quando si tratta di intrattenimento) erano cambiati in modo significativo dagli anni ‘90. Che è il motivo per cui non avrebbe funzionato soltanto avere una storia con Raperonzolo che veniva salvata dalla sua torre da qualche bel principe. Che è il motivo per cui hanno optato di scegliere Flynn Rider invece. Sperando che - con l'associazione tra un affascinante ladro e una bellissima ragazza dai capelli lunghi della porta accanto - Greno e Howard potessero quindi essere in grado di porre nuovi interessanti sviluppi su questa fiaba classica.

Naturalmente, non si può raccontare la storia di Raperonzolo senza fare dei capelli di questo personaggio un elemento di enorme rilevanza per la storia. E dato che - almeno quando si tratta di film in CG - gli animatori tendono di solito ad evitare di animare tanti capelli a causa di tutti i problemi tecnici ... ritrovarsi poi improvvisamente coinvolti con un personaggio che a volte si tira dietro circa 70 metri di capelli è stata una grande sfida per il team dei Walt Disney Animation Studios.

Ma Nathan & Bryon hanno abbracciato questa sfida. Hanno reso le ciocche estremamente lunghe di Raperonzolo uno degli elementi più magici e divertenti di questo film. E così i suoi capelli sono diventati qualcosa che Raperonzolo brandisce come una frusta in una scena, e li usa invece come altalena nella successiva.

Il che è certamente molto divertente. Ma Greno & Howard sapevano anche che - se il pubblico di oggi doveva davvero amare "Tangled" – dovevano passare oltre al luogo comune dei lunghi capelli di Raperonzolo e alla torre che la intrappola e voltare lo sguardo su Flynn & Raperonzolo, come a due personaggi con cui il pubblico di oggi possa entrare davvero in sintonia e infine affezionarsi.


Glen Keane al Comic Con International 2009.

Nel frattempo, dal punto di vista di Glen Keane... Bè, lavorando con il creatore dei personaggi Jin Kim, Glen continuava a premere per assicurarsi che "Tangled" avesse qualche tessuto connettivo a tutte le fiabe Disney che l'avevano preceduto. Ovvero che questa rivisitazione cinematografica del racconto di Raperonzolo (proprio come "Biancaneve" e "Cenerentola" e - più tardi - "La Sirenetta","La Bella e la Bestia" e "Aladdin" hanno fatto) avessero lo stesso tipo di "pose d’oro" che i famigerati animatori della Disney conosciuti come i Nine Old Men avevano tanto lavorato per creare. Stiamo parlando di quei pezzi d’animazione splendidamente messi in posa in cui i personaggi e le storie si fondevano in modo speciale e ti scioglievano il cuore.

Tenete presente, quando si tratta di "Tangled", che in certi momenti l’inspirazione per il film è spesso arrivata in modo piuttosto interessante. Prendete - per esempio - quando la Disney Consumer Products è entrata nello studio d’animazione per mostrare una bambola alla moda che avevano assemblato facendola assomigliare a Raperonzolo come una bambina. Sebbene questa versione del personaggio inizialmente nel film appariva soltanto per un breve momento, Glen Keane fu così colpito dal look accattivante di questa bambola di Tangled, che ne ha tenuta una nel suo ufficio presso i WDAS come fonte di ispirazione. Ed è per questo che - col tempo – la versione della bambola bambina di Raperonzolo ha avuto sempre un maggiore spazio sullo schermo in "Tangled". E - come diretta conseguenza - il pubblico diventa poi molto più interessato alla situazione di Raperonzolo già in un punto iniziale nella pellicola.

Intendiamoci, un altro modo che la Disney ha per conquistare di solito il pubblico con un personaggio femminile è attraverso la sua canzone “I Want", ovvero in cui il personaggio canta liberamente esprimendo liberamente i suoi desideri . E in "Tangled", Raperonzolo ha una canzone del genere con "When Will My Life Begin?" Che è stata scritta - ovviamente - da Alan Menken.

Ora, quando si è parlato del lavoro di Menken per "Tangled" la scorsa settimana, Nathan & Byron si sono subito affrettati a sottolineare che - mentre le canzoni che Alan ha creato per questo film sono simili in qualità alle canzoni che aveva già scritto per "La Sirenetta", "La Bella e la Bestia" e "Aladdin" - Menken ha faticato parecchio per far sì che la musica che aveva creato per l’adattamento cinematografico di Raperonzolo della Disney fosse qualcosa di fresco, qualcosa di nuovo.

Così – in conclusione - ciò che si ha con "Tangled" è veramente qualcosa che prende tutte le virtù del passato Disney (in cui una narrativa di qualità superiore e una buona tecnica del disegno animato si univano alla perfezione per creare quei lungometraggi animati senza tempo che hanno deliziato il pubblico per decenni) e poi le mescola insieme con le ambizioni per il futuro dei Walt Disney Animation Studios (in cui la combinazione di CG e Disney Digital 3D risultano in questo nuovo racconto fiabesco in cui la magia sembra davvero saltar fuori dallo schermo direttamente in mezzo al pubblico).

Ma quando si arriva alla conclusione, ciò che rende un lavoro della Disney con i racconti delle delle fiabe al meglio sono  i personaggi. Ed è per questo che Greno & Howard hanno fatto in modo che l'interazione tra il mondano Flynn Rider (che - finora - è sempre stato in grado di affascinare chiunque per trovare una via d'uscita da ogni sua situazione difficile) e una Raperonzolo di buon cuore senza dubbio, ma non di certo che si lascia mettere i piedi facilmente in testa da nessuno, sia sempre intelligente e divertente. In modo che gli spettatori arrivino al punto di stare in pensiero e di fare il tifo per questa coppia piuttosto strana che alla fine si unisce.

Ed è per questo –che quando arriverà novembre - il pubblico resterà meravigliato quando "Tangled" uscirà finalmente nei cinema. Grazie - in gran parte – al nuovo stile narrativo di Nathan Greno & Byron Howard così come per i disegni in stile vecchia scuola di Glen Keane & Jin Kim.

Fonte: JimHillMedia.com

MyNewAnimatedLife è un sito indipendente e non autorizzato dalla Walt Disney Company, e rappresenta le opinioni di conoscitori e appassionati dell'arte e tecnologia Disney con le loro quisquilie e pinzillacchere.
Ci riserviamo tutto il diritto di rispondere male a chi si lamenta che è finita la fantasia a Hollywood solo perché stanno facendo un sequel di Mary Poppins. Che poi voglio dire, è tratto dai romanzi originali di P.L. Travers, sono passati più di cinquant'anni, e c'è Lin-Manuel Miranda che farà cose, che problema avete?

Il sito utilizza il Programma affiliazione Amazon.

Per informazioni contattate:
email