giovedì 17 giugno 2010

Libri da non perdere: Walt Disney Imagineering: A Behind the Dreams Look at Making More Magic Real

Vi presentiamo questo bellissimo nuovo libro da Disney Edition, che parla di tutte le sfide che gli Imagineers affrontano oggigiorno quando creano nuove attrazioni e spettacoli per i parchi a tema Disney.

Se amate la Disney dei parchi a tema, o se siete curiosi di imparare come funziona questo meraviglioso mondo non potete perdervi “Walt Disney Imagineering: A Behind the Dreams Look at Making More Magic Real” (Disney Editions, Maggio 2010).

Nonostante ci siano già diversi libri che si articolano sull’argomento, questo libro contiene gli ultimi aggiornamenti e illustra le più recenti tecnologie utilizzate dalla Disney per emozionare e stupire il pubblico dei parchi a tema.

La cosa veramente bella di questo nuovo libro che già dal sottotitolo dice “making more magic real”, si capisce che si parla di rendere vera della magia sempre nuova. Infatti si parla di tutte le creazioni che gli Imagineering hanno supervisionato dal 1966 fino ad oggi. Il libro contiene anche un bellissimo concept art del nuovissimo spettacolo World of Color, inaugurato da pochi giorni.

Ci sono anche dei bozzetti di Don Carson del 1997 nei quali si cercava di dare un look diverso a quello che sarebbe diventato Hong Kong Disneyland, allora conosciuto come Disneyland Asia. L’idea era di renderlo diverso dagli altri parchi a tema finora realizzati, di renderlo innovativo.

image

Uno degli aspetti più intriganti del piano di Carson era il castello per il parco. Che avrebbe dovuto essere localizzato all’estremità del parco, invece che alla fine di Main Street come si era sempre fatto fino a quel momento. Quello che Don voleva fare con questa iconica struttura non era soltanto di lasciarlo come fino ad allora soltanto un ristorante o un’attrazione nella quale ci si passava attraverso e basta. No, quello che voleva fare Carson con il castello del Disneyland Asia era di inserire una vera propria attrazione al suo interno. Un’attrazione Disney in stile “c’era una volta” dove gli ospiti del parco potevano passare attraverso e meravigliarsi.

Don voleva anche che per la parte la Terra della Fantasia di questo parco (non più Fantasyland come negli altri parchi) si andasse oltre il classico giro nelle tazze da tè del cappellaio matto di Alice nel Paese delle Meraviglie o il volo sulle navi di Peter Pan. Carson voleva introdurre delle mini aree in questa parte del parco, in modo che il pubblico poteva attraversare una strada di Agrabah, far visita al villaggio di Belle o persino vedere i Cattivi Disney.

image Ovviamente il management della Disney (almeno allora) non aveva assolutamente intenzione di procedere con qualcosa di così radicale come le proposte di Don Carson. Forse gli alti costi o la scarsa praticabilità hanno fatto sì che la Società decidesse di proseguire con una costruzione del parco di Hong Kong in linea alle tradizioni fino a quel momento attuate.

Questo è proprio cosa rende così divertente sfogliare “Walt Disney Imagineering: A Behind the Dream Look at Making More Magic Real”. Si possono dare degli sguardu approfonditi a come erano alcuni progetti nella loro fase iniziale.

Un altro aspetto di questo libro che lo renderà un vero successo tra gli amanti della storia dei parchi a tema è il fatto che si conoscono delle cose che non hanno mai superato il tavolo da disegno e che non sono mai state realizzate. Come un progetto della metà degli anni 70 chiamato Future World Theme Center per Walt Disney World.

Ray Bradbury, Card Walker and John
 Hench look over a model for an early-early version of EPCOT
"E perché non l’hanno mai costruito?," vi chiederete. Bè a volte è perché un’idea che all’inizio può sembrare molto promettente alla fine si dimostra piuttosto problematica da concretizzare.

American Waterfront painting 
by Scott Sinclair from the book Prendete per esempio il Faro di Alexandria. Che all’inizio doveva diventare l’icona per il parco Tokyo DisneySea. Gli Imagineers hanno impiegato mesi a progettare questa struttura per poi abbandonarla a causa di problemi di capacità (non si poteva in alcun modo costruire in cima ad essa una piattaforma sufficientemente grande per contenere un alto numero di persone che potevano così ammirare il panorama da lassù).

Questo libro da 192 pagine parla di tutti i fattori che gli sviluppatori dei parchi hanno dovuto tenere in considerazione ogni volta che progettavano e poi costruivano nuove attrazioni o show. Non è soltanto questione di creare attrazioni mozzafiato bellissime zeppe di effetti speciali da capogiro. Gli Imagineers devono tenere anche in considerazione cose come la sicurezza del pubblico, la capacità delle persone in un’ora, o se un personaggio o una storia sia o meno adatta per una particolare attrazione.

Perché quando tutti gli elementi si uniscono alla perfezione (ovvero il giusto personaggio è legato alla sua attrazione che è messa nel punto esatto all’interno di una particolare area di un preciso parco a tema), il risultato finale è veramente magico. Questa squadra può creare un’esperienza per il pubblico di cui le persone ne continueranno a parlare per settimane, mesi, e perfino anche diversi anni dopo che hanno visitato il parco. Come la bellissima attrazione presso i Walt Disney Studios a Parigi che hanno creato in cui si può girare con la tartaruga di Alla Ricerca di Nemo.

Concept
 painting of the Crush Coaster by Jim Shull

Questo è ciò che rende questo libro diverso da tutti gli altri tentativi di illustrare il lavoro degli Imagineering. Dico davvero. Si possono anche vedere degli spettacolari artwork dagli archivi come per esempio questo concept art dipinto dalla Leggenda Disney Ken Anderson, che mostrava quanto potessero diventare spaventosi gli alberi di Biancaneve e i sette Nani per un’attrazione per il parco.

Snow White's Scary Adventure concept painting by Ken Anderson
Inoltre questo libro usa un approccio molto pratico nello spiegare come si lavora oggigiorno presso gli uffici di Walt Disney Imagineering. Come le diverse sezioni di questa divisione della Walt Disney Company si uniscono, usando il loro talento specifico per creare nuove attrazioni e spettacoli che le persone di tutto il mondo potranno apprezzare divertendosi.

Non perdetevi questo libro per comprendere davvero la cultura e il mondo dietro le quinte dei parchi a tema più meravigliosi del mondo. Quelli Disney. E poi non potete perdervi un’introduzione di Bob Iger e una bellissima conclusione di John Lasseter!

MyNewAnimatedLife è un sito indipendente e non autorizzato dalla Walt Disney Company, e rappresenta le opinioni di conoscitori e appassionati dell'arte e tecnologia Disney con le loro quisquilie e pinzillacchere.
Ci riserviamo tutto il diritto di rispondere male a chi si lamenta che è finita la fantasia a Hollywood solo perché stanno facendo un sequel di Mary Poppins. Che poi voglio dire, è tratto dai romanzi originali di P.L. Travers, sono passati più di cinquant'anni, e c'è Lin-Manuel Miranda che farà cose, che problema avete?

Il sito utilizza il Programma affiliazione Amazon.

Per informazioni contattate:
email