domenica 20 giugno 2010

60 Easter Eggs in Toy Story 3

image

La Pixar ama nascondere Easter Eggs nei loro film, piccoli riferimenti ai suoi film e ai suoi personaggi dal passato o dal presente dello studio di animazione. Ci sono stati segnalati oltre 60 easter eggs e informazioni particolari per questo film

Se non avete ancora visto il film (cosa molto probabile purtroppo), state attenti perché in questo articolo troverete dei riferimenti e delle scene dal film che potrebbero essere considerate degli spoiler. Ho cercato di tralasciare dettagli sulla trama o di tenerli vaghi. Tutte le immagini sono state prese o dai trailer vari, o dagli spot, oppure ancora dalle immagini rilasciate pubblicamente dalla Pixar per promuovere il film. Comunque siamo certi che di Easter Eggs ce ne possano essere ancora parecchi, così man mano che li scoprite segnalateceli!

A113 in Pixar MoviesCominciamo con la stanza di Andy…

Alcuni pezzi d’arte affissi al muro nella stanza di Andy sono stati creati davvero dal coordinatore artistico di Toy Story 3 Erin Magill quando era alle superiori. Ci sono più di 300 adesivi nella stanza di Andy.

Tra gli adesivi affissi sul muro della stanza di Andy ci sono dei riferimenti ad altri film Pixar, come qui sotto potete vedere un adesivo che si riferisce ad Alla Ricerca di Nemo.

Sulla porta di Andy c’è un adesivo giallo (vedi dettaglio sotto):

image

Questa salamandra che attraversa la strada è un riferimento a un film della Pixar inizialmente dato in uscita per il giugno del 2012, che ora si è arenato in fase di sviluppo e non si sa se ne riemergerà.

La voce del  personaggio di Andy è di John Morris, lo stesso attore che ha dato la voce a Andy negli altri due film della Pixar. 

John Morris

In Toy Story 3, Andy sta pe andare al college, ma nella vita reale Morris ha 26 anni. (foto del 2008)

John Morris

In Toy Story 2, la piccola Molly aveva la voce della figlia di Lee Unkrich, Hannah. Il regista ha ripescato quelle stesse registrazioni per Molly nelle immagini riprese dalla mamma di Andy all’inizio di Toy Story 3.

Un altro personaggio che ritorna per Toy Story 3 è Sid, il ragazzino tortura giocattoli vicino di Andy. Qui ecco un’immagine dal primo Toy Story:

Purtroppo non c’è ancora nessuna foto del cameo online. Sid appare come un addetto alla spazzatura. Lo riconoscerete grazie alla sua maglietta col teschio in bianco e nero.

Il calendario nella stanza di Andy che mostrava un immagine di A Bug’s Life ora ha un’immagine di Snot Rod, un personaggio di Cars.

Entrambi i calendari, anche se di anni diversi, sono girati tutti e due sul mese di agosto.

Sopra l’armadio di Andy c’è l’indirizzo di una strada chiamata W. Cutting Blvd….

la strada in cui avevano sede i primi quariergenerali della Pixar. Le puntine sulla cartina nella stanza di Andy corrispondono alle città natali dello staff di produzione del film.

Andy ha un banner appeso in camera sua su uno dei muri con scritto “P.U.”

P.U. sta per Pixar University, un programma di sviluppo professionale per gli impiegati della Pixar.

Su una cartolina sulla lavagnetta di legno in cima alla cassettiera di Andy compaiono questi nomi…

“Carl and Ellie Fredricksen”.

Che naturalmente sono i nostri amici del film Pixar dell’anno scorso, Up.

Sulla stessa tavola c’è…

Un programma sportivo sponsorizzato dal Pizza Planet.

pizza planet

A proposito di Pizza Planet, il pick-up del Pizza Planet è apparso in ogni film della Pixar a parte ne Gli Incredibili. La Disney ha creato davvero il ristorante con questo nome a Walt Disney World e a Disneyland Paris.

Il furgoncino del Pizza Planet appare in Toy Story 3, e fa fare un bel giretto da urlo ad alcuni giocattoli viaggiatori.

A113 in Pixar Movies

A113: Quella che cominciò come una barzelletta interna degli alunni del CalArts (un riferimento al numero di classe che venne usato dagli studenti dell’animazione, tra i quali John Lasseter, Andrew Stanton, Brad Bird, Pete Docter) è stato presente non solo in ogni film della Pixar, ma nei film Disney, ne Il Gigante di Ferro, I Simpsons, I Griffin, American Dad, Powerpuffgirls e Tinytoon Adventures.

In Toy Story 3, A113 compare ancora una volta come il numero di targa della macchina della mamma di Andy.

zz5766181a

Ma c’è altro.

zz5766181a2

Il nome Tigers Pride che compare sulla targa è in riferimento alla casa natale del regista Lee Unkrich di Chagrin Falls, nell’Ohio, e la mascot del suo liceo, Tiger.

Al Sunnyside Daycare…

zz4eab0128

Il regista Lee Unkrich ha una battuta nel film….

Lee Unkrich

….la voce di Jack nella scatola che dice “New Toys!” quando Woody, Buzz e la gang arrivano per la prima volta al Sunnyside Daycare.

ts3easter2

Al Sunnyside, c’è un cameo di Mr. Ray da Alla Ricerca di Nemo, con la voce dell’artista della storia della Pixar, e co-regista di Up, e la voce di Dug il cane: Bob Peterson. Ecco un’altra immagine:

zz1222caf4

zz61eaddcc

Cosa mi dite di questa immagine? Vedete qualche riferimento a qualche personaggio Pixar?

tseaster3

Cosa mi dite del giocattolo di legno preso da Cars? E avete notato il numero che c’è su McQueen? Numero 95.. Appare anche…

image

Sulla maglietta di questo bambino del Sunnyside. e..

zz62f4303f

Appare anche….

zz62f4303fd

… sul treno, 95 è un tributo all’anno in cui il primo Toy Story uscì al cinema.

In questa immagine ci sono alcuni personaggi di Alla Ricerca di Nemo nascosti nel disegno sul muro.

Il corto della Pixar del 1986 intitolato Luxo Jr., da cui deriva anche la lampada del logo, e conteneva anche una piccola palla gialla con un cerchio blu e una stella rossa. Questa palla appare in molti film Pixar. Una delle apparizioni in Toy Story 3 è sul muretto all’esterno del Sunnyside Daycare.

Ecco lo zoom:

Alcuni personaggi in ognuno dei film della Pixar hanno la voce di artisti della storia e di registi che in qualche modo finiscono per ottenere la parte dopo aver dato la voce in riunioni della storia o presentazioni varie.

Il Telefono Chiacchierono della Fisher Price ha la voce di Teddy Newton, un artista dello storyboard per Il Gigante di Ferro, il Character Designer per Gli Incredibili e Presto, che fa il suo debutto alla regia con Day & Night, il cortometraggio che precede Toy Story 3.

zz52ae7756

E l’immagine qui sopra contiene un riferimento al cortometraggio della Pixar Tin Toy.

Nel cortometraggio, un piccolo giocattolo viene terrorizzato da un piccolo bebè. Scappa dal bebè e si nasconde sotto un armadio dove trova un gruppo di giocattoli abbandonati, dispersi o che si nascondono dalla paura. Mentre Rex corre verso la porta, alcuni dei giocattoli di Tin Toy si intravedono nascosti nell’angolo destro.

tseaster4

E naturalmente, in ogni film Pixar, provano a nascondere un personaggio o due da uno dei loro film in uscita.

Non notate niente in quest’immagine? Che cosa mi direste se vi dicessi che uno dei personaggi per il sequel di Monsters e Co. annunciato di recente e lì da qualche parte? In ogni Pixar film, provano a nascondere un personaggio o due non ancora annunciato che sarà presente nei loro futuri film.

pixarcharactereggs

Per esempio, il pesce giocattolo di Boo in Monsters & co. divenne il personaggio del titolo di Alla Ricerca di Nemo. Un bambino nella sala d’attesa nello studio dentistico in Alla Ricerca di Nemo stava leggendo un libro a fumetti de Gli Incredibili. Wall-E apparve in 2D nel cortometraggio nel DVD di Ratatouille Your Friend the Rat. E Dug il cane di Up apparve in ombra nel film di Brad Bird Ratatouille mentre dà la caccia a Remy mentre scappava dietro alle pareti.

Dug in ratatouille

In Up:

ts3inup

Il piccolo tenero orsetto rosa vicino al letto nella sequenza in cui la casa di Carl vola davanti alla finestra della cameretta di una bambina. Il personaggio si chiama Lots-o’-Huggins Bear, e ha la voce di Ned Beatty.

E’ un personaggio completamente nuovo.

zz5b6faa05

A dir la verità, una prima versione di Lotso apparve nel primo Toy Story:

Lotso in Toy Story

Ma di Monsters & co. 2? I fanatici della Pixar speculano sul fatto che una delle bambine dell’asilo assomigliano moltissimo alla versione cresciuta di Boo:

zz61eaddcc

E’ forse Boo la bambina nell’immagine qui sopra??

Boo from Monsters Inc

Decidete voi

Lotso

E a proposito di Lots-o’-Huggin’ Bear, personaggio ha 3,473,271 peli individualmente organizzati in diversi strati di diverso speesore e lunghezza. Alcune persone credettero davvero che si trattava di un vero giocattolo degli anni 80. Uno spot del 1983, infatti ha reso ingannevole capire se si trattava di verità o finzione.

Ma l’orsacchiotto non è mai esistito se non fino a Toy Story 3. La Pixar e la Disney hanno creato questi finti spot come parte del marketing virale per il film, e direi che ha funzionato. L’orsacchiotto è diventato un giocattolo vero per la linea di merchandise di Toy Story 3.

La Disney ha comunque confermato che uno sguardo a un nuovo personaggio per Cars 2 che uscirà l’anno prossimo è nascosto nella stanza di Andy. Ci sono infatti una serie di poster di macchine nella stanza di Andy: 

Ma quale?

Finn McMissile — un bozzetto completo del personaggio è stato mostrato l’anno scorso al D23 Expo. Il personaggio sarà sullo stile della Aston Martin di James Bond.

Quale tra i personaggi qui sotto è un intruso?

totoro in toy story 3

Il personaggio grigio a sinistra è Totoro, dall’acclamato film di Hayao Miyazaki del 1988 My Neighbor Totoro. John Lasseter, capo creativo dei Pixar e Walt Disney Animation Studios e regista di Toy Story/ToyStory 2, è un buon amico di Hayao Miyazaki, che in pratica è considerato il Walt Disney e lo Steven Spielberg del Giappone. Ecco una citazione di John Lasseter che ci parla dell’apparizione di Totoro.

“Facciamo dei piccoli omaggi nei nostri film,” Lasseter ha detto a MTV, “e pensiamo che era un vero e proprio omaggio far sapere quanto Miyazaki e lo Studio Ghibli significhino per noi.”

zz4359e988

Il numero 237 nel nickname è un riferimento al film preferito di Lee Unkrich, Shining

zz3e653dda

La Pixar ha una storia a sé stante di riferimenti alla Apple/Mac. Steve Jobs, che ha co-fondato la Apple con Steve Wozniak, ha comprato il The Graphics Group (più tardi richiamata Pixar) dalla Lucasfilm computer graphics division nel 1986, ed è stato amministratore delegato della Pixar fino alla sua acquisizione da parte della Disney nel 2006. La Apple l’abbiamo già vista in altri film Pixar prima d’ora come per esempio come su una macchina in Cars. Ci sono diversi riferimenti alla Apple in Wall-E, la più ovvia è quando Wall-E guarda  Hello Dolly su un vecchio iPod video e Eve è stata persino progettata dal designer della Apple Johnny Ive. toystory3easter5

Il computer che i giocattoli stanno usando all’asilo è un iMac con OSX e Safari. Nell’immagine di prima, vediamo Andy con iTunes aperto sul suo portatile.

The Walking Dead

La tasitera del computer è una vecchia tastiera Mac.

Quando Buzz stringe la mano con il robot…

zz1a87dc6a

Un trattore giocattolo, come quello visto in Cars, può essere visto dietro a loro.

zz1d261606

C’è anche il camion dei pompieri di Cars: nell’immagine qui sotto

Red from Cars in Toy Story 3?

Red from Cars

Nella scena qui sotto, stanno scommettendo con le batterie Re-Volting…

zz17dbb055

… lo sponsor del corridore 84 in “Cars.” (Apple e Re-Volting erano 84’s)

revolting

E a proposito di batterie, durante la sequenza in cui i giocattoli resettano Buzz Lightyear, vediamo che Buzz ha 2 batterie AA Buy N Largie sul retro.

Buy N Large era la mega società vista in WALL-E.

Buy n large in Wall-E

John Ratzenberger

John Ratzenberger pixar

John Ratzenberger è apparso in tutti i film della Pixar. E’ considerato il portafortuna dello studio. E’ stato Hamm in Toy Story e Toy Story 2, PT Flea in A Bug’s Life, l’Abominevole Uomo delle Nevi in Monsters & Co, il banco di pesci in Alla Ricerca di Nemo , il Minatore ne Gli Incredibili, Mack in Cars, Mustafa il cameriere in Ratatouille, John l’umano di Wall-Em e il costruttore Tom in Up. In Toy Story 3 riprende il suo ruolo di Hamm:

John Ratzenberger is Hamm in Toy Story 3

La versionie di Ken usata in Toy Story 3 è ispirata a “Animal Lovin’ Ken” del 1988.

Ken

Ken indossa 21 diversi completi nel film.

La versione di Barbie usata in “Toy Story 3” è ispirata a “Great Shape Barbie” del 1983.

Great Shape Barbie

E la casa dei sogni di Ken nel film è basata all’edizione del 1938 della Casa di Barbie.

La produttrice di “Toy Story 3” Darla K. Anderson ha prestato il suo nome a Darla in “Alla Ricerca di Nemo.”

Darla Anderson

Qui ci sono altri fun-fact rilasciati direttamente da Disney:

  • Il 15 gennaio del 2010, l’ultimo giorno per molti dei 58 animatori, Lee Unkrich ha diretto una mini banda marciante per lo studio.
  • 17 animatori in Toy Story 3 hanno anche lavorato a Toy Story 2.
  • Sono stati disegnati 92.854 storyboard durante tutto il lasso di tempo del film, e di questi, circa la metà (45.516) sono stati consegnati al reparto editoriale. Il reparto li ha trasformati in 8 “Milestone Screenings” che sono stati mostrati al Pixar Brain Trust mentre il film era in fase di sviluppo.
  • Ci sono 302 personaggi totali nel film.
  • Woody è alto 15.18 pollici senza il suo cappello, e 15.93 pollici con il suo cappello. Woody ha 229 avars sulla sua faccia. Gli avars, abbreviazione per animation variables, sono i punti di movimento, che gli animatori manipolano per creare una performance fisica di un personaggio.
  • Buzz è alto 11.43 pollici senza il suo elmetto protettivo, e 11.80 pollici con l’elmetto chiuso. Buzz ha 215 avars sul suo viso.
MyNewAnimatedLife è un sito indipendente e non autorizzato dalla Walt Disney Company, e rappresenta le opinioni di conoscitori e appassionati dell'arte e tecnologia Disney con le loro quisquilie e pinzillacchere.
Ci riserviamo tutto il diritto di rispondere male a chi si lamenta che è finita la fantasia a Hollywood solo perché stanno facendo un sequel di Mary Poppins. Che poi voglio dire, è tratto dai romanzi originali di P.L. Travers, sono passati più di cinquant'anni, e c'è Lin-Manuel Miranda che farà cose, che problema avete?

Il sito utilizza il Programma affiliazione Amazon.

Per informazioni contattate:
email