giovedì 6 maggio 2010

La Disney progetta un’invasione ai cinema con Prince of Persia

image Il produttore Jerry Bruckheimer non è mai stato a nessuna convention degli appassionati prima d’ora. Ma improvvisamente il mese scorso si è trovato al centro dell’attenzione al Wonder-Con in San Francisco, dove 5.000 appassionati di fumetti aspettavano in fila per vedere delle anteprime di immagini dai film in uscita quest’estate “Prince of Persia: Le sabbie del tempo” e “L’Apprendista Stregone”.

Bruckeimer è rimasto impressionato dall’accoglienza dato che diversi partecipanti gli scattavano foto col cellulare come se fosse in un concerto rock. Naturalmente, le star dei suoi film, Jake Gyllenhaal di ‘Prince of Persia’ e Nicolas Cage di ‘L’Apprendista Stregone’ sono stati fotografati ancora di più, ma per Bruckheimer, l’evento è stato illustrativo di una nuova spinta del marketing in Disney.

Il produttore diceva di essere elettrizzato quando la Disney gli propose di partecipare al Wonder-Con, una convention che raggruppa fino a 35 mila appassionati di fumetti, prevalentemente maschi.

“La Disney è venuta da me, e mi ha detto ‘andiamo al Wonder-Con’… ero così felice,” dice Bruckheimer, che riconosce l’importanza di essere accolti da questo gruppo, che sono il pubblico target dei film. Questo è il motivo per cui Bruckheimer parteciperà anche al più grande evento dedicato agli eroi in costume, il Comic-Con di San Diego, in luglio.

Il chairman dei Walt Disney Studios Rich Ross ha assicurato a Bruckheimer che lo studio “ucciderebbe per il film”, riferendosi alla campagna marketing che lo studio ha pianificato per l’adattamento cinematografico da 200 milioni di dollari della fortunata serie di videogiochi “Prince of Persia”.

Nessuno resterà all’oscuro del fatto che ‘Prince of Persia’ uscirà nei cinema il 28 maggio.

“Vogliamo far sapere a tutti che stiamo facendo un film di Jerry Bruckheimer”, ha detto Rich Ross.

image  Bruckheimer, a cui piacciono tutti i potenti produttori che lavorano da vicino con lo studio nelle campagne mediatiche, ha suggerito che nel creare i materiali pubblicitari per ‘Prince of Persia’, i dirigenti della Disney dovrebbero prendere ispirazione dalla Warner Bros per il loro lavoro con ‘Sherlock Holmes’. Lo scorso dicembre, lo studio rivale ha creato una mega promozione nei cinema per il remake con Robert Downey Jr. che ha impressionato Bruckheimer.

La Disney sta pianificando una campagna bombardante simile – di cui Ross riferisce come un “dominio dei cinema”, con poster, banner e cartelloni di ogni grandezza in ogni angolo dei cinema e dei multisale.

E mentre l’estate si avvicina, la macchina pubblicitaria porterà la sua attenzione anche a ‘L’Apprendista Stregone’, che uscirà il 16 luglio.

Allo stesso tempo, il mega produttore Bruckheimer sta già lavorando al prossimo capito della saga dei Pirati dei Caraibi, con il quarto episodio, la cui produzione partirà il prossimo 14 giugno alle Hawaii. Il seguito, che continua le avventure del Capitano Jack Sparrow, secondo fonti giornalistiche, subirà un notevole taglio del budget rispetto all’ultimo episodio.

Il produttore sta anche sviluppando un terzo ‘Mistero dei Templari’ e un adattamento cinematografico della serie western della TV e della radio ‘The Lone Ranger’, con Johnny Depp nel ruolo di Tonto.

MyNewAnimatedLife è un sito indipendente e non autorizzato dalla Walt Disney Company, e rappresenta le opinioni di conoscitori e appassionati dell'arte e tecnologia Disney con le loro quisquilie e pinzillacchere.
Ci riserviamo tutto il diritto di rispondere male a chi si lamenta che è finita la fantasia a Hollywood solo perché stanno facendo un sequel di Mary Poppins. Che poi voglio dire, è tratto dai romanzi originali di P.L. Travers, sono passati più di cinquant'anni, e c'è Lin-Manuel Miranda che farà cose, che problema avete?

Il sito utilizza il Programma affiliazione Amazon.

Per informazioni contattate:
email