venerdì 14 maggio 2010

The Hollywood Report recensisce ‘Prince of Persia’

image Il famoso sito di cinema ‘The Hollywood Report’ recensisce la pellicola di 116 minuti della Disney in uscita la prossima settimana su tutti gli schermi mondiali e analizza i punti positivi e quelli negativi di questo film.

Il sito lo definisce innanzitutto un prodotto mirato per ragazzi e famiglie. Prince of Persia risulta affascinante, veloce nel ritmo dell’azione, ma ahimè alla fine si tratta di praticamente di un’innocua avventura, facile da seguire che in realtà manca di dimensioni epiche e che non lascia impressioni durature.

Secondo l’autore dell’articolo il PG13 (la classificazione americana del film che definisce che la fascia di età del pubblico che non deve essere inferiore a 13 anni) non serviva, in quanto risulta essere un prodotto per ragazzi che adolescenti, che corrono persino il rischio di annoiarsi in alcuni momenti.

Senza nemmeno dirlo il risultato al box office sarà di certo buono, secondo il sito, visto il genere, anche se non verrà nessun tipo di record.

Il film purtroppo sembra troppo spade e cavalli, sabbia e vento, città maestose e nobili principi, che tentano di ricreare una versione antica dell’antica Persia e in certo modo rendono il film un po’ troppo standard, che si appoggia un po’ troppo sul fascino del protagonista Jake Gyllenhaal, un bravo e serio attore, che per il suo ruolo è diventato più serio ma appare a volte un po’ insipido.

Per quanto riguarda la protagonista femminile del film, Tamina, si nota bene che il regista Mike BNewell fa di tutto per renderla sexy, provocante e affascinante in quasi tutte le sue scene, ma non sempre ci riesce e queste scene risultano forzate. La Arterton dà una grande energia al ruolo, innalza il profilo di Tamina ma appare fin troppo intelligente per un film come questo.

Il mega produttore Jerry Bruckheimer ha riempito il film di talenti e per questo il film splende. Alfred Molina e Ben Kingsley sono ottimi personaggi e i loro ruoli sono più che credibili.

I montatori hanno conseguito ottimi risultati, rendendo il ritmo della storia ancora più eccitante; e la colonna sonora si accoppia piuttosto bene con lo spirito avventuroso del film.

Leggete qui la recensione di ‘The Hollywood Report’

MyNewAnimatedLife è un sito indipendente e non autorizzato dalla Walt Disney Company, e rappresenta le opinioni di conoscitori e appassionati dell'arte e tecnologia Disney con le loro quisquilie e pinzillacchere.
Ci riserviamo tutto il diritto di rispondere male a chi si lamenta che è finita la fantasia a Hollywood solo perché stanno facendo un sequel di Mary Poppins. Che poi voglio dire, è tratto dai romanzi originali di P.L. Travers, sono passati più di cinquant'anni, e c'è Lin-Manuel Miranda che farà cose, che problema avete?

Il sito utilizza il Programma affiliazione Amazon.

Per informazioni contattate:
email