martedì 4 maggio 2010

Cosa sta succedendo alla Pixar?

image Toy Story 3, Cars 2, Monsters & co. 2, sequel, sequel, sequel…

Come mai uno degli studios più originali di Hollywood che ci ha abituato a film originali, che ogni anno ci ha entusiasmato con storie fantastiche, personaggi incredibili, tutto ad un tratto annuncia che tre dei suoi film in programma per i prossimi anni saranno dei seguiti di loro film, tra l’altro neanche ai film di più grande successo.

Come mai in quindici anni abbiamo visto solo un seguito, Toy Story 2, da molti definito tra l’altro come addirittura migliore dell’originale, e ora assistiamo ad un improvviso e massiccio uso dei sequel? Che John Lasseter e Ed Catmull abbiano venduto l’anima del loro tanto amato studio Pixar a Bob Iger?

Probabilmente è ciò che pensano o che si immaginano tutti.

Ora, dopo quattro anni dall’acquisizione della Pixar da parte della Disney potrebbe davvero essere la fine della Pixar come la conosciamo? Non credo proprio. Conosciamo Iger e sappiamo che a lui fa piacere vedere che i successi Pixar vengano trasformati in franchise ma sappiamo anche quanto lui stesso tenga all’integrità dello studio. Probabilmente c’è solo un desiderio di avere più prodotti da distribuire.

La DreamWorks è ora sulla strada giusta per poter produrre cinque film ogni due anni e la Pixar sta continuando sulla sua strada di produrre un solo film all’anno. Per la prima volta nel 2012 ci saranno due film Pixar prodotti in un solo anno. Non credo che la Pixar stia inseguendo la DreamWorks in quanto ai film che quest’ultima produce annualmente, ma state certi che d’ora in avanti vedremo molti più film della Pixar. Forse un film originale e un seguito nell’arco di 18 mesi o giù di lì. Io non sono contrario ai seguiti, sono solo contrario ai brutti seguiti. Se c’è una bella storia da raccontare, allora a me va bene che me la raccontino.

Alla fine questo è sempre stato il mantra di Lasseter. Ogni volta che gli veniva posta una domanda sui seguiti la sua risposta inequivocabile è stata sempre che avrebbero fatto dei seguiti soltanto se ci fosse stata una storia davvero meritevole da essere trattata. L’hanno sempre ripetuto che “la cosa primaria è e resterà sempre la storia”. E’ questo che mi tranquillizza, che non mi fa aver paura del fatto che produrranno qualche seguito, perché sono sicuro che sarà ottimo, come sempre. E’ normale che la Disney chieda o pretenda altri film con gli stessi personaggi, ma fino a che John e la Pixar credono in quello che fanno e si focalizzano sul narrare delle storie grandiose non mi importerà granché se alla fine di un titolo di un loro film ci sarà un 2, un 3 o forse anche un 4! Non penso comunque che dopo il terzo vedremo mai altri film di Toy Story. Quello in uscita sarà il capitolo conclusivo di quella storia. Ma questo non significa che Woody & Buzz andranno in pensione. Semplicemente non li vedremo più sul grande schermo. Sono sicuro che troveranno un altro utilizzo all’interno della Disney. Ci sono molte sezioni a cui piacerebbe sfruttare questi personaggi (TV, cortometraggi, prodotti di consumo, web, parchi ecc.).

E poi c’è il seguito che tutti vorrebbero e che tutti stanno aspettando di vedere. Un seguito di ‘Gli Incredibili’, ma fintanto che Brad Bird, il regista dell’originale sarà impegnato con un probabile nuovo Mission Impossible con Tom Cruise, o con 1906, nessun progetto in questa direzione vedrà la luce, almeno fino al 2013-2014, se non per mai.

E non tutti i film annunciati sono sequel. Ricordatevi di ‘The Brave’, che uscirà nell’estate del 2012. Prima era conosciuto come ‘The Bear and the Bow’. E hanno anche un lungo elenco di altri film originali (per ora non reso pubblico, ovviamente), a cui diverse persone in Pixar stanno già lavorando. Molti nuovi film originali usciranno, ma i sequel sono anche loro della Pixar e hanno sempre fatto parte di Hollywood.

D’altronde si tratta di movie business, ed essedo un business gli incassi contano. E maggiori incassi, ancora più facili da ottenere fanno gola a qualunque studio. Comunque gente non preoccupatevi perché è ancora della Pixar che stiamo parlando, non scordatevelo!

MyNewAnimatedLife è un sito indipendente e non autorizzato dalla Walt Disney Company, e rappresenta le opinioni di conoscitori e appassionati dell'arte e tecnologia Disney con le loro quisquilie e pinzillacchere.
Ci riserviamo tutto il diritto di rispondere male a chi si lamenta che è finita la fantasia a Hollywood solo perché stanno facendo un sequel di Mary Poppins. Che poi voglio dire, è tratto dai romanzi originali di P.L. Travers, sono passati più di cinquant'anni, e c'è Lin-Manuel Miranda che farà cose, che problema avete?

Il sito utilizza il Programma affiliazione Amazon.

Per informazioni contattate:
email