venerdì 5 marzo 2010

Alice in Wonderland al box office

image Mercoledì è uscito in circa 720 schermi, di cui 380 in 3D, Alice in Wonderland l’attesissima pellicola di Tim Burton con protagonisti Johnny Depp, Helena Bonham Carter, Anne Hathaway e Mia Wasikowska.

Molti fan non vedevano l’ora di gustarsi questo nuovo capolavoro del visionario regista, ex-disegnatore Disney, e si sono riversati in massa già il primo giorno di programmazione: infatti sono stati ben 1.278.000 gli euro incassati nella sola giornata di mercoldì. Sicuramente meno rispetto a New Moon e l’ultimo Harry Potter, entrambi sopra i 2 milioni, ma sicuramente un dato molto interessante visto che la pellicola manca di uno “zoccolo duro” di fan che le altre due pellicole possiedono da tempo.

Il buon dato si è replicato ieri, giovedì 4 marzo, in quanto Alice in Wonderland ha incassato altri 900.000 euro e portando il totale già oltre i 2 milioni di euro.
Sarà molto interessante vedere quanto incasserà nel weekend, e ci si aspetta grossi risultati non solo perché molti hanno aspettato appunto il fine settimana per godersi il film ma perché con i numerosi schermi 3D a disposizione può vantare l’effetto del prezzo maggiorato del biglietto per la visione tridimensionale (circa 10 euro in media). Le previsioni parlano almeno di altri 6 milioni di euro nei 3 giorni, quindi dovrebbe sfiorare i 9 milioni totali nei primi 5 giorni di programmazione. Se fosse vero, si confermerebbe come uno dei maggiori esordi del nostro boxoffice.

Alice in Wonderland esce oggi anche negli USA in ben 3728 sale cinematografiche e le proiezioni variano tra i 65 e i 75 milioni di dollari nei 3 giorni! Un dato molto elevato che siamo curiosi di confermare domenica sera con le prime stime degli incassi.

MyNewAnimatedLife è un sito indipendente e non autorizzato dalla Walt Disney Company, e rappresenta le opinioni di conoscitori e appassionati dell'arte e tecnologia Disney con le loro quisquilie e pinzillacchere.
Ci riserviamo tutto il diritto di rispondere male a chi si lamenta che è finita la fantasia a Hollywood solo perché stanno facendo un sequel di Mary Poppins. Che poi voglio dire, è tratto dai romanzi originali di P.L. Travers, sono passati più di cinquant'anni, e c'è Lin-Manuel Miranda che farà cose, che problema avete?

Il sito utilizza il Programma affiliazione Amazon.

Per informazioni contattate:
email