sabato 21 novembre 2009

Recensione DVD: Corsa a Witch Mountain

Corsa a Witch Mountain

Genere:
Commedia
Titolo originale:
Race to Witch Mountain
Nazione: Stati Uniti
Anno produzione:
2009
Durata: 98'
Regia:
Andy Fickman
Cast:
Dwayne Johnson, Anna Sophia Robb, Carla Gugino, Christine Lakin, Cheech Marin, Ciarán Hinds, Chris Marquette, Tom Everett Scott
Produzione: Walt Disney Pictures, Gunn Films
Distribuzione: Walt Disney Studios Motion Pictures
Sceneggiatura:
Matt Lopez, Mark Bomback

Un tassista di Las Vegas di nome Jack Bruno si imbatte in dei clienti decisamente “particolari”. Sara e Seth sono infatti due ragazzi dotati di eccezionali poteri paranormali e vengono braccati da un'orda di spietati nemici. Fra tutti, l'esercito americano intende catturarli per studiarne le capacità, come sta già facendo con la loro astronave precipitata sulla Terra. Oltre che a scappare dai loro inseguitori, i due fratelli, aiutati dallo stesso Jack, dovranno recuperare anche un misterioso oggetto, utile a evitare l'invasione del nostro pianeta. In loro soccorso giunge Alex, un'astrofisica un po' stralunata. Da qui scaturisce una corsa a perdita di fiato verso Witch Mountain, dove il governo tiene nascosti quei segreti che la popolazione non può e non deve conoscere...

Questo bel film per famiglie è il secondo rifacimento del cult movie Incredibile viaggio verso l'ignoto (1975), e come esso trae spunto dal romanzo fantascientifico Escape to Witch Mountain di Alexander Key: autore anche del celeberrimo The Incredible Tide (1970), poi magistralmente proposto in versione animata dal regista nipponico Hayao Miyazaki con Conan il ragazzo del futuro. Nel cast, accanto al protagonista Dwayne Johnson, spicca Anna Sophia Robb, che interpreta il ruolo delle giovane aliena Sara. Trattasi di una pellicola dal “respiro Disney”, dove un buonismo di fondo cerca di rendere una narrazione disincantata, quanto godibile per un pubblico di adolescenti contenti finalmente di sognare un po'. Di conseguenza, i bambini sono come sempre gli autentici protagonisti della vicenda, sostenuti dall'immancabile presenza del co-protagonista animale, in questo caso un simpatico cagnolotto. Il film fa un po' bonariamente il verso a Incontri ravvicinati del terzo tipo (1977) di Steven Spielberg, dove troviamo una visione talvolta estetizzante degli alieni, i quali entrano in contatto con l'unico terreste (manco a dirlo, creduto folle dai suoi simili) che riesce a interagire con loro.

Il regista Andy Fickman non risparmia neanche qualche frecciatina verso il mondo dell'ufologia, descritto come un clan che parla solo per citazioni cinematografiche, confondendo troppo facilmente scienza con fantascienza. A onor del vero, bisogna riconoscere che i patiti di questa parascienza sono sovente così, ma non sempre però: difatti esistono pure ricerche ufologiche serie, compiute fra gli altri anche da esperti nostrani. C'è da dire che ormai già da tempo la Disney ha compreso la necessità di adeguarsi ai gusti del pubblico di oggi, ragion per cui persino un film leggero e con ottimi dialoghi come questo presenta una buona dose di azione, con momenti anche violenti, ben resi dalla regia di Fickman. Forse non sarà palese agli occhi dei più, ma la narrazione rivela una buona dose di pacifismo di stampo ecologista, cosa che rende questa opera ancora più interessante, poiché fortunatamente, stavolta, oltre a intrattenere si è tentato anche di educare, e non diseducare.
 
DVD
Caratteristiche tecniche
Formato video: 2.35 anamorfico
Formato audio: inglese, italiano, tedesco e turco Dolby Digital 5.1
Sottotitoli: inglese, inglese per non udenti, italiano, tedesco, turco, arabo

Il DVD si presenta in una semplice custodia, priva di una veste grafica accattivante. La qualità audio-video è comunque di ottimo livello.

Contenuti speciali
Errori sul set
Scene eliminate
Dylan & Cole Sprouse: il Blu-ray è perfetto!
Altri trailer della Disney Home Video



Considerazioni conclusive
Agli studios piacciono i remake, i riutilizzi, i capovolgimenti ecc. perchè muoversi con un prodotto già conosciuto può dare una mano con gli incassi. Il lato negativo è che però il pubblico è sempre in grado di riconoscere quando i progetti lasciano a desiderare. Corsa a Witch Mountain è uno di questi, ma non perchè prende le cose in maniera differente o perchè il film originale non può essere sorpassato. No, questo film delude con azione non troppo coinvolgente, dei personaggi non troppo credibili a cui non ci si riesce proprio ad affezionare, e la storia non è sinceramente granchè fonte d'ispirazione. Non è malvagio, ma il potenziale di un film del genere è stato completamente sprecato, e in generale solo in veramente pochissime scene supera la mediocrità.
Se non avete ancora visto il film, vi consiglierei comunque di comprarlo o di noleggiarlo, di vederlo e di trarre voi stessi le conclusioni. Se veramente volete comprarlo dovrete accontentarvi di questo DVD (non esiste la versione blu-ray), scarno di contenuti speciali, che in realtà sono quasi inesistenti, ma con una qualità audio e video piuttosto buone, nella norma con qualsiasi edizione DVD uscito da pochissimo nelle sale.
Sappiamo che la Disney potrebbe fare molto, ma molto, ma molto di più. Questo è il nostro augurio per il futuro della divisione live-action, che finora è solo una somma di film troppo mediocri per un nome così di rilievo come la Disney.

Voto finale: 5 +
MyNewAnimatedLife è un sito indipendente e non autorizzato dalla Walt Disney Company, e rappresenta le opinioni di conoscitori e appassionati dell'arte e tecnologia Disney con le loro quisquilie e pinzillacchere.
Ci riserviamo tutto il diritto di rispondere male a chi si lamenta che è finita la fantasia a Hollywood solo perché stanno facendo un sequel di Mary Poppins. Che poi voglio dire, è tratto dai romanzi originali di P.L. Travers, sono passati più di cinquant'anni, e c'è Lin-Manuel Miranda che farà cose, che problema avete?

Il sito utilizza il Programma affiliazione Amazon.

Per informazioni contattate:
email