lunedì 9 novembre 2009

Deludono gli incassi di A Christmas Carol

Sebbene il film della Disney e di Robert Zemeckis A Christmas Carol si sia aggiudicato il primo posto del box office americano in nordamerica per questo fine settimana, il totale raggiunta risulta essere un bel po' inferiore rispetto a quanto si prevedeva, raggiungendo soltanto 31 milioni di dollari. Il film ha aperto con il parere misto dei critici (solo il 60 per cento delle critiche sono state positive), e ora la Disney spera nelle sette settimane che mancano a Natale per veder magari crescere gli incassi.

L'incasso tuttavia è molto più alto di Polar Express, sempre di Zemeckis, sempre con la stessa tecnica d'animazione (il motion capture), e che esordì 5 anni fa nello stesso week end di novembre soltanto con poco più di 23 milioni di dollari.

Probabilmente sarà come dice la Disney, e cioè che gli incassi cresceranno con l'avvicinarsi delle feste.
Questi risultati sono stimati, per i risultati definitivi bisognerà aspettare martedì mattina.

"A Christmas Carol, un eccitante viaggio immaginato dal realizzatore vincitore dell’Academy Award® Robert Zemeckis, coglie l’essenza fantastica del classico racconto di Dickens e la trasporta in un rivoluzionario evento cinematografico in 3D. Ebenezer Scrooge (Jim Carrey) inizia le festività natalizie mostrando il suo solito disprezzo, urlando al suo fedele impiegato (Gary Oldman) e al gioviale nipote (Colin Firth). Ma quando gli spiriti del Natale Passato, Presente e Futuro lo portano in un viaggio che gli rivela delle verità che il Vecchio Scrooge non ama affrontare, capisce di dover aprire il suo cuore per compensare anni di cattiva condotta prima che sia troppo tardi."

A Christmas Carol è prodotto dalla Imagemovers e distribuito dalla Walt Disney Pictures e uscirà in Italia il 3 Dicembre 2009 anche in Disney Digital 3D.
Il film è diretto da Robert Zemeckis e interpretato da Jim Carrey, Gary Oldman e Cary Elwes.
La Colonna Sonora è composta da Alan Silvestri.
MyNewAnimatedLife è un sito indipendente e non autorizzato dalla Walt Disney Company, e rappresenta le opinioni di conoscitori e appassionati dell'arte e tecnologia Disney con le loro quisquilie e pinzillacchere.
Ci riserviamo tutto il diritto di rispondere male a chi si lamenta che è finita la fantasia a Hollywood solo perché stanno facendo un sequel di Mary Poppins. Che poi voglio dire, è tratto dai romanzi originali di P.L. Travers, sono passati più di cinquant'anni, e c'è Lin-Manuel Miranda che farà cose, che problema avete?

Il sito utilizza il Programma affiliazione Amazon.

Per informazioni contattate:
email