lunedì 19 ottobre 2009

Up vola al botteghino italiano con 5 milioni


Grande, e meritatissimo esordio italiano per Up al botteghino dello scorso fine-settimana, la pellicola Disney/Pixar raccoglie 4.790.000 milioni di euro tra le proiezioni di giovedì, venerdì, sabato e domenica.

Anche grazie al prezzo del biglietto 3D, Up, senza concorrenza, dovrebbe raggiungere i 15/20 milioni totali, superando gli incassi italiani degli Incredibili e di Cars. Vedremo se raggiungerà i 17 milioni di Ratatouille o se supererà i 21 de Alla Ricerca di Nemo.
Comunque i dati del primo weekend sono soddisfacenti per la Disney Italia, vista anche la grande promozione legata al film.
Up, al 15 Ottobre, ha totalizzato negli Stati Uniti $292,704,796 e nel resto del mondo $165,501,424 per una cifra totale di $458,206,220.

Quale sarà la stima finale che raggiungerà Up nei botteghini italiani? A voi le previsioni.

"Carl Fredricksen è un anziano signore che per tutta la vita ha sognato di girare il mondo, ma ha dovuto scontrarsi coi problemi della realtà quotidiana come le bollette e gli acciacchi dell'età. Quando a 72 anni la vita sembra non offrirgli più tempo per realizzare il suo sogno bussa alla sua porta Russell, un boyscout di 8 anni che deve fare la sua buona azione. Sarà con lui che Carl Fredricksen intraprenderà il viaggio dei suoi sogni in Sud America, dove incontreranno animali selvaggi e persino degli inaspettati nemici."

Up è prodotto dalla Pixar Animation Studios e distribuito dalla Walt Disney Pictures, ed è uscito in Italia il 15 Ottobre 2009 anche in Disney Digital 3D.
Il film è diretto da Pete Docter e prodotto da John Lasseter.
Up è doppiato in italiano da Giancarlo Giannini - Edward Asner, Arturo Valli - Jordan Nagai, Arnoldo Foà - Christopher Plummer e Neri Marcorè - Bob Peterson.
La Colonna Sonora è composta da Michael Giacchino.
MyNewAnimatedLife è un sito indipendente e non autorizzato dalla Walt Disney Company, e rappresenta le opinioni di conoscitori e appassionati dell'arte e tecnologia Disney con le loro quisquilie e pinzillacchere.
Ci riserviamo tutto il diritto di rispondere male a chi si lamenta che è finita la fantasia a Hollywood solo perché stanno facendo un sequel di Mary Poppins. Che poi voglio dire, è tratto dai romanzi originali di P.L. Travers, sono passati più di cinquant'anni, e c'è Lin-Manuel Miranda che farà cose, che problema avete?

Il sito utilizza il Programma affiliazione Amazon.

Per informazioni contattate:
email