domenica 11 ottobre 2009

Recensione DVD: Mary Poppins - Edizione Speciale 45° Anniversario (2 DVD)


Scrittori: Bill Walsh, Don Da Grad (sceneggiatura); Pamela L. Travers (libri)

Cast: Julie Andrews (Mary Poppins), Dick Van Dyke (Bert, Mr. Dawes Senior), David Tomlinson (Sig. Banks), Glynis Johns (Sig.ra Banks), Hermione Baddeley (Ellen), Karen Dotrice (Jane Banks), Matthew Garber (Michael Banks), Elsa Lanchester (Katie Nanna), Arthur Treacher (The Constable), Reginald Owen (Ammiraglio Boom), Ed Wynn (Zio Albert), Reta Shaw (Mrs. Clara Brill), Arthur Malet (Mr. Dawes Junior), Jane Darwell (La Donna dei Piccioni), James Logan (Citizen), Don Barclay (Mr. Binnacle), Alma Lawton (Mrs. Corry), Marjorie Eaton (Miss Persimmon), Marjorie Bennett (Miss Lark)

Compra on-line: euro 21,90 su DvdWeb.it


Come si fa a definire un capolavoro come Mary Poppins? Come si può anche solo provare a presentarlo? Già solo a nominare il titolo di questo film si è già fatto abbastanza.

Mary Poppins è quasi sicuramente il live-action Disney più celebre, il più amato e il più premiato (5 Oscar!). Molti lo considerano in assoulto il coronamento dell’illustre carriera del suo creatore Walt Disney.

Walt per anni ha cercato in ogni modo di riuscire ad ottenere i diritti dei racconti di Mary Poppins, scritti da Pamela Travers, come una serie di episodi. Una volta ottenuti i diritti agli inizi degli anni ’60, Disney si è buttato a capofitto nella produzione, come ormai non faceva più da tempo, distratto com’era da Disneyland, dai progetti televisivi e dalla sua passione per i treni.

Walt Disney ha supervisionato ogni aspetto di questo progetto, e si vede. Tutto di Mary Poppins, dall’incredibile cast, ai compositori delle musiche e delle canzoni, fino al più piccolo dei dettagli di ogni costume e del set è passato sotto lo scrutinio di Walt. Questo è stato un bene, perché è stato il suo istinto cinematografico che ha reso Mary Poppins l’incredibile film che chiunque ricorda.

Le storie della Travers vengono trasformate da semplici episodi a sé stanti in un film unico e compatto. La Mary Poppins di Walt Disney sembra di sicuro avere più cuore, e anche nella storia, che parte da una situazione difficile, per terminare poi con un classico finale felice, è costantemente permeata dal tipico ottimismo disneyano.

Mary Poppins è all’apparenza una comune tata che entra a far parte della famiglia Banks, occupandosi dei due bambini Jane e Micheal; ma ben presto si intuisce che non si tratta affatto di una tata qualunque. Porta la felicità nell’ordinaria e composta famiglia, nella quale il padre, il Sig. Banks, banchiere e amante della precisione, preferisce godersi tranquillo il suo brandy invece di avere a che fare, anche se per poco, con i loro figli. Stessa cosa accade per la madre, più impegnata nella campagna per il voto alle donne che all’amorevole cura dei bambini.

Ma Mary Poppins sconvolge tutto questo e lo fa in un modo “praticamente perfetto”. Quando purtroppo alla fine del film lascerà la famiglia Banks, perché il suo “compito” è stato ultimato, lascerà i bambini nelle mani di due genitori più considerevoli, più attaccati ai figli e non più soltanto a certe frivolezze. La famiglia Banks sarà finalmente davvero felice.

Ad accompagnare Mary Poppins (la grande Julie Andrews, premio Oscar proprio per questo suo ruolo), il simpatico attore americano Dick Van Dike che interpreta l’effervescente Bert, che un momento fa l’artista di strada, un attimo dopo suona, poi diventa spazzacamino.

Le avventure sono magiche! Non è mai stato tanto divertente mettere in ordine la stanza come ora, che c’è anche un po’ di magia che può aiutare; una semplicissima gita al parco solo se c’è Mary Poppins può si trasforma in un’avventura all’interno di un disegno, nella campagna inglese, dove si può andare in giostra, ma non per forza in tondo; dove si può partecipare a una gara di cavalli e vincere senza nemmeno essersi iscritti. Magia, pura magia Disney! Solo questo spiega il tè servito dai pinguini.

Sulla colonna sonora e sulle performance musicali si potrebbe scrivere un libro a parte.

I fratelli Sherman hanno dato il massimo di loro stessi per questa stupenda colonna sonora. Le canzoni e le melodie sono incredibili. Penso che i momenti migliori del film siano i momenti musicali, o quelli in cui una melodia ricorrente del film si può sentire echeggiare in più scene. Memorabili sono le canzoni, e il balletto sui comignoli di “Step in Time” è veramente la fine del mondo.

Tutti hanno sicuramente visto Mary Poppins, nelle sue varie uscite cinematografiche, in videocassetta o in DVD (questa è già la quarta volta che Mary Poppins esce in DVD in Italia!), e l’amore per questo film non è diminuito col tempo.

Mary Poppins resta un capolavoro assoluto che dopo 45 anni dimostra di non aver perso il suo contatto col pubblico, e la sua magia, e siamo sicuri che anche le generazioni future apprezzeranno questo classico. Si parla proprio di questo: Mary Poppins è un grande classico per tutta la famiglia. Un film da vedere e portare per sempre nel cuore.

Caratteristiche tecniche:

Video: 1.66:1 Widescreen Anamorfico

Audio: Dolby Digital 5.1 Italiano, Inglese, Francese

Sottotitoli: Italiano, Inglese, Inglese per non udenti, Francese, Arabo

Data d'uscita del DVD: 23 settembre 2009

Disco a doppio strato, singolo lato

Custodia blu in plastica, e slip-cover olografica cartonata in risalto

Audio e video:

Come l’ultima volt ache è apparso in DVD, Mary Poppins è presentato in 1.66:1 in anamorfico widescreen. Il formato non è l’originale cinematografico, che era invece 1.85:1, e quindi una piccola parte delle immagini non compare. Poco male direi comunque.

Un restauro per fotogramma sarebbe stata una cosa stupenda, ma non c’è stato nonostante questa sia la quarta volta che vediamo Mary in DVD. Va bene lo stesso, perché a parte qualche piccolissima imprecisione, il transfer del DVD è ottimo. La qualità delle immagini è buona come qualsiasi altro film degli anni 60 che ho potuto vedere su DVD.

L’immagine è immacolata, i colori sono belli accesi, e i livelli di luminosità sono esattamente come dovrebbero essere. Se si cercano delle imperfezioni se ne possono trovare veramente pochissime. Ma questo tranfer abbaglia proprio come il DVD precedente.

C’è un piccolo cambiamento nel reparto sonoro. La traccia 5.1 non è più marchiata “Disney Enhanced Home Theater Mix” come la scorsa volta. Ma ciononostante è la stessa traccia audio. Il 5.1 non si avvantaggia troppo del completo campo sonoro (a parte la scena sui tetti con i fuochi d’artificio), la sua presentazione diventa più dirompente nelle presentazioni musicali ma comunque gli elementi del dialogo restano sempre chiari e amplificati.


Contenuti Speciali:

Disco Uno

Gli stessi tre contenuti speciali dal disco uno dell’edizione del 40° anniversario ritornano anche qui.

Il primo è la Selezione delle Canzoni Disney, che permette di vedere gli otto numeri musicali del film con le parole sullo schermo. Perché solo otto e non tutte? Non lo so.

Proseguendo, il comment audio del 2004 è stato riciclato. Sentiamo parlare Julie Andrews e Dick Van Dyke, l’attrice Karen Dotrice e i compositori Richard e Robert Sherman.

Richard e gli attori sono quelli che si sentono di più. Tutti sono entusiasti del film in questa divertente traccia, che include anche clip d’archivio di Julie Andrews, Dick, Walt Disney, il regista Robert Stevenson e il conduttore Irwin Kostal. Emergono storie affascinanti da tutti, e le riflessioni dei due attori principali sono particolarmente dolci.

Facile da apprezzare simile al commento audio è “Pop Up e curiosità su Mary Poppins” è un accompagnamento visivo al film che snocciola qua e là diverse informazioni come fossero dei sottotitoli. Sono rimasti invariati dalla precedente edizione, e riguardano i libri di Mary Poppins, gli attori, la produzione, e come il film è stato ricevuto dal pubblico.

Il primo disco contiene l’ormai standard logo della Disney e i trailer per Biancaneve e i Sette Nani: Edizione Speciale, Up nei cinema tra pochi giorni, Bolt in DVD e Blu-ray e un trailer per i Disney Blu-ray. Dalla voce del menu principale “Anteprime Esclusive” si possono vedere i trailer per Oliver & Company: Edizione Speciale 20° Anniversario, Trilli e il Tesoro Perduto e l’anno di Topolino a Disneyland Paris.

Disco Due

Il secondo disco comincia con la sezione “Disney a Broadway”, dedicato al musical di Mary Poppins.

Primo, anche in lunghezza "Mary Poppins: Dalla Pagina al Palco", uno speciale di 48 minuti.

Tratta principalmente dello sviluppo del progetto della trasposizione a musical teatrale. Sentiamo parlare il produttore Cameron Mackintosh, il presidente della divisone teatrale della Disney Thomas Schumacher, Richard Sherman, I musicisti George Stiles and Anthony Drewe, e gli attori Ashley Brown (la Mary Poppins di Broadway) and Gavin Lee (la Bert di Londra e anche di Broadway). Sebbene sia uno speciale ben prodotto, quelli con nessuna predilezione per il musicale potrebbero trovarlo asciutto e teorico, ma è comunque molto interessante.

Poi abbiamo una presentazione video di 7 minuti della sequenza “Tutti Insieme” da Broadway, introdotta dal compositore Stiles. Il video widescreen e l’audio 5.1 sono entrambi fantastici, e si può vedere da diverse angolazioni tutte migliori del miglior posto del New Amsterdam Theatre.

“La Galleria dei disegni di Bob Crowley” consiste nel Design dei Costumi (33 immagini), Design del Set (6), Concetti Artistici (13) e i modelli del Set (16). Le sezioni sono velocemente e facilmente apprezzabili e seguono un’introduzione di 10 secondi del progettista dei costumi e dei set Crowley.


A concludere questa sezione una cosa mai vista prima dalla Disney: un file aggiuntivo in MP3, la versione mai registrata del cast di Mary Poppins che canta “Step in Time”. L’audio di 7 minuti può essere scaricato facilmente da Internet, senza protezioni.

Tutti i rimanenti contenuti speciali sono già apparsi nell’Edizione Speciale del 40° Anniversario.

La sezione “Dietro le Quinte Disney” comincia con “Supercalifragilistichespiralidoso: Il Making of di Mary Poppins" (50:42), un eccellente documentario. Questa intensiva retrospettiva ci porta attraverso il lungo processo di adattamento, il casting degli attori principali, gli effetti speciali e l’animazione, le canzoni dei fratelli Sherman, e l’eredità continua del film. Proprio tutti quelli che vorreste coinvolti in questo speciale ci sono, compresi Dick Van Dyke (che presenta), i suoi colleghi commentatori, Glynis Johns, e il dipartito matte artist Peter Ellenshaw. Tra i diversi interessanti articoli che si sentono qui ci sono anedotti a proposito dell’incontentabile P.L.Travers (l’autrice dei libri), e la scomparsa prematura di Matthew Garber (il giovane attore che intrerpreta Micheal).

Continuando, abbiamo un corto, più per giovani che parla degli effetti speciali “La magia cinematografica di Mary Poppins” (7:00). E’ una clip giovanile ma molto informativa e svela come vengono realizzati i contenuti speciali del film.

"Il Gala dell’Anteprima Mondiale" (17:44) mette insieme filmati in bianco e nero degli arrive sul tappet rosso del debutto nell’agosto del 1964 che Disney mise insieme per Mary Poppins al Grauman's Chinese Theater. Nel filmato appaiono Julie Andrews, Dick Van Dyke, Walt Disney, Ed Wynn, Reta Shaw, il regista Robert Stevenson, lo scrittore/produttore Bill Walsh, e l’autore P.L. Travers. Gli altri intervistati includono Celeste Holm, Annette Funicello, Cesar Romero, Buddy Ebsen, Brian Keith, e Vera Miles. E’ un’incredible macchina del tempo che ci fa vedere la Hollywood del passato. Sfortunatamente il pezzo accompagnatorio del dopo-film non è stato riportato dalla precedente edizione.

Non indovinerete mai cosa contiene lo speciale "Test del Trucco di Dick Van Dyke (1:07). E’ un test girato dell’attore sotto la maschera di trucco che gli è servita per invecchiarlo per la sua parte del Sig. Dawes Sr., il vecchio direttore della banca. E’ incredibile che nonostante siano passati 45 anni Dick non assomiglia neanche lontanamente a quell decrepit vecchietto.

C’è anche una bellissima sezione pubblicitaria con i trailer per la prima uscita del 1964 (due trailer e un paio di spot TV di 30 secondi). C’è un saluto video di 38 secondi di Julie Andrews che si scusa per la sua impossibilità di essere presente alle premiere del film intorno all’America. Inoltre troviamo anche tre preview dei due ritorni del 1966 e del 1973.

Poi troviamo la Galleria di Mary Poppins. Sviluppo Visivo (36 immagini) con colorati art work che stabilivano già lo stile visivo del film. Sviluppo della Storia (18) fornisce degli sketch degli storyboard. I Dipinti di Peter Ellenshaw (12) mostra la Leggenda Disney al lavoro e i suoi contenuti artistici per il film. Sessioni di Registrazione (9) mostra gli attori che interpretano le canzoni della colonna sonora.

Costumi & Trucco (35) fornisce sia disegni per il design dei personaggi che foto test degli attori. Dietro le Quinte (78) documenta la produzione maggiormente con foto in bianco e nero. Foto del Cast (18) mostra gli attori per lo più in costume. Walt & Friends (9) cattura Disney durante la produzione. Le foto dal tappeto rosso fanno parte de L’anteprima (10). Pubblicità (27) contiene poster, pubblicità, e una cover del Disney Channel Magazine. Infine, Memorabilia (21) mostra album, libri e diversi altri articoli.

La sezione Musica e Altro comincia con “Una magica Riunione Musicale (17:16), che mette insieme Richard Sherman, Julie Andrews, e Dick Van Dyke. Le loro spiritose riflessioni si centralizzano principalmente sulle canzoni, che Sherman esegue con il suo piano davanti ai due attori.

Il compositore presenta poi “Un viaggio musicale con Richard Sherman" (20:50), che ci porta in un tour virtuale sui set del film raccontandoci tutto dei numeri musicali e delle melodie che vennero scritte per il film, alcune delle quali non sono arrivate al prodotto finale. Inoltre, grazie alle informazioni di Sherman otteniamo un bello sguardo dietro alle quinte.

La sezione si conclude con la canzone eliminata "Chimpanzoo" (1:36), che viene cantata da Richard Sherman mentre suona il piano e il kazoo. Questo pezzo sarebbe dovuto apparire nella sezione dello Zio Albert con immagini fantastiche, che possiamo vedere qui sottoforma di bozzetti e storyboard.

Per ultimo ma non per questo meno bello il cortometraggio extraThe Cat That Looked At A King (9:50). Evocando Mary Poppins ma senza interpretarla, Julie Andrews appare qui come una donna che porta due bambini inglesi all’interno di un disegno disegnato per terra in un parco.

Nel mondo animato, vengono a conoscenza di un gatto che sfida un re affamato di sapere in una battaglia tra geni. L’affascinante storia è adattata dal terzo libro di Mary Poppins scritto da P.L. Travers. Oggetti di questa natura e qualità sono davvero rari.

E’ stato riportato tutto dalla precedente edizione DVD? Quasi. Quattro contenuti mancano dalla precedente edizione. Il gioco interattivo “Mi piace Ridere”, in cui i giocatori danno una mano allo zio Albert a scendere dal soffitto trovando una serie di oggetti, non si trova. Mancano anche due “Decostruzioni di una scena “ che dividevano tra la parte illusoria e le coreografie delle sequenze di “Jolly Holiday” e “Step in Time”. Più grave l’assenza dello speciale di 6 minuti e mezzo “The Party”, che ci portava dietro le quinte del Gala dell’anteprima mondiale con dei filmati delle celebrità e delle interviste radio registrate dopo la visione del film.

Menù e Packaging:

Sorprendentemente, sono stati creati dei menu completamente nuovi per questo DVD. Sono più movimentati e appropriati. Il disco 1 contiene Mary Poppins che si incipria su una nuvola sopra le voci del menu. Venti di cambiamento diventano le transizioni tra un menu e l’altro e sono in 5.1. Il disco due opta invece per un motivo silhouette degli spazza camini. Tutti i sottomenu sono statici e sono resi apprezzabili dall’inclusione di diverse parti della colonna sonora.

All’interno della doppia Amaray, che è racchiusa in una slipcover con dei punti in risalto, non c’è nessuna guida per il DVD e nemmeno un inserto con la divisione dei capitoli. L’unica cosa che troviamo è un volantino che pubblicizza Disney Live. La mancanza di piccole cose come un inserto o dei disegni colorati sui dischi è dove quest’edizione diventa insignificante rispetto all’edizione per il 40° Anniversario.

In conclusione:

Considerando che tutti i classici film live-action della Disney fanno fatica ad ottenere un’edizione dvd in generale o un’adeguata edizione speciale, è strano vedere che lo studio ha invece scelto di rivisitare Mary Poppins così presto dopo la sua deliziosa edione per il 40° Anniversario.

Ma non si può di certo incolpare la Disney per aver voluto aggiornare uno dei suoi titoli sempre verdi per parlare il trattamento che ora è a Broadway, e che presto girerà l’America. Per la maggior parte, questo 45° Anniversario è una release fatta per bene. I circa 60 minuti di nuovo materiale riesce ad evitare di essere troppo promozionale e quasi tutto dall’ultimo DVD è stato riportato. Che qualcosa sia andato perduto e che l’occasione per un’uscita del film in Blu-ray sia stata sprecata comunque ci trattiene dal dargli il voto massimo. Ma sia il film che i contenuti di entrambi dischi sono praticamente perfetti sotto ogni aspetto.

Voto Finale: 9 ½

MyNewAnimatedLife è un sito indipendente e non autorizzato dalla Walt Disney Company, e rappresenta le opinioni di conoscitori e appassionati dell'arte e tecnologia Disney con le loro quisquilie e pinzillacchere.
Ci riserviamo tutto il diritto di rispondere male a chi si lamenta che è finita la fantasia a Hollywood solo perché stanno facendo un sequel di Mary Poppins. Che poi voglio dire, è tratto dai romanzi originali di P.L. Travers, sono passati più di cinquant'anni, e c'è Lin-Manuel Miranda che farà cose, che problema avete?

Il sito utilizza il Programma affiliazione Amazon.

Per informazioni contattate:
email